Barbara Baraldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Barbara Baraldi

Barbara Baraldi (Mirandola, ...) è una scrittrice e sceneggiatrice italiana. Attualmente vive in provincia di Modena. Il suo romanzo d'esordio è La ragazza dalle ali di serpente (Zoe), uscito nel 2007 sotto lo pseudonimo di Luna Lanzoni. Come autrice di noir, Barbara ha ricevuto per due anni consecutivi il Premio Mario Casacci coi racconti "Dorothy non vuole morire" e "La sindrome felicità repulsiva".

Il suo racconto Una storia da rubare è risultato vincitore del XXXIII Premio Gran Giallo Città di Cattolica. La novella La collezionista di sogni infranti (PerdisaPop) esce a fine 2007 per una collana curata da Luigi Bernardi. Nel 2008 Mondadori le dedica un'uscita del periodico Il Giallo Mondadori Presenta, pubblicando due romanzi: La bambola dagli occhi di cristallo e Il giardino dei bambini perduti. A febbraio del 2009 esce il sequel de La collezionista di sogni infranti, intitolato La casa di Amelia (PerdisaPop). Il 2010 si apre con la pubblicazione a febbraio di Bambole pericolose nel periodico Il Giallo Mondadori (seguito de La bambola dagli occhi di cristallo) e di Lullaby - La ninna nanna della morte, a marzo, che inaugura la collana Le torpedini di Castelvecchi.

Nel maggio del 2010 esce in Inghilterra, per l'editore John Blake Publishing, il suo romanzo The Girl with the Crystal Eyes, traduzione in lingua anglosassone de La bambola dagli occhi di cristallo. Nel 2011, Barbara è protagonista del documentario BBC Italian noir, che vede insieme a lei la partecipazione di Carlo Lucarelli, Andrea Camilleri, Massimo Carlotto e Giancarlo De Cataldo.

Scarlett (Arnoldo Mondadori Editore) segna l'esordio di Baraldi nell'urban fantasy e nella letteratura per ragazzi. Prima ancora della sua uscita nelle librerie italiane, il romanzo è stato venduto all'estero[1]. Il secondo volume della saga di Scarlett esce nel 2011, e si intitola Scarlett - Il bacio del demone (entrambi i romanzi hanno avuto enorme successo, Scarlett ha infatti vinto il "Premio Valtenesi" come miglior romanzo per ragazzi). Nel 2012 esce Un sogno lungo un'estate per la collana Carta bianca di Einaudi ragazzi. Nello stesso anno esordisce come sceneggiatrice di Dylan Dog, con la storia intitolata Il bottone di madreperla pubblicata sulla testata "Dylan Dog color fest" n.9 su disegni di Paolo Mottura. Il 2013 inizia con la pubblicazione del racconto L'amante nella collana XS Mondadori. Alla fine del mese di gennaio esce per Mondadori il romanzo Striges - La promessa immortale, primo volume di una serie urban fantasy la cui tematica è la stregoneria.

Nel marzo del 2014 esce in libreria Striges - La voce dell'ombra (Mondadori), e contemporaneamente viene annunciata dall'editore la prossima pubblicazione del terzo volume della saga Scarlett. In aprile viene dato alle stampe Aurora - Sleeping beauty, romanzo ispirato alla fiaba La bella addormentata nel bosco. Il volume contiene le illustrazioni di Lucio Parrillo ed è pubblicato dall'editore Pavesio. Nel maggio dello stesso anno viene annunciata la sua collaborazione con la Walt Disney Company come creatrice della serie a fumetti Real Life, pubblicata in tutto il mondo (in Italia da Panini comics).

Opere[modifica | modifica sorgente]

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • 2007
    • La ragazza dalle ali di serpente (Zoe)
    • Una storia da rubare, racconto pubblicato in appendice del n.1 del periodico Il Giallo Mondadori Presenta
    • Dorothy non vuole morire, racconto pubblicato nell'antologia Anonima assassini: I delitti di Orme Gialle (Tagete)
    • Attrazione letale, racconto pubblicato nell'antologia Gli Occhi dell'Hydra (Domino)
    • La collezionista di sogni infranti (PerdisaPop)
  • 2008
    • La sindrome felicità repulsiva, racconto pubblicato nell'antologia Anonima assassini 2: I delitti di Orme Gialle (Tagete)
    • La Bambola dagli occhi di Cristallo (Mondadori), romanzo pubblicato nel n.9 del periodico Il Giallo Mondadori Presenta
    • Il Giardino dei Bambini Perduti (Mondadori), romanzo pubblicato nel n.9 del periodico Il Giallo Mondadori Presenta
    • Soave, racconto pubblicato in appendce del n.9 del periodico Il Giallo Mondadori Presenta
  • 2009
    • Il ponte dei desideri, racconto pubblicato nel n.14 del periodico Writer's magazine Italia
    • La casa di Amelia (PerdisaPop)
    • La casa dagli specchi rotti, romanzo breve pubblicato nell'antologia Il mio vizio è una stanza chiusa (Il Giallo Mondadori)
  • 2010
    • Bambole pericolose (Mondadori), romanzo pubblicato nel n.2997 del periodico Il Giallo Mondadori
    • Lullaby - La ninna nanna della morte (Castelvecchi)
    • Scarlett (Mondadori)
  • 2011
    • La Bambola dagli occhi di Cristallo (Castelvecchi)
    • Scarlett - Il bacio del demone (Mondadori)
    • Bloodymilla (Delosbooks)
    • La noia (Milanonera), racconto pubblicato in ebook
    • 101 misteri di Bologna (che non saranno mai risolti) (Newton Compton)
  • 2012
    • Un sogno lungo un'estate (Einaudi)
    • Il bottone di madreperla, storia a fumetti pubblicata nel n.9 del periodico "Dylan Dog color fest"
  • 2013
    • L'amante (Mondadori), racconto pubblicato in ebook nella collana XS
    • Paziente 99 (Delos books), racconto lungo pubblicato in ebook nella collana Robotica
    • Striges - La promessa immortale (Mondadori)
    • Misteri, crimini e storie insolite di Bologna (Newton & Compton)
  • 2014
    • Striges - La voce dell'ombra (Mondadori)
    • Aurora - Sleeping beauty (Pavesio)

Premi letterari vinti[modifica | modifica sorgente]

  • 2011: Premio Valtenesi per Scarlett come miglior romanzo per ragazzi
  • 2010: Premio Prioreschi - Il Tirreno per Lullaby - La ninna nanna della morte come miglior noir
  • 2009: Premio Orme Gialle con Ossessione
  • 2007: Premio Mario Casacci con La sindrome felicità repulsiva
  • 2006: Premio Mario Casacci con Dorothy non vuole morire
  • 2007: Premio Gran Giallo Città di Cattolica con Una storia da rubare

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dai vampiri buoni agli angeli caduti CosÏ cambiano i gusti dei ragazzi

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]