Bateau-mouche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un bateau-mouche è un traghetto utilizzato per il turismo fluviale a Parigi e a Lione, suo luogo di origine.

Un Bateau-Mouche

Il termine è un marchio registrato nel 1950 dalla Compagnie des Bateaux Mouches, noto operatore del settore, ed è stato creato da Jean Bruel (1917-2003)[1]. Tuttavia il termine è entrato nel linguaggio colloquiale per riferirsi alle imbarcazioni che portano i turisti lungo il fiume.

Origine del nome e concetto[modifica | modifica sorgente]

Battello in inversione di marcia presso il Pont d'Austerlitz

Il termine bateau-mouche (letteralmente battello-mosca, al plurale bateaux-mouches) esisteva già nel XIX secolo per identificare delle imbarcazioni a scopo puramente utilitario, e non servivano ad altro che al trasporto di merci e eventualmente di passeggeri da un luogo all'altro su diversi fiumi e canali.

Queste imbarcazioni non erano mai state utilizzate a scopo turistico, né per tour della città che, partendo da un determinato luogo, tornassero verso lo stesso.

La prima occasione per la quale i bateaux-mouches sono utilizzati nella capitale francese è l'esposizione universale del 1867.

Partendo dal centro città, il giro copre diversi luoghi: sia la Rive gauche sia la Rive droite vengono attraversate.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Et que vogue le Jean Bruel", Jean-Pierre Thiollet, France-Soir, 8 de noviembre 2010

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]