Band Hero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Band Hero
Sviluppo Neversoft
Pubblicazione Activision
Data di pubblicazione Stati Uniti 3 novembre 2009
Europa 6 novembre 2009
Australia 25 novembre 2009
Genere Musicale
Modalità di gioco Singolo giocatore, multiplayer
Piattaforma PlayStation 2, PlayStation 3, Wii, Xbox 360, Nintendo DS
Supporto DVD-ROM, Blu-ray Disc, cartuccia
Periferiche di input Controller a forma di chitarra, batteria e microfono, Guitar Grip

Band Hero è un'espansione della serie videoludica Guitar Hero; il titolo è sviluppato per i principali formati da Neversoft e la sua uscita sul suolo europeo è avvenuta il 6 novembre 2009.

Strumenti[modifica | modifica wikitesto]

Versione console[modifica | modifica wikitesto]

La versione casalinga del titolo è uscita su tutte e tre le piattaforme con un set di controller-strumenti nuovi:

  • la chitarra è stata modificata per essere più robusta e meno soggetta a malfunzionamenti, implementando un nuovo touchpad digitale in sostituzione di quello presente nel controller-chitarra di Guitar Hero World Tour che era analogico. Anche questo modello ha i faceplates (la parte frontale, che ora è rosso scuro con un finto battipenna bianco) staccabili e intercambiabili.
  • la batteria cambia parzialmente nel design (i piatti sono tondi e non più semicircolari) e si rinforza anch'essa grazie ad una struttura d'appoggio in metallo più robusta, invece che in plastica. Il pedale rimane ora attaccato alla base, risolvendo un fastidioso problema della vecchia batteria in cui pedale non era fissabile e tendeva quindi a scivolare sotto il piede con l'uso.

Il microfono usb è lo stesso del bundle di Guitar Hero World Tour.

Il gioco permette comunque come sempre di utilizzare tutti i controller di tutti i capitoli della serie.

Versione portatile[modifica | modifica wikitesto]

La versione per Nintendo DS inevitabilmente non può affidarsi alla strumentazione dei titoli casalinghi ma dato che il team di sviluppo aveva intenzione di replicare l'intera esperienza del titolo principale ha pensato bene di sfruttare alcune caratteristiche tipiche della console Nintendo e di aggiungere qualche novità: se per la parte di chitarra Neversoft ha deciso di affidarsi al Guitar Grip lanciato con i capitoli portatili della serie On Tour, per la voce la scelta è ricaduta ovviamente sull'utilizzo del microfono interno in dotazione al DS; cioè chi invece aggiunge un elemento distintivo al gioco è la batteria, per simulare la quale è stata studiata una periferica apposita consistente in una sorta di rivestimento con quattro piccoli pad ai lati del Nintendo DS da premere con le dita.

Special Guest[modifica | modifica wikitesto]

Anche in questo capitolo non mancano i cantanti famosi che hanno contribuito sia nella musica che prestandosi a farsi riprodurre tra i personaggi del gioco. In Band Hero compaiono:

Quest'ultima è stata la testimonial del lancio mondiale, comparendo nello spot commerciale[1] e in un faceplate per la chitarra personalizzato con la sua immagine e la sua firma.

Tracklist[modifica | modifica wikitesto]

A differenza dei titoli della serie Guitar Hero la tracklist di Band Hero è più incentrata sul pop rock lasciando meno spazio ai virtuosismi strumentali. Da notare come, pur trattandosi del medesimo titolo, la tracklist della versione portatile di Band Hero è sensibilmente diversa da quella della versione per console, non solo dal punto vista del numero dei brani presenti ma proprio dai brani stessi. Qua di seguito sono riproposte le tracklist di entrambi i formati.

Console[modifica | modifica wikitesto]

La versione per console casalinghe contiene in tutto 65 canzoni. Qua di seguito le tracce:

Nintendo DS[modifica | modifica wikitesto]

La versione Nintendo DS di Band Hero contiene 30 tracce e sono le seguenti:

Controversie e censure[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno dopo il rilascio del titolo in America, è giunta notizia di una causa legale intentata dai No Doubt nei confronti della Activision[2]. Don't Speak e Just a Girl vengono eseguiti con la band riprodotta virtualmente (e fedelmente) sullo schermo e il giocatore ha la possibilità, dopo aver eseguito questi brani, di sbloccare tutti i componenti e usarli a piacimento come alter ego per suonare tutte le altre canzoni della tracklist del gioco. Nonostante abbiano collaborato attivamente alla realizzazione del titolo (prestandosi anche a sessioni di motion capture per riprodurre movimenti, espressioni e labiale tipici del loro stile), i No Doubt hanno espresso disaccordo per quest'ultima possibilità, in particolare Gwen Stefani si sarebbe detta contrariata dal fatto che sia possibile far cantare al suo personaggio una canzone piena di riferimenti sessuali come Honky Tonk Women, dei Rolling Stones, tra l'altro con voce maschile dal momento che il gioco utilizza i brani in traccia originale[3]. La Activision dal suo canto ha ribadito che sul contratto firmato dalla band era presente una clausola che autorizzava lo sfruttamento dell'immagine dei componenti in questo senso, rigettando dunque ogni accusa.

Inoltre, eseguendo i brani in modalità canto, si notano delle censure in alcuni testi. In certi casi, come You Had Me, Sugar, We're Goin Down o A Million Ways i tagli sono stati operati per eliminare ogni possibile riferimento sessuale[4], dato che il gioco è dichiaratamente destinato a famiglie e persone di giovanissima età. In American Pie, invece, la parola fatta sparire è "whiskey", nel ritornello.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ YouTube
  2. ^ √ Guerra legale tra Activision e No Doubt per 'Band Hero' - Rockol
  3. ^ Gwen Stefani fa causa a Band Hero - E! Online
  4. ^ Activision censura i brani di Band Hero! - News Multi | Console-Tribe

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi