Batasuna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Batasuna
Logotipo de Batasuna.svg
Portavoce Arnaldo Otegi
Stato Spagna Spagna
Fondazione 23 giugno 2001
Dissoluzione 5 giugno 2003 (reso illegale in Spagna)
5 gennaio 2013 (scioglimento in Francia)
Sede Avda. Marcelo Zelaieta, nº 75, Pamplona (2001-2003)
Bayonne (2003-2013)
Ideologia nazionalismo basco
socialismo
Izquierda abertzale
indipendentismo
femminismo
ambientalismo
Collocazione Estrema sinistra
Colori Rosso e nero

Batasuna (pronunicia: batásuná, in basco unità) è stato un partito politico attivo nelle regioni spagnole di Navarra e dei Paesi Baschi e nel dipartimento francese dei Pirenei Atlantici (territori noti come Euskal Herria). Si denominava indipendentista, socialista, femminista e ambientalista.[1]. Tra i suoi obiettivi prioritari c'è la creazione di uno stato socialista che porti prima all'autodeterminazione e poi all'indipendenza dei paesi baschi dallo Stato spagnolo e da quello francese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Considerato dalla magistratura spagnola è considerato il braccio politico dell'organizzazione armata ETA. Ha goduto, fin quando non è stato dichiarato illegale, di circa il 10% dei voti nelle aree basche spagnole. Nel corso degli anni ha cambiato più volte il suo nome (Herri Batasuna, Euskal Herritarrok, Batasuna), per aggirare i divieti posti dallo Stato spagnolo. Nelle elezioni regionali del 2005 Batasuna ha invitato i propri elettori a votare per il Partido Comunista de las Tierras Vascas (EHAK, la sua sigla in lingua basca o euskera vuol dire Euskal Herrialdeetako Alderdi Komunista), che molti considerano un mero prestanome dello stesso Batasuna.

Il suo status politico è sempre stato molto controverso. Il parlamento spagnolo aveva iniziato nell'agosto 2002, sia pure in assenza di un totale consenso, un processo per giungere alla dichiarazione di illegalità del Batasuna.

Contestualmente, in un procedimento parallelo, il giudice Baltasar Garzón ne aveva disposto la sospensione dopo che l'attività di intelligence aveva accertato gli stretti rapporti intercorrenti fra il partito stesso e l'ETA. Infine, il Tribunal Constitucional - in virtù degli accertati legami con almeno una parte dell'ETA - ha dichiarato Batasuna illegale il 18 marzo 2003. In Francia, invece, Batasuna è ancora un partito legale, e in tale Paese, l'ETA avrebbe spostato la sua sede.

Gli Stati Uniti considerano Batasuna a tutti gli effetti una organizzazione terroristica dal maggio dello stesso 2003 e a questa risoluzione sono giunti anche un mese dopo i paesi dell'Unione Europea.

Il 3 gennaio 2013 due suoi membri, Maite Goyenetxe e Jean Claude Aguerre annunciano la dissoluzione a Bayonne (Francia)[2][3][4].

La bandiera di Batasuna

I membri di Batasuna, o comunque gli aderenti a movimenti o partiti politici nazionalisti baschi, si definivano col termine abertzale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ «Batasuna: Por un socialismo vasco, ecologista y feminista», Oficina de Relaciones Internacionales de Batasuna, 25 giugno 2001.
  2. ^ Le parti nationaliste basque Batasuna annonce sa dissolution, Le Figaro, 3 gennaio 2013.
  3. ^ « Le parti nationaliste basque Batasuna, proche de l'ETA, annonce sa dissolution », France TV info, 3 gennaio 2013.
  4. ^ Pays basque : Batasuna tourne définitivement la page, Le Figaro, 3 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica