Bartolomeo Ruspoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bartolomeo Ruspoli
cardinale di Santa Romana Chiesa
Bartolomeo Ruspoli.jpg
Stemma Cardinale Bartolomeo Ruspoli.jpg
Nato 25 ottobre 1697 a Roma
Creato cardinale 2 ottobre 1730 da papa Clemente XII
Deceduto 21 maggio 1741 a Vignanello

Bartolomeo Ruspoli (Roma, 25 ottobre 1697Vignanello, 21 maggio 1741) è stato un cardinale italiano. Fu nominato cardinale della Chiesa cattolica da papa Clemente XII.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Moneta di Bartolomeo Ruspoli emessa nel 1721, anno in cui ricoprì l'incarico di Governatore del Conclave

Bartolomeo Ruspoli nacque a Roma il 25 agosto 1697, figlio di Francesco Maria Marescotti Ruspoli, primo principe di Cerveteri, e di Isabella Cesi, dei duchi di Acquasparta. Pronipote di papa Innocenzo XIII, fu pronipote anche del cardinale Bernardo Maria Conti per parte di madre.

Entrato nella prelatura romana quale protonotario apostolico nel 1718, venne investito dell'Ordine di Malta come cavaliere. Nominato quale governatore del conclave che si tenne nel 1721, la sua solerzia in questo incarico fu tale che il nuovo papa eletto, Innocenzo XIII, lo nominò suo Secretario del Memoriale in quello stesso anno. Segretario della sacra congregazione della Propaganda Fide dal 1724, lasciò Roma insoddisfatto dell'andamento politico della città nel 1728, abbandonando di conseguenza i propri incarichi.

Il 26 giugno 1725 ricevette gli ordini minori e tornò a Roma il 2 ottobre 1730 in occasione del concistorio nel quale venne eletto cardinale diacono. Il 5 ottobre 1730 ricevette la berretta cardinalizia ed il 22 novembre di quello stesso anno la diaconia dei santi Cosma e Damiano con dispensa per non essere ancora stato ordinato sacerdote (che ottenne il 14 dicembre 1730).

Nominato cardinale protettore dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini e dei Monaci di Montelibano nel 1738, già dal 1731 era stato nominato Gran Priore del Sacro Militare Ordine di Malta a Roma. Nel 1740 partecipò al conclave che elesse papa Benedetto XIV.

Il cardinale Ruspoli morì il 21 maggio 1741 alle 21:00 presso Palazzo Ruspoli a Vignanello dopo una lunga malattia che l'aveva costretto a ritirarsi in campagna. La sua salma venne temporaneamente sepolta nella collegiata di Vignanello ed il 12 luglio 1743, secondo la volontà da lui stesso espressa nel suo testamento, venne trasferito nella chiesa dei cappuccini dell'Immacolata Concezione a Roma ove ancora oggi si trova e dove sono visibili le sue armi cardinalizie.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Trattamenti di
Bartolomeo Ruspoli
Stemma
Trattamento di cortesia Sua Eminenza
Trattamento colloquiale Vostra Eminenza
Trattamento religioso Cardinale
I trattamenti d'onore
Balì Gran Croce di Onore e di Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Balì Gran Croce di Onore e di Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Dati riportati su www.fiu.edu
  • Galeazzo Ruspoli, I Ruspoli, Gremese Editori, 2001
Predecessore Cardinale diacono dei Santi Cosma e Damiano Successore CardinalCoA PioM.svg
Fulvio Astalli 1730-1741 Mario Bolognetti
Predecessore Gran Priore di Roma del Sovrano Militare Ordine di Malta Successore Bandiera del Sovrano Militare Ordine di Malta.png
Camillo Cybo 1731 - 1741 Girolamo Colonna di Sciarra

Controllo di autorità VIAF: 89071047