Baronia del Vaud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Signoria o Baronia del Vaud fu un dominio feudale corrispondente all'incirca ai moderni cantoni svizzeri di Vaud e Friburgo, che venne data spesso in appannaggio a rami cadetti di Casa Savoia. Il suo centro amministrativo era la località di Moudon (Losanna e Friburgo, le principali città della regione, a quel tempo erano infatti sotto il dominio di altri signori).

In questa mappa che mostra l'espansione della Confederazione Svizzera, i territori segnati in giallo ed annessi nel 1536, corrispondono all'incirca a quelli appartenuti in precedenza alla Baronia del Vaud

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Baronia venne creata in seguito al processo di acquisizioni intrapreso da Pietro II di Savoia, fratello del Conte Tommaso II di Savoia (Pietro II successivamente divenne egli stesso Conte di Savoia, in seguito alla morte senza eredi diretti del nipote Bonifacio di Savoia e del costume di casa Savoia che il maschio più anziano rimasto, governasse). Queste acquisizioni cominciarono a partire dal 1234 e culminarono con la formalizzazione dei rapporti di vassallaggio della Baronia, con i Conti di Savoia e l'Impero, avvenuta nel 1286.

La Baronia fu a lungo uno stato semi-indipendente, governata da un ramo cadetto dei Savoia, capace di entrare in relazione diretta con suoi formali superiori vassallatici, gli Imperatori del Sacro Romano Impero e di combattere autonomamente al fianco dei Re di Francia nel corso della Guerra dei Cent'anni. Cessò di esistere come stato autonomo, quando l'ultima discendente dei Savoia-Vaud vendette nel 1359 i propri diritti ai cugini Conti di Savoia.

La Baronia venne in seguito integrata negli Stati Sabaudi, i cui Duchi continuarono ad accrescerla, ad esempio con l'annessione della stessa città di Friburgo tra il 1452 e il 1476. Ancora una volta, nella seconda metà del '400, la Baronia venne data in appannaggio a Giacomo di Savoia-Romont che rinunciò ad essa nel 1475 (Pace di Friburgo). Il titolo di Barone di Vaud restò poi in seguito legato a quelli riservati ai sovrani della Casa di Savoia, anche dopo che nel 1536 il Vaud venne conquistato e annesso dagli Svizzeri.[1]

Lista dei baroni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ See S. M. Lindsay and Leo S. Rowe, "Supplement: Constitution of the Kingdom of Italy", Annals of the American Academy of Political and Social Science, Vol. 5, Supp. 9 (1894), 1–44. The Statuto albertino is the constitution referred to.