Bastardo (Giano dell'Umbria)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bastardo
frazione
Chiesa di Santa Barbara
Chiesa di Santa Barbara
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Umbria-Stemma.svg Umbria
Provincia Provincia di Perugia-Stemma.png Perugia
Comune Giano dell'Umbria-Stemma.png Giano dell'Umbria
Territorio
Coordinate 42°52′15″N 12°33′35″E / 42.870833°N 12.559722°E42.870833; 12.559722 (Bastardo)Coordinate: 42°52′15″N 12°33′35″E / 42.870833°N 12.559722°E42.870833; 12.559722 (Bastardo)
Altitudine 290 m s.l.m.
Abitanti 1 549 (Censimento ISTAT 2001)
Altre informazioni
Cod. postale 06030
Prefisso 0742
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti bastardesi
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Bastardo

Bastardo è una frazione del comune di Giano dell'Umbria (PG).

La frazione (290 m s.l.m.) si è sviluppata soprattutto nel dopoguerra, ed ora rappresenta la zona più abitata ed industrializzata dell'intero territorio comunale (secondo i dati Istat, censimento 2001, conta 1.549 residenti[1]).

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Affresco recante il nome della località

Il nome originale è Osteria del Bastardo e fu un'antica stazione di posta lungo la via Flaminia. Negli anni '20 è stato abbreviato nella curiosa forma odierna. Già nel 1933, comunque, si cominciò a sentire l'esigenza di modificare il nome del paese: tra quelli proposti, anche in anni successivi, Villa Romana, Termoelettropoli o Lignilia. Nessuno di questi tentativi è andato a buon fine.

Economia e manifestazioni[modifica | modifica sorgente]

Il territorio è ricco di appezzamenti di olivi, per la produzione di un pregiato olio. Vi si trovano anche alcune aziende per la produzione dell'olio d'oliva, come ad esempio la Farchioni.

La zona è nota anche per la presenza della centrale termoelettrica "Pietro Vannucci", nel territorio prospiciente Gualdo Cattaneo. Essa è costituita da due sezioni a vapore da 75 MW, alimentate da carbone e olio combustibile ed entrate in servizio nel 1967. Oggi sono sfruttate costantemente e a pieno carico. Il raffreddamento dell'impianto avviene con torri che però non usano acqua proveniente da sorgenti fredde. Data la presenza di rondini che nidificano nella struttura, l'impianto è stato soprannominato "Centrale delle rondini".

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Facciata della chiesa dell'abbazia di San Felice, lungo la strada per Giano dell'Umbria.
Chiesa della Madonna del Pianto.
  • Chiesina della Madonna del Pianto, curata dai missionari della vicina Abbazia di San Felice, ospita una festa la terza domenica di giugno di ogni anno.
  • Reperti archeologici di un'antica villa romana, rinvenuti in località Toccioli[2][3].

Sport[modifica | modifica sorgente]

Associazioni sportive[modifica | modifica sorgente]

Impianti sportivi[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ dawinciMD - Consultazione dati del 14º Censimento Generale della Popolazione e delle Abitazioni
  2. ^ Portale Comune Di Giano Dell'Umbria
  3. ^ Giano Dell'Umbria: Conclusa La Campagna Di Scavi A Toccioli
  4. ^ http://www.judoyamashitagianoumbria.it/