Bandiera dei Trentatré Orientali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera dei Trentatré Orientali

La Bandiera dei Trentatré Orientali è uno dei simboli nazionali della Repubblica Orientale dell'Uruguay. Fu riconosciuta come tale con un legge del 26 agosto del 1825 e commemora lo sbarco dei Trentatré Orientali nella Spiaggia dell'Agraciada, effettuato il 19 aprile del 1825.

Ha le stesse proporzioni della Bandiera dell'Uruguay. È costituita da tre strisce orizzontali della stessa larghezza: la prima blu, la seconda bianca e la terza rosso intenso; la seconda ha una iscrizione che recita "Libertad o Muerte" ("Libertà o Morte").

La bandiera originale fu rubata il 16 luglio del 1969 da membri del gruppo di orientamento anarchista Organización Popular Revolucionaria 33 Orientales (OPR 33) nel contesto del conflitto sociale anteriore al colpo di stato del 27 di giugno 1973 che diede inizio alla dittatura uruguaiana. Fino ad oggi, la bandiera non è ricomparsa.

Hugo Cores, che fu membro della OPR33, afferma che con i sequetri dei militanti di questo gruppo negli anni '70, i militari avrebbero riottenuto la bandiera. Identifica come partecipante a questi fatti l'ex-militare José Gavazzo, ora in carcere per violazione dei diritti umani.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Hugo Cores, Memorias de la Resistencia.
  • Alfonso Lessa, La Revolución Imposible.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia