Balmoral (nave)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Balmoral
Balmoral ad Ajaccio, settembre 2008
Balmoral ad Ajaccio, settembre 2008
Descrizione generale
Civil Ensign of the Bahamas.svg
Tipo Nave da crociera
Proprietà Balmoral Cruise Ltd.
Porto di registrazione Nassau, Bahamas
Costruttori Meyer Werft
Cantiere Papenburg, Germania
Varata 14 maggio 1988
Entrata in servizio 1988
Caratteristiche generali
Stazza lorda 45.537 tsl
Lunghezza 217,91 m
Larghezza 28,21 m
Pescaggio 6,80 m
Propulsione quattro motori MaK 8M601/6M35 diesel 21,300 Kw
Velocità 22,5 nodi
Equipaggio 471
Passeggeri 1.778

dati tratti da[1]

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La Balmoral è una nave da crociera di proprietà della Fred. Olsen Cruise Lines L.td; è stata costruita nel 1988 dai cantieri Meyer Werft di Papenburg, Germania; in precedenza è stata di proprietà di 4 altri armatori.

Commemorazione del Titanic[modifica | modifica wikitesto]

Balmoral nel porto di Liverpool prima della commemorazione del Titanic, aprile 2012

La Balmoral venne noleggiata dalla Miles Morgan Travel per seguire la rotta del Titanic e fermarsi il 15 aprile 2012 nel punto sopra il fondo marino ove giacciono i resti del famoso transatlantico, allo scopo di rendere onore ai naufraghi ivi deceduti nel centenario del disastro marino. Partita da Southampton la domenica di Pasqua del 2012 (8 aprile), passò da Cherbourg e quindi da Cobh, ex Queenstown nella Repubblica d'Irlanda, ove giunse il giorno dopo.[2] Cobh fu l'ultimo porto da cui transitò il Titanic, prima d'iniziare la traversata dell'Atlantico. Il Balmoral raggiunse il luogo del naufragio in tempo per celebrarne l'anniversario, alle 23 del 14 aprile 2012. A bordo venne celebrato un servizio funebre alla memoria, terminato con il lancio in mare di tre corone di fiori. La nave rimase tutta la notte in loco e partì la mattina seguente per seguire la rotta prevista per il viaggio del Titanic verso New York.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ pagina ufficiale su Fred. Olsen Cruise Lines
  2. ^ Titanic Memorial Cruise, Miles Morgan Travel. URL consultato l'11 aprile 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]