Baia di Guantánamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 19°54′N 75°09′W / 19.9°N 75.15°W19.9; -75.15

Localizzazione della baia di Guantanamo
La baia di Guantánamo dal satellite.

La baia di Guantánamo, nel XVIII secolo chiamata Cumberland, è un'insenatura di 116 km² situata nella provincia di Guantánamo, nella punta sud-est dell'isola di Cuba, a oltre 21 km a sud della città di Guantánamo.

È nota soprattutto per la presenza dell'omonima base navale statunitense e del relativo campo di prigionia.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La baia prende il nome dal popolo indigeno precolombiano dei Taìno. Cristoforo Colombo giunse nella baia nel 1494, sbarcando alla punta del Pescatore.

Occupata dai britannici nel XVIII secolo, fu da questi rinominata Cumberland durante il conflitto con la Spagna a margine della guerra di successione austriaca. Nel 1790 un'intera guarnigione britannica vi fu decimata da febbri malariche poco prima di condurre un attacco a Santiago.

Durante la guerra ispano-americana Guantánamo divenne base per la flotta statunitense che vi si riparò nel 1898 a causa di una stagione dalle severe condizioni meteorologiche. Le truppe imbarcate furono inviate a terra per espugnare, insieme agli scout cubani le postazioni spagnole. Ottenuto il controllo dell'area, vi si costruì la base, che tuttora vi è ospitata ed il cui nome convenzionale militare è GTMO o "Gitmo".

Finita la guerra, gli Stati Uniti, che avevano conquistato tutta l'isola cubana sottraendola alla Spagna, siglarono con la neonata repubblica (a capo della quale era il primo presidente Tomás Estrada Palma, cittadino statunitense) il Cuban-American Treaty del 23 febbraio 1903, con il quale si stabiliva una concessione perpetua sulla baia, che sarebbe rimasta di demanio cubano, ma assegnata in gestione "uti dominus" (come fosse di loro proprietà), agli statunitensi.

La ratifica della completezza, e soprattutto della perennità del diritto di possesso degli Stati Uniti si ebbe in seguito, con un accordo sottoscritto dalle due parti nel 1934.

Base navale di Guantanamo[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Base navale di Guantanamo e Campo di prigionia di Guantánamo.

Il territorio costiero della baia venne affittato nel 1903 come punto di rifornimento per il carbone che alimentava le navi americane. Il territorio venne in seguito ceduto definitivamente agli Stati Uniti nel 1934. Attualmente ospita una base navale degli Stati Uniti.

La legittimità della presenza della base militare è contestata dall'attuale governo cubano, che non riconosce la cessione del territorio della base, concordata tra governi precedenti, e considera il territorio come cubano, occupato da forze straniere. Il territorio ha un'estensione di circa 111 km²

Altro territorio considerato dai cubani "cubano occupato da nazione straniera" è l'Isola Navassa (5 km²).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]