Bassaricyon neblina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Olinguito
Olinguito ZooKeys 324, solo.jpg
Bassaricyon neblina
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
(clade) Amniota
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Laurasiatheria
(clade) Ferae
Ordine Carnivora
Sottordine Caniformia
Superfamiglia Musteloidea
Famiglia Procyonidae
Sottofamiglia Potosinae
Genere Bassaricyon
Specie B. neblina
Nomenclatura binomiale
Bassaricyon neblina
Helgen, 2013
Sottospecie
  • B. n. hershkovitzi
  • B. n. neblina
  • B. n. osborni
  • B. n. ruber

Areale Localities of the four Olinguito subspecies in the Andes of Colombia and Ecuador - ZooKeys-324-001-g016.jpg

L'olinguito (Bassaricyon neblina Helgen, 2013)[1] è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia Procyonidae, diffuso in America Meridionale. La sua scoperta è stata resa pubblica il 15 agosto 2013 da Kristofer Helgen, curatore presso lo Smithsonian di Washington.[2][3] Il nome comune della specie è un diminutivo, in lingua spagnola, del termine Olingo, già adottato per indicare il genere Bassaricyon.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È lungo circa 35 cm e pesa circa 1 kg.[4]

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

È onnivoro. Si nutre principalmente di frutta.[3]

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Solitario e notturno, produce un solo cucciolo.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Vive nelle foreste andine della Colombia e dell'Ecuador.[2]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sottospecie[modifica | modifica sorgente]

Sono state distinte quattro sottospecie:[1]

  • B. n. hershkovitzi Helgen, 2013 - Pendici orientali delle Ande centrali della Colombia
  • B. n. neblina Helgen, 2013 - Pendici occidentali delle Ande occidentali dell'Ecuador
  • B. n. osborni Helgen, 2013 - Pendici orientali delle Ande occidentali e pendici occidentali delle Ande centrali della Colombia
  • B. n. ruber Helgen, 2013 - Distretto di Urrao, pendici occidentali delle Ande occidentali della Colombia

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Helgen KM, Pinto CM, Kays R, Helgen LE, Tsuchiya MTN, Quinn A, Wilson DE, Maldonado JE, Taxonomic revision of the olingos (Bassaricyon), with description of a new species, the Olinguito in ZooKeys, vol. 324, 15 agosto 2013, pp. 1–83, DOI:10.3897/zookeys.324.5827.
  2. ^ a b c (EN) Olinguito: 'Overlooked' mammal carnivore is major discovery da BBC News
  3. ^ a b (EN) Cute mammal species is rare discovery da CNN
  4. ^ (EN) For the First Time in 35 Years, A New Carnivorous Mammal Species is Discovered in the American Continents da Smithsonian

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]