Bandiera rossa (canzone)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La bandiera rossa in un'immagine stilizzata

Bandiera rossa è il titolo di una tradizionale canzone popolare dei lavoratori italiani di matrice comunista e socialista.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Essa rappresenta l'unico inno della classe operaia italiana che possa considerarsi come un vero canto popolare di tradizione orale, formata da due diverse melodie di largo uso popolare sin dal XIX secolo, trovando ascendenza sia melodica che testuale in un canto repubblicano della metà dell'800[1].

« Avanti popolo con la riscossa

bandiera rossa bandiera rossa
avanti popolo con la riscossa
bandiera rossa bandiera rossa.

Bandiera rossa la trionferà
viva la repubblica viva la repubblica
bandiera rossa la trionferà
viva la repubblica la libertà. »

La canzone oggi nota nasce all'inizio del XX secolo: il testo, scritto originariamente da Carlo Tuzzi nel 1908, ha subito negli anni diverse modifiche. Ne viene riportata una versione comunista.

« Avanti o popolo, alla riscossa,

Bandiera rossa, Bandiera rossa
Avanti o popolo, alla riscossa,
Bandiera rossa trionferà.

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Evviva il comunismo e la libertà.

Degli sfruttati l'immensa schiera
La pura innalzi, rossa bandiera.
O proletari, alla riscossa
Bandiera rossa trionferà.

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Il frutto del lavoro a chi lavora andrà.

Dai campi al mare, alla miniera,
All'officina, chi soffre e spera,
Sia pronto, è l'ora della riscossa.
Bandiera rossa trionferà.

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Soltanto il comunismo è vera libertà.

Non più nemici, non più frontiere:
Sono i confini rosse bandiere.
O comunisti, alla riscossa,
Bandiera rossa trionferà.

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Evviva Lenin, la pace e la libertà. »

Nella musica moderna[modifica | modifica sorgente]

  • Due versi iniziali di questa canzone sono stati parodiati dal cantante Zucchero Fornaciari, che non ha mai nascosto la sua adesione agli ideali comunisti, nella canzone Per colpa di chi. Nella versione registrata, canta "Oh avanti popolo, con la Lambretta rossa", e in un'altra parte delle canzone "Oh avanti popolo, con la chitarra rossa".
  • Gli Osanna, gruppo di punta del rock progressivo italiano, nel 1971 inseriscono l'inciso di Bandiera Rossa all'interno del brano Mirror train attraverso un fraseggio di chitarra in stile hendrixiano.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ «Bandiera Rossa» storia d'Italia. La lunga storia di un inno popolare, di origine repubblicana e garibaldina. Consultato il 26/8/2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]