Balaenoptera omurai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Balaenoptera omurai
Immagine di Balaenoptera omurai mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Infraclasse Eutheria
Ordine Cetacea
Sottordine Mysticeti
Famiglia Balaenopteridae
Genere Balaenoptera
Specie B. omurai
Nomenclatura binomiale
Balaenoptera omurai
Wada et al., 2003

Balaenoptera omurai è una specie di balenottera di cui non sappiamo quasi niente. È priva perfino di nome comune. La sua scoperta è stata annunciata su Nature (426, 278-281) da tre scienziati giapponesi, Shiro Wada, Masayuki Oishi e Tadasu K. Yamada, il 20 novembre del 2003.

Comunque, la maggior parte della comunità cetologica ha accettato con cautela l'annuncio della scoperta di questa nuova specie. Sul New York Times, ad esempio, il Dr. Howard C. Rosenbaum, un biologo conservazionista della Wildlife Conservation Society, ha sostenuto che i ricercatori giapponesi hanno fatto «un lavoro ammirevole per dimostrare l'appartenenza ad una specie distinta», ma aggiunge che sono necessarie ulteriori analisi del DNA. Se verrà riconosciuta come una specie vera e propria, è probabile che il suo nome comune sarà balenottera di Omura, in onore del cetologo giapponese Hideo Omura.

I tre scienziati hanno determinato l'esistenza della specie analizzando la morfologia e il DNA mitocondriale di nove esemplari - otto catturati da una nave di ricerca giapponese alla fine degli anni '70 nell'Indo-Pacifico ed un altro trovato arenato su una piccola isola del Mar del Giappone nel 1998.

Nel loro studio, gli scienziati hanno descritto la nuova specie come simile nell'aspetto alla balenottera comune, sebbene sia di dimensioni più piccole.

Nella terza edizione di Mammal Species of the World, questa «specie» è stata relegata come sinonimo della balenottera di Bryde. Comunque, gli autori hanno specificato che questa collocazione è solo temporanea.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Balaenoptera omurai in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Wada, S., Oishi, M., and Yamada, T.K. 2003. A newly discovered species of living baleen whales. Nature 426: 278–281.
  • Sasaki, T., Nikaido, M., Wada, S., Yamada, T.K., Cao, Y., Hasegawa, M., and Okada, N. 2006. Balaenoptera omurai is a newly discovered baleen whale that represents an ancient evolutionary lineage. Molecular Phylogenetics and Evolution 41(1): 40–52.
mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi