Bardanes Tourkos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Bardanes, soprannominato Tourkos, "il Turco" (in greco: Βαρδάνης ὁ Τοῦρκος) (... – ...), fu un generale bizantino di origine armena che tentò di ribellarsi senza successo all'imperatore Niceforo I nell'803.

Nonostante fosse tra i principali sostenitori dell'Imperatrice Irene di Atene, subito dopo la deposizione di lei fu nominato da Niceforo comandante in capo delle truppe anatoliche. In disaccordo con l'Imperatore per le posizioni religiose di questi, marciò nel luglio del 803 alla volta della capitale, senza tuttavia ricevere l'appoggio della popolazione. A questo punto alcuni tra i suoi sostenitori disertarono da lui, riluttanti a scontrarsi con le forze lealiste, e Bardane stesso scelse di arrendersi. Venne accecato, ma ebbe comunque la possibilità di ritirarsi in un monastero, dove morì indossando l'abito talare.

La figlia Tecla sposò Michele II l'Amoriano, che aveva combattuto ai suoi ordini, e divenne imperatrice.