Battaglia del Monte Tabor (1799)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia del Monte Tabor
Léon Cogniet, Battaglia del Monte Tabor. 1798 - 1799
Léon Cogniet, Battaglia del Monte Tabor. 1798 - 1799
Data 16 aprile 1799
Luogo Piana dei Fouli, vicino al Monte Tabor, Siria
Esito Vittoria francese
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
4.000 uomini
8 cannoni[1]
25.000 uomini[1]
Perdite
2 morti
60 feriti[1]
6.000 morti
500 prigionieri[1]
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia del Monte Tabor, o schermaglia del Monte Tabor, vide schierate forze francesi sotto il comando del generale Kleber, contro forze ottomane guidate dal Pashà di Damasco il 16 aprile 1799. Napoleone stava assediando San Giovanni d'Acri e Damasco mandò il suo esercito per rompere l'assedio. Operando a sud di San Giovanni d'Acri, il generale Kleber decise di intercettare l'esercito ottomano e muovere contro i 25000 ottomani.[1]

Le forze francesi combatterono divise in due quadrati e resistettero per otto ore prima di finire le munizioni. Napoleone arrivò con i rinforzi, composti da 2500 uomini e due cannoni, proprio mentre gli Ottomani sembravano sul punto di vincere. Attaccò il fianco della formazione ottomana, cogliendola di sorpresa e respingendola.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Smith, D. p.151

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]