Bandiera dell'Albania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flamuri i Shqipërisë
Flamuri i Shqipërisë
Proporzioni 5:7
Simbolo FIAV Bandiera nazionale e bandiera navale di stato
Colori RGB

██ (R:206 G:17 B:38)

██ (R:0 G:0 B:0)

Uso Bandiera civile e di stato
Tipologia nazionale
Adozione 7 aprile 1992
Nazione Albania
Altre bandiere ufficiali
Bandiera navale civile bandiera Bandiera navale civile Bandiera navale civile Bandiera normale o bandiera di diritto 2:3
Bandiera navale governativa bandiera Bandiera navale governativa Bandiera navale di stato Bandiera normale o bandiera di diritto 2:3
Bandiera navale militare bandiera Bandiera navale militare Bandiera navale militare Bandiera normale o bandiera di diritto
Stendardo presidenziale bandiera Stendardo presidenziale Simbolo vessillologico Bandiera normale o bandiera di diritto
Fotografia
Flag of Albania Butrint.jpg

Bandiera albanese a Butrinto

La bandiera albanese è una bandiera rossa con un'aquila nera a due teste al centro. Deriva dal simile sigillo di Giorgio Castriota Scanderbeg, un albanese del XV secolo, il quale guidò la rivolta contro l'Impero Ottomano che risultò in una breve indipendenza dell'Albania, dal 1443 al 1478. L'aquila bicipite è l'insegna araldica tipica dell'impero bizantino. Tuttavia, secondo Fan Stilian Noli la famiglia dei Castriota è probabile che se ne fosse appropriata non tanto per vanto di origini legate alle famiglie imperiali d'Oriente quanto perché, in origine, Paolo Castriota, avo di Scanderbeg, essendo signore di due castelli con le relative cittadine, ne voleva simboleggiare il possesso. L'attuale bandiera è stata adottata ufficialmente il 7 aprile 1992, ma le bandiere precedenti, quella del Regno d'Albania e quella dello Stato comunista del dopoguerra, erano praticamente identiche. La prima recava l'elmo di Scanderbeg sopra l'aquila, mentre la seconda aveva una stella rossa bordata di giallo.

Bandiere storiche[modifica | modifica wikitesto]

.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]