Basil Hiley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Basil J. Hiley (Birmania, 15 novembre 1935) è un docente e fisico britannico dell'università di Londra. Ha ricevuto il premio Majorana come "Miglior persona in fisica" nel 2012. Collaboratore per un lungo periodo del fisico David Bohm, Hiley è conosciuto per il suo lavoro con Bohm sugli ordini impliciti e le descrizioni algebriche della fisica quantistica in termini di algebra di Clifford ortogonale e simplettiche sottostanti. Hiley è stato coautore del libro di Bohm "The Undivided Universe" (L'universo indivisibile) che è considerato il punto di riferimento principale sull'interpretazione della teoria quantistica di Bohm.

Il lavoro di Bohm e Hiley è caratterizzato principalmente nei confronti della domanda" se, noi possiamo avere un concetto adeguato di realtà del sistema quantistico, che questo sia casuale o sia stocastico o che sia di qualsiasi altra natura" e scontrarsi con la sfida scientifica di fornire una descrizione matematica dei sistemi quantistici che vanno incontro all'idea di ordine implicito.

Lavori[modifica | modifica wikitesto]

I lavori di Hiley si sono concentrati sulle seguenti tematiche:

  • Informazione attiva e potenziale quantistico
  • Teoria dei campi quantistica e relativistca
  • Ordini impliciti, pre-spazio e strutture algebriche
  • Proiezioni in collettori ombra
  • Relazione della teoria di De Broglie-Bohm allo spazio di fase quantistico e Wigner–Moyal
  • Gerarchie delle algebre di Clifford
  • Traiettorie osservate e una loro descrizione algebrica

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Articolo
Libri
  • David Bohm, Basil Hiley: The Undivided Universe: An Ontological Interpretation of Quantum Theory, Routledge, 1993, ISBN 0-415-06588-7
  • F. David Peat (Editor) and Basil Hiley (Editor): Quantum Implications: Essays in Honour of David Bohm, Routledge & Kegan Paul Ltd, London & New York, 1987 (edition of 1991 ISBN 978-0-415-06960-1)
Altro
  • Foreword to: "The Principles of Newtonian and Quantum Mechanics – The Need for Planck's Constant, h" by Maurice A. de Gosson, Imperial College Press, World Scientific Publishing, 2001, ISBN 1-86094-274-1
  • Foreword to the 1996 edition of: "The Special Theory of Relativity" by David Bohm, Routledge, ISBN 0-203-20386-0
  • DOI: 10.1098/rsbm.1997.0007 (abstract)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]