Bath

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Bath (disambigua).
Bath
parrocchia civile
Bath – Stemma
Bath – Veduta
Dati amministrativi
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Regione Sud Ovest
Contea County Flag of Somerset.png Somerset
Distretto Bath and North East Somerset
Territorio
Coordinate 51°23′N 2°22′W / 51.383333°N 2.366667°W51.383333; -2.366667 (Bath)Coordinate: 51°23′N 2°22′W / 51.383333°N 2.366667°W51.383333; -2.366667 (Bath)
Superficie 29 km²
Abitanti 83 992 (2001)
Densità 2 896,28 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale BA1, BA2
Prefisso 01225
Fuso orario UTC+0
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Bath
Sito istituzionale
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
La città di Bath
(EN) City of Bath
Aerial.view.of.bath.arp.jpg
Tipo Culturali
Criterio (i) (ii) (iv)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1987
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Bath è una città del Regno Unito che si trova nella regione inglese del Sud Ovest, nella contea del Somerset, famosa come centro termale: il suo nome, infatti, prende origine dai bagni romani, in inglese "bath". Le sue terme sono le uniche terme naturali del Regno Unito. Ricostruita nel XVIII secolo in stile georgiano, ha molti monumenti in stile neoclassico.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nell'antichità era conosciuta per le sue terme costruite dai romani intorno al 43 d.C., anche se sembra esistesse un insediamento precedente: infatti da alcuni scavi compiuti risulta che delle terme più antiche fossero state costruite dai Celti e che nelle loro adiacenze fosse stato costruito un santuario dedicato al dio Sole. Pertanto è possibile pensare che le acque sulfuree che scorrono sotto la città siano utilizzate da oltre 2500 anni. Le acque di queste terme vengono chiamate Aquae Sulis. Nel corso degli anni, la città passò per vari conquistatori, finendo infine sotto il dominio dei Sassoni che le diedero il nome attuale. Le Terme di Bath Spa (altro nome della città) sono le più importanti di tutta la Gran Bretagna. Nella città di Bath è vissuto il pirata più famoso e sanguinario di tutti i tempi: Edward Teach, soprannominato "Barbanera"[senza fonte]

Il 7 agosto del 2003 a Bath si tenne all'aperto l'ultimo concerto dei tre tenori Placido Domingo, Jose Carreras e Luciano Pavarotti.

Architettura[modifica | modifica sorgente]

La città è attraversata dal fiume Avon che scorre a circa 15 metri al di sotto del livello stradale. La costruzione dell'attuale centro storico avvenne nel XVIII secolo, in stile Georgiano, per soddisfare il crescente bisogno di benessere e comfort da parte dei visitatori delle terme. Alcuni importanti edifici si trovano raccolti in un breve spazio, in particolare le terme romane, l'Abbazia e Guildhall. L'Abbazia era originariamente una cattedrale normanna che venne poi ricostruita in stile gotico nel secolo XVII. Ulteriori lavori di ristrutturazione vennero poi fatti all'interno di essa nel XIX secolo. L'Abbazia si trova sulla stessa piazza dove sono ubicate le Terme Romane e la Guildhall, ovvero il Municipio della città. La città di Bath è stata dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità. Altro aspetto caratteristico di Bath è il Royal Crescent con il vicino Circus, ideati da John Wood il Vecchio e realizzati da John Wood il Giovane tra il 1754 ed il 1774. Essi rappresentano il sogno visionario del suo progettista di dare un aspetto neo-classico e palladiano alla città di Bath.

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'attività economica principale della città è il turismo che convoglia annualmente decine di migliaia di persone. La città è dotata di circa 80 alberghi e oltre 200 Bed & Breakfast oltre a centinaia di ristoranti e pub. Il maggiore afflusso si realizza nei mesi estivi ma il turismo è presente in tutti i mesi dell'anno.

Specialità gastronomiche[modifica | modifica sorgente]

Sally Lunn's, casa dei Sally Lunn bun.

Bath è legata ad una serie di cibi ivi nati o elaborati:

  • I Sally Lunn bun, specie di tortine da tè, create da tempo a Bath e citate per la prima volta con questo nome in alcuni versi stampati nel 1772 da un giornaletto locale, il Bath Chronicle.[1] A quei tempi venivano serviti caldi nei locali pubblici degli Spring Gardens della città. Possono essere mangiati con una ricopertura dolce o salata. Vengono spesso confusi con i
  • Bath bun, che sono più piccoli, rotondi e molto dolci e che vennero associati alla Esposizione universale di Londra. Originariamente erano ricoperti da semi di cumino dei prati canditi sminuzzati, immersi prima ripetutamente in un bagno bollente di zucchero, ma oggi i semi vengono aggiunti al London Bath Bun (un riferimento alla Grande Esposizione).[2] I semi possono essere sostituiti da granuli di zucchero o o nibs.[3]
  • Bath Oliver, biscotti asciutti inventati dal dott. William Oliver, medico al Royal National Hospital for Rheumatic Diseases nel 1740.[4] Oliver era uno dei primi sostenitori della campagna anti-obesità ed autore del Practical Essay on the Use and Abuse of warm Bathing in Gluty Cases.[4] In anni più recenti gli sforzi di Oliver sono stati traditi dall'introduzione di una versione dei biscotti, con un rivestimento completo in cioccolato.
  • La Bath Chap, che è un guanciale di maiale, insieme alle ossa della mascella, salato e che prende il nome dalla città.[5]
  • Una birra locale viene prodotta in una birreria di nome Bath Ales, sita a poche miglia a Warmley[6]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Clima[modifica | modifica sorgente]

Nella tabella sottostante sono riportati i valori medi che si registrano a Bath[7].

Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 8,1 8,3 10,6 12,9 16,5 19,3 21,7 21,5 18,6 14,8 11,1 9,0 8,5 13,3 20,8 14,8 14,4
T. mediaC) 4,8 4,8 6,7 8,3 11,7 14,5 16,8 16,2 14,1 10,9 7,4 5,7 5,1 8,9 15,8 10,8 10,2
T. min. mediaC) 1,4 1,3 2,7 3,7 6,8 9,7 11,9 11,7 9,6 6,9 3,6 2,4 1,7 4,4 11,1 6,7 6,0
Giorni di gelo (Tmin ≤ 0 °C) 11,1 10,3 7,5 5,0 0,7 0,0 0,0 0,0 0,0 2,0 7,0 9,2 30,6 13,2 0,0 9,0 52,8
Precipitazioni (mm) 72,0 55,6 56,6 47,3 48,9 57,2 48,9 56,6 64,5 67,9 65,8 83,3 210,9 152,8 162,7 198,2 724,6
Giorni di pioggia 12,5 10,2 10,9 9,2 8,8 8,5 6,9 8,6 10,1 11,3 11,6 12,6 35,3 28,9 24,0 33,0 121,2
Eliofania assoluta (ore al giorno) 1,62 2,46 3,47 5,18 6,23 6,2 6,64 6,38 4,66 3,26 2,34 1,51 1,9 5,0 6,4 3,4 4,2

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Bath è gemellata con le seguenti città[8]:

Bath ha inoltre un accordo di partenariato con Beppu, Prefettura di Ōita, Giappone e un legame storico con Manly, Nuovo Galles del Sud, Australia[8].

Galleria Fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) History of Sally Lunn Cake in Whats cooking America. URL consultato il 10 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2008).
  2. ^ (EN) Alan Davidson, Oxford Companion to Food p 114, Oxford, Oxford University Press, 1999. ISBN 978-0-19-211579-9.
  3. ^ Bath buns, Recipewise. URL consultato il 26 agosto 2012.
  4. ^ a b Dr William Oliver, Bath Oliver Biscuit Inventor in Cornwall calling. URL consultato il 9 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2007).
  5. ^ (EN) Bath chap in A Dictionary of Food and Nutrition, Oxford University Press. URL consultato il 9 dicembre 2007.
  6. ^ (EN) About Abbey Ales in Abbey Ales. URL consultato il 7 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 19 giugno 2008).
  7. ^ Dati medi registrati tra il 1971 e il 2000 da Met Office. URL consultato il 30-08-2008.
  8. ^ a b Town Twinning in Bath and North East Somerset Council. URL consultato il 30 agosto 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]