Bagon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
 Bagon 
Bagon
Bagon

Nome nelle varie lingue
Italiano Bagon
Giapponese タツベイ Tatsubei
Tedesco Kindwurm
Francese Draby
 Pokédex 
Classico 371
Hoenn 187
Caratteristiche
Specie Pokémon Rocciotesta
Altezza 60 cm
Peso 42 kg
Generazione Terza
Evolve in Livello Shelgon
Stato Base
Tipo Drago
Abilità Testadura
Forzabruta
Legenda · progetto Pokémon

Bagon (in giapponese タツベイ Tatsubei, in tedesco Kindwurm, in francese Draby) è un Pokémon della Terza generazione di tipo Drago. Il suo numero identificativo Pokédex è 371.

È uno dei Pokémon assenti nel videogioco Pokémon Diamante.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome deriva dall'unione delle parole inglesi baby (bambino) e dragon (drago).

Il suo nome giapponese, タツベイ Tatsubay, probabilmente deriva dall'unione della parola 竜 tatsu (drago) con la parola baby.

Il suo nome tedesco, Kindwurm, potrebbe derivare dall'unione della parola tedesca Kind (bambino) e dalla parola inglese Lindwurm (lindworm).

Il suo nome francese, Draby, probabilmente deriva dall'unione delle parole inglesi dragon e baby.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Bagon è basato sui draghi[1], sebbene il suo aspetto ricordi quello di un pachicefalosauro.

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Si evolve in Shelgon a livello 30 e in Salamence a livello 50.

Pokédex[modifica | modifica wikitesto]

  • RossoFuoco/VerdeFoglia: La sua testa dura come l'acciaio può frantumare i massi. Vive nella speranza che gli crescano le ali, per volare.
  • Rubino: Bagon serba in sé il sogno di volare alto in cielo. Nei suoi vani tentativi di spiccare il volo, si lancia a picco dalle alture. A causa di queste rovinose cadute, la testa gli è diventata dura come l'acciaio temprato.
  • Zaffiro: Da sempre Bagon serba in sé il sogno di volare alto tra le nuvole. Sfoga la sua frustrazione per l'incapacità di volare sbattendo la testa dura contro rocce enormi, che frantuma in mille pezzi.
  • Smeraldo: Malgrado le sue piccole dimensioni, Bagon è molto potente perché il suo corpo è un insieme di muscoli. Dà di continuo testate con il suo cranio duro come l'acciaio.
  • Diamante/Perla/Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2/Y: Sogna di poter volare un giorno e, pertanto, si allena regolarmente gettandosi da alture.
  • HeartGold/SoulSilver/X: Frantuma grandi massi con la testa dura come il ferro e gli allenatissimi muscoli del collo.

Nel videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi Pokémon Rubino e Zaffiro e Pokémon Smeraldo è possibile catturare Bagon all'interno delle Cascate Meteora.

In Pokémon Perla e Pokémon Platino Bagon è disponibile a nord del Percorso 210 utilizzando lo strumento Poké Radar.

Nei videogiochi Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver è ottenibile all'interno della Zona Safari di Johto.

In Pokémon Versione Bianca Bagon è presente all'interno della Foresta Bianca.

Nei videogiochi Pokémon Versione Nera 2 e Versione Bianca 2 è possibile catturare all'interno del Bosco Girandola un esemplare di Bagon dotato dell'Abilità Forzabruta.[2]

In Pokémon X e Y Bagon è disponibile lungo il Percorso 8.

Nel videogioco Pokémon Ranger: Ombre su Almia è presente all'interno del Vulcano Caldonio (Volcano Cave).

Mosse[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ad utilizzare le mosse di tipo Normale Ira, Bottintesta e Focalenergia, Bagon apprende gli attacchi Morso (Buio) e Braciere (Fuoco).

Bagon può imparare le mosse MN Taglio, Forza e Spaccaroccia.

Nel Monte Spigolo del Pokémon Dream World sono presenti esemplari di Bagon in grado di utilizzare gli attacchi Dragodanza ed Oltraggio. Nel gioco di carte collezionabili il Pokémon apprende Doppiasberla.

Sebbene il Pokédex faccia riferimento alla sua testa dura come l'acciaio[3] Bagon non può imparare le mosse Capocciata, Metaltestata e Zuccata.

Nel 2003 sono stato distribuiti esemplari di Bagon in grado di utilizzare gli attacchi Ferroscudo e Desiderio.[4][5][6]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Punti Salute: 45 (max 294)
  • Attacco: 75 (max 273)
  • Difesa: 60 (max 240)
  • Attacco Speciale: 40 (max 196)
  • Difesa Speciale: 30 (max 174)
  • Velocità: 50 (max 218)

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

Bagon appare per la prima volta nel corso dell'episodio Voglia di volare (Let Bagons be Bagons). Al termine della puntata il Pokémon si evolve in Shelgon.[7]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica wikitesto]

Bagon appare in 14 carte, prevalentemente di tipo Incolore, appartenenti a 10 set:[8][9]

  • EX Drago (tre carte)
  • EX Deoxys
  • EX Specie Delta (due carte come Bagon δ di tipo Fuoco)
  • EX L'Isola dei Draghi (come Bagon δ di tipo Acqua)
  • EX Power Keepers
  • Prodigi Segreti
  • Fronte di Tempesta
  • Arceus (due carte, una delle quali Olografica Shiny)
  • Tesoro dei Draghi (di tipo Drago)
  • Esplosione Plasma (di tipo Drago, ristampa della carta appartenente a Tesoro dei Draghi)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ash Dekirk, Oberon Zell-Ravenheart, Pokémon in Dragonlore: From the Archives of the Grey School of Wizardry, Career Press, 2006, p. 126, ISBN 978-1-56414-868-1.
    «[Bagon, Shelgon and Salamence] ends with a grand classical dragon».
  2. ^ (EN) Pokémon Black 2 & Pokémon White 2 - Hidden Grotto da Serebii.net
  3. ^ nelle versioni Rosso Fuoco, Verde Foglia, Rubino, Smeraldo, HeartGold e SoulSilver
  4. ^ (EN) Iron Defense Bagon da Bulbapedia
  5. ^ (EN) Wish Bagon da Bulbapedia
  6. ^ (EN) Eventdex - #371 Bagon da Serebii.net
  7. ^ (EN) Episode 319 - Let Bagons Be Bagons! da Serebii.net
  8. ^ (EN) Bagon (TCG) da Bulbapedia
  9. ^ (EN) #371 Bagon - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Elizabeth Hollinger, Pokémon Ruby & Sapphire: Prima's Official Strategy Guide, Prima Games, 2003, p. 126, ISBN 978-0-7615-4256-8.
  • (EN) Fletcher Black, Pokémon Emerald: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2005, p. 207, ISBN 978-0-7615-5107-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 199, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 486, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 384, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon