Bagheera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bagheera (disambigua).
Bagheera
Bagheera con Mowgli in un'illustrazione del libro
Bagheera con Mowgli in un'illustrazione del libro
Universo Il libro della giungla
Nome orig. Bagheera
Lingua orig. Inglese
Autore Rudyard Kipling
1ª app. 1893
1ª app. in I fratelli di Mowgli (Mowgli's Brothers)
Specie Pantera nera
Sesso Maschio
Abilità
  • Grande agilità e forza
  • Cura del proprio corpo
(EN)
« Everybody knew Bagheera, and nobody cared to cross his path; for he was as cunning as Tabaqui, as bold as the wild buffalo, and as reckless as the wounded elephant. But he had a voice as soft as wild honey dripping from a tree, and a skin softer than down. »
(IT)
« Tutti conoscevano Bagheera, e nessuno osava attraversare il suo cammino; perché era astuta come lo sciacallo, coraggiosa come il bufalo selvatico, e scatenata come un elefante ferito. Ma aveva una voce dolce come il miele selvatico che cola da un albero, e la pelle più morbida del velluto. »
(Da Il libro della giungla di Rudyard Kipling)

Bagheera (pron. Baghira[1]) è uno dei personaggi principali de Il libro della giungla e Il secondo libro della giungla di Rudyard Kipling. È una pantera nera, il cui sesso è maschile nell'adattamento per lo scautismo del Libro della giungla, eseguito dallo stesso Rudyard Kipling su richiesta di Robert Baden-Powell, mentre è femminile in altre versioni cinematografiche e televisive.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Bagheera è la pantera nera che riscatta Mowgli al consiglio della rupe. Infatti dona la sua preda, un toro, per permettere a Mowgli di vivere con il branco. Dotata di grande forza ma allo stesso tempo di saggezza, è una delle guide di Mowgli nella giungla. Il fatto che sia nata in cattività, e quindi conosca le usanze degli uomini, le conferisce rispetto e timore da parte degli altri animali della Giungla.

Figura nello scautismo[modifica | modifica sorgente]

Bagheera è un personaggio fortemente positivo. In un branco di lupetti, il suo nome viene spesso usato dai capi (nell'AGESCI, dove vige la diarchia, è generalmente uno dei capo unità insieme ad Akela[2], mentre nel CNGEI e nell'FSE è comunque una figura importante all'interno del branco, ma il capobranco è solo Akela).

Le caratteristiche collegate al personaggio sono salute e forza fisica.

La sua parola maestra è[3]:

(EN)
« Feet that make no noise; eyes that can see in the dark; ears that can hear the winds in their lairs, and sharp white teeth. »
(IT)
« Zampe che non fanno rumore, occhi che vedono nell'oscurità, orecchie che odono il vento delle tane, denti bianchi e taglienti. »
(Parola maestra di Bagheera)

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Versione Disney[modifica | modifica sorgente]

Bagheera nel film Il libro della giungla del 1967.

Bagheera è uno dei personaggi principali del film Disney del 1967 Il libro della giungla. In questa versione Bagheera appare un po' diverso rispetto al personaggio dei libri: è piuttosto burbero e severo, ma al tempo stesso gentile e amichevole. Nonostante appaia come un personaggio serioso, in più di un'occasione viene ridicolizzato. Nel film è Bagheera a trovare il piccolo Mowgli e ad affidarlo a Rama e Raksha. In seguito alla decisione del branco dei lupi di allontanare Mowgli dalla giungla per scongiurare la minaccia di Shere Khan, si offre di accompagnarlo al villaggio degli uomini e per questo motivo si guadagna il risentimento del cucciolo d'uomo, che comincerà a diffidare di lui. Con l'aiuto dell'amico Baloo salverà il ragazzo, rapito dalle scimmie di Re Luigi ed in seguito tenterà di convincere Baloo a spiegare a Mowgli che sarebbe meglio per lui andare a vivere con i suoi stessi simili. Nella storia non è chiaro se sia cresciuto in cattività come la sua controparte letteraria.

Compare anche nel secondo film, dove ha un ruolo piuttosto marginale rispetto al primo film e dove cerca di impedire a Baloo di avvicinarsi al villaggio per andare a trovare Mowgli (che lui incontrerà solo alla fine del film, dopo aver sconfitto Shere Khan).

Compare inoltre in Cuccioli della giungla, nella cui serie viene descritta la sua infanzia assieme a quella degli altri personaggi del film.

Di seguito sono riportati i doppiatori di Bagheera (versione Disney):

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

Il genere di ragni saltatori Bagheera è chiamato così in onore del personaggio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Robert Baden-Powell, Manuale dei lupetti, ed. Fiordaliso, rist. 2005, Roma, p. 42
  2. ^ Federico Colombo, Enrico Calvo, La Giungla, Edizioni Scout - AGESCI/Fiordaliso, 1989. ISBN 978-88-8054-718-1. Capitolo 3: Giungla ed educazione morale, Sezione 5: I maestri di Mowgli
  3. ^ Educare con una favola, a cura di Pietro Paolo Severi, Centro Studi ed Esperienze Scout Baden-Powell, Modena, 1985

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura