Baia di Ha Long

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Coordinate: 20°54′N 107°12′E / 20.9°N 107.2°E20.9; 107.2

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Baia di Ha Long
(EN) Ha Long Bay
Ha long bay.jpg
Tipo Naturali
Criterio (i) (iii)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1994
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

La baia di Ha Long (vietnamita: Vịnh Hạ Long) è un'insenatura situata nel golfo del Tonchino, in territorio vietnamita. Fa parte della provincia di Quang Ninh e comprende circa 3000 isolette calcaree con numerose grotte carsiche. La baia si trova 164 km ad est della capitale Hanoi, non lontano dal confine con la Cina. In lingua vietnamita il termine "Hạ Long" significa "dove il drago scende in mare". Dal 1994 è un patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Una leggenda locale dice che molti anni fa i vietnamiti stavano combattendo gli invasori cinesi; gli dei mandarono una famiglia di dragoni per aiutarli. Questi dragoni iniziarono a sputare gioielli che si trasformarono nelle isole ed isolotti che punteggiano la baia, unendoli poi per formare una muraglia contro gli invasori. Le persone salvarono la propria terra e la trasformarono in quello che poi sarebbe diventato il Vietnam. Il luogo in cui atterrò il dragone madre venne chiamato Hạ Long, il luogo in cui arrivarono i figli prese invece il nome di Bái Tử Long (Bái: essere al seguito di, Tử: figli, Long: dragone), ed il posto in cui i figli agitarono violentemente le proprie code venne chiamato Bạch Long Vỹ (Bạch: colore bianco della schiuma, Long: dragone, Vỹ: coda).

Posizione geografica[modifica | modifica sorgente]

La baia di Ha Long si trova nel Vietnam nord-orientale, tra le longitudini 106°56' e 107°37' Est e le latitudini 20°43' e 21°09' Nord. La baia si trova nel distretto di Yên Hưng, tra la città di Hạ Long e Cẩm Phả, fino al distretto di Vân Đồn, confina a sud e a sud-est con il golfo del Tonchino, a nord con la Cina e ad ovest e sud-ovest con l'isola di Cat Ba. La baia occupa 120 km di costa e copre un'area di circa 1553 km², con circa 1969 isolotti. L'area protetta dall'UNESCO comprende circa 434 km² e 775 isole, il cui nucleo è delimitato da 69 punti: l'isola di Đầu Gỗ ad ovest, il lago Ba Hầm a sud e l'isola Cống Tây ad est. L'area protetta va dal deposito di carburante di Cái Dăm al comune di Quang Hanh.

Clima[modifica | modifica sorgente]

La baia è un'isola marina con clima tropicale umido e due stagioni: un'estate calda e piovosa, ed un inverno asciutto e freddo. La temperatura media è di 15 °C- 25 °C. Le precipitazioni annuali variano tra i 2000 ed i 2200 mm. Ha Long ha il tipico sistema diurno di maree (con un'escursione di 3,5-4 metri di livello). La salinità è compresa tra i 31 ed i 34,5 MT nella stagione secca, ed è ovviamente più bassa nella stagione delle piogge.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Cultura Soi Nhụ (16000 - 5000 a.C.)[modifica | modifica sorgente]

All'interno delle baie di Hạ Long e Bái Tử Long ci sono siti archeologici quali Mê Cung e Thiên Long. Ci sono colline con resti di Pteridofite, alcuni molluschi di acqua dolce ed utensili rudimentali. Gli abitanti dell'epoca vivevano di pesca, raccolta di frutti e ricerca di bulbi e radici. Il loro ambiente era di tipo costiero, a differenza di altre culture vietnamite quali quelle di Hoà Bình, Bắc Sơn, ecc.

Cultura Cái Bèo (5000- 3000 a.C.)[modifica | modifica sorgente]

A Hạ Long e sull'isola di Cát Bà gli abitanti raggiunsero un discreto livello nell'arte della navigazione.

Cultura Hạ Long (2500 - 1500 a.C.)[modifica | modifica sorgente]

Periodo feudale[modifica | modifica sorgente]

La storia mostra che Ha Long è stata teatro di battaglie navali tra il Vietnam e le potenze vicine. In tre occasioni nel labirinto dei canali del fiume Bach Dang, vicino alle isole, l'esercito vietnamita fermò lo sbarco di quello cinese. Nel 1288 il generale Tran Hung Dao fermò le navi mongole nei pressi del fiume Bach Dang River. Vennero piazzati dei pali in legno con punte d'acciaio durante l'alta marea, affondando la flotta di Dubhai Khan.

Durante la Guerra del Vietnam molti dei canali tra le isole vennero minati dalla marina degli Stati Uniti, ed alcuni sono tuttora un rischio per la navigazione.

Sistema di isole e grotte[modifica | modifica sorgente]

Isole nella baia di Ha Long

La baia contiene una densa concentrazione di 1969 isole calcaree monolitiche, ognuna delle quali ricoperta da fitta vegetazione, che si ergono dall'oceano. Molte delle isole sono vuote, e contengono enormi grotte. Hang Đầu Gỗ contiene la più grande grotta della baia. Esploratori francesi la visitarono nel XIX secolo, chiamandola Grotte des Merveilles. Le sue tre grandi camere contengono numerose grosse stalattiti e stalagmiti (oltre a graffiti del XIX secolo). Ci sono due grandi isole, Tuan Chau e Cat Ba, con insediamenti permanenti. Entrambe queste isole hanno attrezzature turistiche, tra cui hotel e spiagge. Esistono spiagge molto belle anche sulle isole più piccole.

Alcune isole ospitano villaggi galleggianti di pescatori che setacciano le acque poco profonde alla ricerca di 200 specie di pesci e 450 di molluschi. La maggior parte delle isole hanno preso il nome dalla propria forma: tra queste ci sono Voi (elefante), Ga Choi (artiglio da combattimento) e Mai Nha (tetto). A 989 isole è stato assegnato un nome. Tra gli animali che le abitano ci sono antilopi, scimmie e iguane.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

Una comunità di circa 1600 persone vive nella baia di Ha Long, divisi in quattro villaggi di pescatori: Cửa Vạn, Ba Hang, Cống Tàu e Vông Viêng, tutti facenti parte del comune di Hùng Thắng, Hạ Long city. Vivono su case galleggianti e sopravvivono grazie alla pesca e all'acquacoltura (coltivazione di biota marini).

Patrimonio dell'umanità[modifica | modifica sorgente]

Nel 1962 il ministro Vietnamita della Cultura, Sport e Turismo dichiarò la baia National Renowned Lanscape Vestige.

Venne inserita tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO durante il 18º congresso del Comitato a Phuket, Thailandia, il 17 dicembre 1994, per il suo valore estetico. Il 2 dicembre 2000, durante il 24º congresso a Cairns, Australia, venne aggiunta alle motivazioni il valore geologico e geomorfico.[1]

L'8 agosto 2008 Ha Long divenne una delle Sette Meraviglie Naturali Mondiali secondo la New Open World Foundation. 08/08/2008.[2]

Le Rocce Bacianti

Geologia e geomorfologia[modifica | modifica sorgente]

Storia della tettonica[modifica | modifica sorgente]

Secondo gli scienziati Ha Long è stata sottoposta almeno 500 milioni di anni fa a vari stati geologici di orogenesi, innalzamento e diminuzione del livello marino. Durante l'Ordoviciano ed il Siluriano (500-410 milioni di anni fa) Ha Long si trovava in mare aperto. Nel Carbonifero e nel Permiano (340-250 milioni di anni fa) raggiunse il livello del mare.

Valore geomorfologico carsico[modifica | modifica sorgente]

A causa dello spesso livello di calcare, di un clima caldo-umido e del lento processo tettonico, Ha Long ebbe un'evoluzione carsico che durò 20 milioni di anni. Questa procedimento ha causato numerose grotte carsiche.

Biodiversità[modifica | modifica sorgente]

La baia di Ha Long ospita due ecosistemi: uno tropicale-umido con foreste pluviali sempreverdi, l'altro è marino e costiero. Nella baia vivono numerose specie endemiche.

Specie endemiche[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte delle isole che punteggiano la baia ospitano numerose specie, tra cui: 477 angiosperme, 12 felci, 20 piante da paludi slate[non chiaro], 4 anfibi, 10 rettili, 40 uccelli e 4 mammiferi.[senza fonte]

Economia[modifica | modifica sorgente]

Turismo[modifica | modifica sorgente]

Ha Long è probabilmente la meta turistica più popolare dello stato. I turisti stranieri e locali sono attratti dalla bellezza estetica del luogo.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

Nguyễn Trãi scrisse riguardo alla baia di Ha Long: "Questa meraviglia è il terreno nato in mezzo al cielo alto". Anche Xuân Diệu la elogiò: "Qui si trovano i lavori incompiuti della vita... Qui si trovano le rocce con cui i giganti giocarono lanciandole". Secondo Nguyên Ngọc: "...per formare questa fantastica meraviglia, la natura usò solo pietre e acqua... Sono i due materiali scelti tra molti altri per scrivere, disegnare, scolpire, creare qualsiasi cosa". Ho Chi Minh disse: "È la meraviglia che non si può spiegare agli altri".

Che Lan Vien scrisse:
"Hạ Long, Bái Tử Long- I dragoni si sono nascosti, solo le pietre restano
Alla luce della luna, le pietre meditano come gli uomini..."

Cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

  • Fu il tema di Robocon (Asian Pacific Robot Contest) tenutosi in Vietnam nel 2007: "Scopri Halong"[3]
  • La band Dredg ne scrisse una canzone intitolata Ha Long Bay.
  • Nel 1997 in un film di James Bond, Agente 007 - Il domani non muore mai, James e Wai Lin tentano di inseguire Elliot Carver, interpretato da Jonathan Pryce, per la baia. Nel film L'uomo dalla pistola d'oro, Francisco Scaramanga, antagonista di James Bond viveva in una delle isole della baia, dove una parte del film e' ambientato.
  • Si parla della baia nella decima serie della trasmissione statunitense The Amazing Race, trasmessa l'8 ottobre 2006.
  • All'interno della baia si svolge una parte della vicenda raccontata nel film Indocina del 1992, con Catherine Deneuve e Vincent Perez.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Halong Bay - UNESCO World Heritage Site, UNESCO World Heritage Centre. URL consultato il 4 luglio 2007.
  2. ^ www.natural7wonders.com - New Open World Foundation
  3. ^ Robocon 2007

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]