Barisone II di Torres

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Barisone II di Torres

Barisone II di Torres (... – Messina, ...) fu Giudice di Torres dal 1153 al 1190. Era figlio di Gonario II, che aveva seguito san Bernardo di Chiaravalle nel monastero di Clairvaux. L'ultimo documento nel quale compare, accanto a suo figlio Costantino II, è del 1190 Condaghe di Barisone II; subito dopo raggiunse Messina dove forse morì nell'ospedale di San Giovanni d'Oltremare (probabilmente S. Giovanni di Malta), che le fonti sarde esagerano dicendolo fondato dalla nonna Marcusa[1]. A lui si devono le prime aperture verso i Genovesi e i Catalani tramite un'accorta politica matrimoniale.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Libellus Judicum Turritanorum

La chiesa di Sal Giovanni divenne il centro della presenza dei Cavalieri di Malta dopo la cacciata da Rodi nel 1136, prima che si trasferissero definitivamente a Malta.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Giudice di Torres Successore Torre Merlata del Giudicato di Torres.svg
Gonario II 1153 - 1186 Costantino II