Bagnone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bagnone
comune
Bagnone – Stemma Bagnone – Bandiera
Bagnone – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Massa-Carrara-Stemma.png Massa e Carrara
Amministrazione
Sindaco Carletto Marconi (lista civica Vivere per Bagnone) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 44°19′00″N 9°56′00″E / 44.316667°N 9.933333°E44.316667; 9.933333 (Bagnone)Coordinate: 44°19′00″N 9°56′00″E / 44.316667°N 9.933333°E44.316667; 9.933333 (Bagnone)
Altitudine 236 m s.l.m.
Superficie 73 km²
Abitanti 1 930[1] (31-12-2010)
Densità 26,44 ab./km²
Frazioni Biglio, Canale, Canneto (chiamato in dialetto lunigianese Canetto), Castiglione del Terziere, Collesino, Compione, Corlaga, Corvarola, Darbia, Gabbiana, Groppo, Iera, Lusana, Mochignano, Nola, Orturano, Pastina, Pieve, Treschietto, Vico, Vico Canneto, Vico Chiesa, Vico Monterole, Vico Valle
Comuni confinanti Corniglio (PR), Filattiera, Licciana Nardi, Monchio delle Corti (PR), Villafranca in Lunigiana
Altre informazioni
Cod. postale 54021
Prefisso 0187
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 045002
Cod. catastale A576
Targa MS
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti bagnonesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bagnone
Posizione del comune di Bagnone all'interno della provincia di Massa e Carrara
Posizione del comune di Bagnone all'interno della provincia di Massa e Carrara
Sito istituzionale

Bagnone (Bagnòn in dialetto della Lunigiana) è un comune italiano di 1.945 abitanti della provincia di Massa e Carrara facente parte del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Torrente Bagnone nel tratto che attraversa il borgo

Le frazioni[modifica | modifica sorgente]

Il comune di Bagnone si estende su di un territorio molto ricco di borghi medioevali. Le frazioni sono ben 20 e si possono distinguere in vari gruppi geografici:

1) le frazioni poste sulla direttrice del torrente Bagnone (o dei suoi affluenti), vale a dire Corlaga (con Stazzone e Agnetta), Leugio, Mochignano (Sopra e Chiesa), Vico (con Chiesa, Valle, Montale, Monterole e Canneto), Treschietto, Jera o Iera, Compione e la solitaria Collesino;

2) le frazioni poste in direzione del comune di Licciana Nardi, ovvero Pastina, Pieve, Groppo, Castiglione del Terziere, Vespeno, Corvarola, Gabbiana e Lusana;

3) le frazioni poste sulla collina che sovrasta il capoluogo, vale a dire Nezzana, Orturano, Biglio e Canale.

Corsi d'acqua[modifica | modifica sorgente]

Il paese è attraversato dal torrente Bagnone, affluente di sinistra del Magra. Nasce sul Monte Sillara a 1861 m s.l.m. e i suoi principali affluenti sono il Redivalle, il Banolecchia, la Tanagorda, l'Acquetta, il Mangiola, La Fiumenta e la Pandeza.[2] Il tratto che attraversa il paese è caratterizzato da alcune piccole cascatelle. Nel torrente è praticata la pesca sportiva con la mosca[3] e nei mesi invernali o dopo periodi piovosi è possibile praticare il kayak[2][4].

Clima[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stazione meteorologica di Bagnone e Clima della Toscana.

In base alla media trentennale di riferimento (1961-1990), la temperatura media del mese più freddo, gennaio, è di +4,3 °C; quella del mese più caldo, luglio, si attesta a +21,8 °C[5].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio fu abitato sin dall'età della pietra e il ritrovamento di una statua stele a Treschietto dimostra la presenza umana durante l'età del bronzo. Bagnone viene nominato per la prima volta in un documento del 963 e il nome del paese si fa risalire al nome dell'omonimo torrente che scorreva non lontano dal castello, nucleo originario dell'abitato. Il castello aveva una funzione di controllo della viabilità del fondovalle, importante per la presenza del fascio viario della via Francigena.

Sotto il controllo dei marchesi Malaspina, Bagnone divenne feudo indipendente nel 1351. Un secolo dopo entrò a far parte del territorio della Repubblica di Firenze e in seguito del Granducato di Toscana e vi rimase fino al periodo napoleonico. Nel 1815 tornò sotto il Granducato di Toscana, ma nel 1849 fu annesso al ducato di Parma e vi rimase fino all'Unità d'Italia nel 1859. Inserito nella provincia di Massa e Carrara, il comune raggiunse l'attuale estensione territoriale nel 1894 con l'annessione della frazione di Orturano.[6]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

Castello di Bagnone e Chiesa di San Niccolò

Architetture civili[modifica | modifica sorgente]

Architetture militari[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[7]


Cultura[modifica | modifica sorgente]

Panigacci, un piatto semplice tipico della Lunigiana

Cucina[modifica | modifica sorgente]

Il piccolo comune toscano ha una lunga tradizione di coltivazione della cipolla nella zona di Treschietto, da cui prende il nome. Inoltre sono da ricordare altre specialità della Lunigiana come i Testaroli, la Torta d'erbi, la Barbotta, lo Sgabeo, la Bomba di riso, la torta di patate, la torta di zucca e patate, la torta di porri, le bistecchine d'agnello, la torta di mandorle, i tortelli alla bagnonese, le lasagne bastarde, la patona.

Nelle vicinanze ci sono tantissimi boschi di castagni sotto i quali si raccolgono oltre le prelibate castagne, ottimi funghi porcini, utilizzati in moltissime ricette e da gustare durante la tradizionale festa della castagna e del fungo porcino.

Persone legate a Bagnone[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2009 2014 Gianfranco Lazzeroni Lista civica Vivere per Bagnone Sindaco
2014 in carica Carletto Marconi Lista civica Vivere per Bagnone Sindaco

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ a b Il torrente Bagnone - terredilunigiana.com
  3. ^ Il torrente Bagnone - itinerari.toscana.to
  4. ^ Kayak nel torrente Bagnone - valtarokayak.it
  5. ^ Tabella climatica Bagnone
  6. ^ Bagnone - cenni storici
  7. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana