Bandiera dell'ACT

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
proporzioni: 1:2

Sebbene Il Territorio della Capitale Australiana (in inglese Australian Capital Territory - ACT) esista dal 1911 ed abbia un proprio governo dal 1989, non ha mai avuto una propria bandiera fino all'adozione dell'attuale, avvenuta il 25 marzo 1993 a seguito di una competizione tra artisti e residenti nell'ACT, vinta da Ivo Ostyn.

La bandiera dell'ACT utilizza 3 colori - blu, giallo oro e bianco - ed è divisa in due parti: la parte sinistra occupa un terzo della bandiera ed è di colore blu, la parte destra è di color giallo-oro ed occupa i restanti due terzi.

Nella parte sinistra, su sfondo blu, compare la costellazione stilizzata della Croce del Sud come nella bandiera dell'Australia, con cinque stelle bianche (quattro a sette punte e una a cinque punte).

Nella parte destra, su sfondo giallo-oro, compare una versione modificata dello stemma della città di Canberra[1]: uno scudo sostenuto[2] da due cigni, uno blu (in origine nero, quale citazione del Cigno Nero australiano, a rappresentare il popolo nativo aborigeno australiano) e l'altro bianco (Cigno Reale euroasiatico, a rappresentazione dei coloni europei), al cui interno compaiono cinque simboli: un castello a tre torri, che simboleggia la tradizionale dignità e importanza della città di Canberra; la spada della giustizia che rappresenta il potere esecutivo del governo federale; lo scettro del parlamento che rappresenta il potere legislativo del Parlamento federale; la corona imperiale simboleggia l'autorità sovrana del Commonwealth; e infine la rosa di York in onore del ruolo determinante del Duca di York nella scelta di Canberra come sito del governo australiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) For King Law and Mob http://www.davesact.com/2010/07/for-king-law-and-mob.html
  2. ^ (EN) Supporter in Heraldry (http://en.wikipedia.org/wiki/Supporter)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia