Battaglia del Lys (1940)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia del Lys
Mappa dell’offensiva tedesca
Mappa dell’offensiva tedesca
Data 23-28 maggio 1940
Luogo Belgio
Esito vittoria tedesca
Schieramenti
Comandanti
Perdite
3.000 morti 1.500 morti
Voci di guerre presenti su Wikipedia

La battaglia del Lys, combattuta nel maggio 1940, è un episodio dell’offensiva della Germania nelle Fiandre durante la seconda guerra mondiale e prende il nome dal fiume Lys (nel Belgio del Nord) nei pressi del quale si sono svolti i combattimenti.

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 marzo 1940, all’inizio di quella che sarebbe diventata la campagna di Francia, l’esercito tedesco invase il Belgio attraversando il fiume Mosa all’altezza di Sedan e impadronendosi rapidamente del Forte Eben-Emael, ritenuto inespugnabile.

A seguito di questa rapida ed efficace offensiva tedesca, l’esercito belga fu costretto a ripiegare sulla linea Anversa-Wavre e poi più a sud lungo la Schelda e infine sul fiume Lys.

L’inarrestabile avanzata tedesca e la mancata assistenza delle forze britanniche (che si ritirarono verso Dunkerque) spinse il re Leopoldo III del Belgio a capitolare.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • De Fabriebeckers, La campagne de l’armée belge en 1940, Rossel, Bruxelles, 1972 (avec nombreuses cartes et croquis).
  • Jean Stengers, Léopold III et le Gouvernement, Duculot, Gembloux, 1980
  • Richard Boijen, De taalwetgeving in het Belgische Leger, Musée royal de l’armée, Bruxelles, 1992
  • Philippe Destatte, Ceux-ci se sont battus vaillamment in Les combattants de 40. Hommage de la Wallonie aux Prisonniers de Guerre, Institut Destrée, Namur 1995.