Barnadesioideae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Barnadesioideae
Barnadesia.jpg
Fiore di Barnadesia sp.
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Barnadesioideae
K.Bremer & R.K.Jansen, 1992
Tribù Barnadesieae
D. Don
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi II
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Barnadesioideae
Tribù Barnadesieae
Generi

Barnadesioideae K.Bremer & R.K.Jansen, 1992 è una sottofamiglia delle Asteraceae, endemica del Sud America.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La sottofamiglia comprende specie erbacee, arbustive ed arboree che possono raggiungere i 30 m di altezza.
Le differenti specie si caratterizzano per la presenza sulle corolle, gli acheni e il pappo di lunghi peli tricellulari detti "tricomi barnadesioidi", costituiti da una lunga cellula filiforme, unita ad una cellula rigonfia, che a sua volta si fissa ad una cellula epidermica basale. La maggior parte delle specie presentano inoltre peculiari spine ascellari per lo più in coppie, ma in alcune specie anche singole o a gruppi di 3-5.[1][2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'areale della sottofamiglia è limitato al Sud America e più precisamente alla regione andina, dal Venezuela sino alla Patagonia, al Cile centrale e al Brasile.[2]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

La sottofamiglia Barnadesioideae comprende una unica tribù, Barnadesieae (in passato inquadrata come sottotribù, Barnadesiinae, della tribù Mutisieae), 9 generi, oltre 90 specie.[3][4][5] Evidenze molecolari suggeriscono che la sottofamiglia Barnadesioideae sia il sister group di tutte le altre sottofamiglie delle Asteraceae.[6] [7]
Comprende i seguenti generi:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bremer K., Asteraceae: Cladistics and classification, Portland, OR, Timber Press, 1994.
  2. ^ a b Joachim W. Kadereit,Charles Jeffrey, The families and genera of vascular plants. Flowering plants: Eudicots; Asterales, Springer, 2007, p.87.
  3. ^ Panero J. L. and V. A. Funk, Toward a phylogenetic subfamilial classification for the Compositae (Asteraceae) in Proc. Biol. Soc. Wash. 2002; 115: 909-922.
  4. ^ Panero, J. L., and V. A. Funk, The value of sampling anomalous taxa in phylogenetic studies: major clades of the Asteraceae revealed in Mol. Phylogenet. Evol. 2008; 47: 757-782.
  5. ^ Funk et al. 2009, op. cit., p.176
  6. ^ Gustafsson MHG, Pepper ASR, Albert VA and Kallersjo M, Molecular phylogeny of the Barnadesioideae (Asteraceae) in Nordic J. Bot 2001; 21: 149–160.
  7. ^ Urtubey E, Stuessy TF, New Hypotheses of Phylogenetic Relationships in Barnadesioideae (Asteraceae) Based on Morphology in Taxon 2001; 50(4): 1043–1066.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica