Banca Centrale del Brasile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banca Centrale del Brasile
(PT) Banco Central do Brasil
Logo
Stato Brasile Brasile
Fondazione 31 dicembre 1964
Sede principale Brasilia, Distretto Federale
Persone chiave Alexandre Tombini (Presidente)
Dipendenti 4.468 (2012)
Sito web www.bc.gov.br

La Banca Centrale del Brasile (Portoghese: Banco Central do Brasil) è stata costituita il 31 dicembre 1964.

La Banca Centrale è collegata al Ministero delle Finanze e, come tutte le altre banche centrali, è la principale autorità monetaria del paese. L’autorità alla Banca Centrale è stata conferita al momento della fondazione da tre diverse istituzioni: l'Ufficio della Valuta e del Credito (SUMOC), la Banca del Brasile (BB) e il Tesoro Nazionale.

Uno dei principali strumenti di politica monetaria della Banca Centrale del Brasile è il tasso overnight, denominato tasso Selic (PT: Sistema Especial de Liquidação e Custodia).

La Banca è attiva nel promuovere una politica di inclusione finanziaria ed è un membro di spicco dell’Alleanza per l'inclusione finanziaria, un’associazione che incoraggia l’interazione e lo scambio e di delle conoscenze di settore tra policy makers, banchieri e stakeholder del settore finanziario[1].

La Banca Centrale è anche una delle diciassette istituzioni di regolamentazione dei programmi nazionali di inclusione finanziaria nel quadro della dichiarazione Maya[2].

Elenco dei Presidenti[modifica | modifica sorgente]

Dall’anno della fondazione (1964) ad oggi si sono alternati al vertice della Banca Centrale del Brasile ventotto presidenti[3]:

Progr. Presidente Periodo
I Dênio Chagas Nogueira 12 aprile 1965 - 21 marzo 1967
II Rui Aguiar da Silva Leme 31 marzo 1967 - 8 febbraio 1968
III Ari Burguer (interim) 8 febbraio 1968 - 20 febbraio 1968
IV Ernane Galvêas 21 febbraio 1968 - 15 marzo 1974
V Paulo Hortêncio Pereira Lira 15 marzo 1974 -15 marzo 1979
VI Carlos Brandão 15 marzo 1979 - 17 agosto 1979
VII Ernane Galvêas 17 agosto 1979 - 18 gennaio 1980
VIII Carlos Geraldo Langoni 18 gennaio 1980 -5 settembre 1983
IX Affonso Celso Pastore 5 settembre 1983 - 14 marzo 1985
X Antonio Carlos Braga Lemgruber 15 marzo 1985 - 28 agosto 1985
XI Fernão Carlos Botelho Bracher 28 agosto 1985 - 11 febbraio 1987
XII Francisco Gros 11 febbraio 1987 - 30 aprile 1987
XIII Lício de Faria (interim) 30 aprile 1987 - 4 maggio 1987
XIV Fernando Milliet 5 maggio 1987 - 9 marzo 1988
XV Elmo de Araújo Camões 9 marzo 1988 - 22 giugno 1989
XVI Vadico Valdir Bucchi 23 giugno 1989 - 14 marzo 1990
XVII Ibrahim Eris 15 marzo 1990 - 17 maggio 1991
XVIII Francisco Gros 17 maggio 1991 - 13 novembre 1992
XIX Gustavo Loyola 13 novembre 1992 - 26 marzo 1993
XX Paulo César Ximenes 26 marzo 1993 - 9 settembre 1993
XXI Pedro Malan 9 settembre 1993 - 31 dicembre 1994
XXII Gustavo Henrique de Barroso Franco (interim) 31 dicembre 1994 - 11 gennaio 1995
XXIII Pérsio Arida 11 gennaio 1995 - 13 giugno 1995
XXIV Gustavo Jorge Laboissière Loyola 13 giugno 1995 - 20 agosto 1997
XXV Gustavo Henrique de Barroso Franco 20 agosto 1997 - 4 settembre 1999
XXVI Arminio Fraga 4 settembre 1999 - 1º gennaio 2003
XXVII Henrique Meirelles 1º gennaio 2003 - 31 dicembre 2010
XXVIII Alexandre Tombini 1º gennaio 2011 -

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) “Who we are” sul sito ufficiale della Alliance for Financial Inclusion
  2. ^ (EN) “Maya Declaration Urges Financial Inclusion for World's Unbanked Populations” sul sito di PR Newswire
  3. ^ (PT) “Galeria de ex-presidentes” sul sito ufficiale della Banca Centrale del Brasile

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]