Bartolomeo Passarotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Batolomeo Passerotti, Lezione di anatomia con autoritratto, disegno, Varsavia, Biblioteca Universitaria

Bartolomeo Passerotti o Passarotti (Bologna, 15293 giugno 1592) è stato un pittore italiano.

Tra il 1550 e il 1555 l'artista fu a Roma al seguito del Vignola e poi presso Taddeo Zuccari (1555-57 o 1560). Nel 1560 si stabilì a Bologna mantenendo in contatto con l'ambiente romano.

Nel 1564-65 eseguì la pala raffigurante la Madonna e santi per la chiesa bolognese di San Giacomo Maggiore. In questa, come nella prime opere si orientò verso la tradizione pittorica emiliana di Correggio, Parmigianino e Nicolò dell'Abate, unitamente ai modi di Pellegrino Tibaldi e a suggestioni fiamminghe.

Nelle opere successive l'artista si indirizzò verso i modelli tosco-romani di Giorgio Vasari e di Prospero Fontana (Adorazione dei Magi: Bologna, Palazzo Arcivescovile; Madonna in gloria con i santi Petronio e Pietro martire, 1570 circa: Bologna, basilica di San Petronio).

Del 1583, ultima opera documentata, è la Presentazione di Maria al Tempio (Bologna, Pinacoteca Nazionale).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Angela Ghirardi, Bartolomeo Passerotti. Pittore (1529-1592) Catalogo generale, Rimini, Luisè Editore, 1990, ISBN 8885050530
  • Jane Turner (a cura di), The Dictionary of Art. 24, pp. 232-234. New York, Grove, 1996. ISBN 1-884446-00-0

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 61818880 LCCN: n88092771