Barbara De Rossi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Barbara De Rossi (Roma, 9 agosto 1960) è un'attrice e conduttrice televisiva italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1976 vince il concorso di bellezza Miss Teenager in cui presidente della giuria era il regista Alberto Lattuada, che, dopo averle fatto l'anno successivo un provino (incluso insieme a quello di altre esordienti in Fanciulle in fiore, un servizio da lui realizzato per il rotocalco televisivo Odeon. Tutto quanto fa spettacolo), la fa debuttare al cinema come figlia di Marcello Mastroianni in Così come sei (1978) e di Virna Lisi in La cicala (1980). Dal 1978 al 1982 è stata anche interprete di molti fotoromanzi (ben 108) pubblicati dalla casa editrice Lancio.[1]

Nel 1982 ottiene molta popolarità interpretando lo sceneggiato televisivo di Franco Rossi Storia d'amore e d'amicizia, in cui recitò accanto a Claudio Amendola, Ferruccio Amendola, Massimo Bonetti ed Elena Fabrizi. Nel 1983 torna al cinema con due pellicole: il film in costume di Giacomo Battiato I paladini - Storia d'armi e d'amori, che la vede protagonista al fianco di un attore americano esordiente: Ronn Moss (divenuto poi celebre per il ruolo di Ridge Forrester nella soap opera Beautiful) e la commedia Son contento interpretata accanto a Francesco Nuti e diretta da Maurizio Ponzi.

Ma la consacrazione definitiva le arriva l'anno seguente con il ruolo della giovane marchesa eroinomane Titti Pecci Scialoja nella prima miniserie della saga televisiva La piovra diretta da Damiano Damiani, in cui recita accanto a Michele Placido ed Angelo Infanti, che la lancia a livello internazionale. Il successo prosegue nel 1985 con altre due miniserie televisive dal grande seguito: Quo vadis? di Franco Rossi, ambientata nell'Antica Roma, in cui interpreta la schiava Eunice accanto a Frederic Forrest, ed Io e il duce di Alberto Negrin in cui interpreta la parte di Claretta Petacci, in cui recita accanto ad attori come Bob Hoskins, Anthony Hopkins, Susan Sarandon, Annie Girardot e Vittorio Mezzogiorno.

Nello stesso anno è protagonista al cinema del film di Carlo Lizzani Mamma Ebe accanto a Stefania Sandrelli, Alessandro Haber e Berta D. Dominguez. Nel 1986 è invece tra i protagonisti, assieme a Brad Davis, del film per la televisione in due puntate Il cugino americano di Giacomo Battiato di cui viene distribuita all'estero una riduzione cinematografica. Nel 1987 è protagonista al cinema del film thriller Caramelle da uno sconosciuto di Franco Ferrini e di Vado a riprendermi il gatto di Giuliano Biagetti in cui interpreta in entrambi i casi una prostituta e nello stesso anno è la protagonista del film tv Uomo contro uomo di Sergio Sollima in cui interpreta una professoressa delle medie che lotta contro la ndrangheta.

Nel 1988 lavora ancora per il cinema, recitando nell'horror Nosferatu a Venezia per la regia di Augusto Caminito (anche se in realtà il film fu girato da Mario Caiano e Luigi Cozzi) in cui lavora accanto a Klaus Kinski, mentre nel 1989 lavora in due film francesi: L'orchestre rouge di Jacques Rouffio e Giorni felici a Clichy di Claude Chabrol (quest'ultimo assieme ad altre due attrici italiane: Anna Galiena ed Eva Grimaldi); in Italia nello stesso anno prende parte al film TV Due madri ed in seguito partecipa alle due stagioni della miniserie televisiva Pronto soccorso trasmesse nel 1990 e nel 1992, dirette da Francesco Massaro ed interpretate accanto a Ferruccio Amendola, Claudio Amendola (gia suoi partner in Storia d'amore e d'amicizia) e Maria Fiore.

Sempre nel 1992 ottiene ancora notevoli consensi con un'altra miniserie televisiva La storia spezzata con Angiolina Quinterno, nella quale interpreta il complesso ruolo di una donna alcolizzata, sceneggiato che ha un seguito nel 1995 con il titolo Storia di Chiara. Nel 1993 è protagonista della miniserie La scalata e nel 1994 è al fianco di Johnny Dorelli nel film TV Si, ti voglio bene. Nel 1994 torna al cinema recitando nella commedia Maniaci sentimentali esordio alla regia di Simona Izzo in cui lavora accanto a Ricky Tognazzi, Monica Scattini, Alessandro Benvenuti e Clelia Rondinella.

Indefessa lavoratrice in pochi anni colleziona numerosi altri successi televisivi: Dove comincia il sole, La missione, La casa dove abitava Corinne, La casa dell'angelo e Il commissario Raimondi con Marco Columbro, col quale ha portato in scena il suo primo lavoro teatrale, L'anatra all'arancia.

Nel 1997 ha ancora il ruolo della protagonista nella fiction RAI, In fondo al cuore. Nell'autunno 2000 è protagonista di altre due miniserie tv di Rai 1, Senso di colpa e Inviati speciali. Nel 2002 lavora per Alberto Manni nella fiction di Rai 2 Cinecittà e nel 2003 esce al cinema il film commedia Il pranzo della domenica diretto da Carlo Vanzina, che la vede tra i protagonisti assieme a Maurizio Mattioli, Elena Sofia Ricci, Giovanna Ralli, Rocco Papaleo, Massimo Ghini e Galatea Ranzi.

Dopo la miniserie TV del 2004 Amiche interpretata con Maria Amelia Monti, Claudia Koll e Lorella Cuccarini con la regia di Paolo Poeti e due stagioni della fiction La stagione dei delitti di Claudio Bonivento interpretata assieme a Cristina Moglia (entrambe le serie sono state trasmesse da Rai 2), Vanzina la dirige a fianco di Massimo Boldi nelle cinque stagioni della miniserie di successo, Un ciclone in famiglia in onda su Canale 5; Boldi e la De Rossi lavoreranno ancora insieme in un'altra fiction Mediaset Fratelli Benvenuti che però non otterrà successo ed al cinema nella commedia del 2007 Matrimonio alle Bahamas in cui la De Rossi appare in un cameo.

Partecipa all'edizione 2010 del varietà-talent di Rai 1 Ballando con le stelle condotto da Milly Carlucci, arrivando con il partner Simone Di Pasquale terza classificata. Nel 2012 prende parte, in veste di opinionista, ad alcune puntate del reality show di Rai 2 L'isola dei famosi, con la conduzione di Nicola Savino ed in primavera è una dei protagonisti della fiction di Canale 5 Le tre rose di Eva in cui interpreta il ruolo di Eva Taviani e del film-tv L'una e l'altra interpretato accanto a Christopher Lambert e Paola Perego trasmesso sempre su Canale 5, mentre nell'autunno seguente è protagonista del film-tv di Rai 1 La vita che corre incentrato sulle morti sulla strada.

Sempre nell'autunno del 2012 prende anche parte come concorrente alla seconda edizione del talent show di Rai 1 Tale e Quale Show condotto da Carlo Conti; tra le imitazione da lei proposte Amanda Lear, Gabriella Ferri, Claudia Mori, Patty Pravo, Rocky Roberts (per la cui imitazione vince il premio speciale dei coach Miglior immagine), Rita Hayworth, Boy George e nella finale imita Noemi in Sono solo parole. Il 3 maggio 2013 debutta nella conduzione di Amore criminale, in sostituzione di Luisa Ranieri; il programma va in onda in prima serata su Rai 3 per sei settimane con buoni ascolti, mentre nel mese di giugno va in onda su Canale 5 la miniserie Pupetta - Il coraggio e la passione che la vede protagonista assieme a Manuela Arcuri, Eva Grimaldi e Ben Gazzara.

Nell'autunno successivo esce nei cinema il film Universitari - Molto più che amici diretto da Federico Moccia in cui la De Rossi interpreta la madre di una delle protagoniste. Nella primavera 2014 conduce per il secondo anno Amore criminale su Rai 3, alla cui conduzione è confermata anche per il successivo ciclo di puntate in onda nell'autunno seguente.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Il 9 gennaio 1988 si sposa una prima volta con Andrea Busiri Vici, ma la coppia divorzia nel 1990. Cinque anni più tardi, si sposa con il ballerino serbo Branko Tesanovic, dal quale ha una figlia, Martina, nata nello stesso anno. Il 26 aprile 2010, con un comunicato, la De Rossi annuncia l'intenzione di separarsi anche dal secondo marito per incompatibilità di carattere e incomprensioni[2].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

  • L'anatra all'arancia, con Marco Columbro (1997)

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Conduzioni televisive[modifica | modifica sorgente]

Altre esperienze[modifica | modifica sorgente]

Premi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.fotoromanzi-topilio.it/001%20ATTORI/barbaraderossi1.htm
  2. ^ Dal settimanale Oggi

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]