Bad Girl (Madonna)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bad Girl
Badgirl.png
Screenshot del video
Artista Madonna
Tipo album Singolo
Pubblicazione 22 febbraio 1993
Durata 5 min : 23 s
Album di provenienza Erotica
Genere Pop
Etichetta Maverick Records
Sire Records
Warner Bros. Records
WEA International
Produttore Madonna
Shep Pettibone
Registrazione 1992
Formati CD, 7", 12"
Madonna - cronologia
Singolo precedente
(1992)
Singolo successivo
(1993)
Logo
Logo del disco Bad Girl

Bad Girl è una canzone di Madonna. È il terzo singolo estratto dall'album Erotica.

La canzone[modifica | modifica sorgente]

Bad Girl è una ballata pop che parla dell'infelicità di una donna che non riesce a comunicare i suoi sentimenti alla persona amata perché sa di non poterla rendere felice. Il pezzo è una delle ballate preferite dai fan della cantante e alla sua uscita ebbe buone recensioni critiche, anche se non riuscì a scalare le classifiche. Il brano doveva uscire come secondo singolo, accompagnato da un videoclip piccante, ma Madonna decise di rimandarlo per aspettare che si calmassero le acque dopo le pesanti critiche su Erotica e Sex.

Il singolo[modifica | modifica sorgente]

Il singolo Bad Girl è uscito il 20 febbraio 1993. Ha avuto scarso successo a livello commerciale: negli USA ha raggiunto solo la 36ª posizione nella classifica dei singoli più venduti diventando così il primo singolo di Madonna a non raggiungere la top 20 negli States dal 1984. Da questa data, fino a Bad Girl tutti i singoli di Madonna, tranne Oh Father (1989), avevano raggiunto la top 10. Nel Regno Unito dopo aver raggiunto la 10ª posizione in classifica, il pezzo è uscito dalla classifica dopo sette settimane. Si calcola che il brano abbia venduto 700.000 copie, diventando così il singolo di Madonna con release internazionale ad aver venduto di meno da Holiday (1983).

Remix ufficiali[modifica | modifica sorgente]

  • Extended Mix
  • Video Edit

Classifica[modifica | modifica sorgente]

Classifica (1993) Posizione
massima
Australia[1] 32
Canada[2] 20
Paesi Bassi[1] 34
Francia[1] 44
Germania[3] 47
Irlanda[4] 20
Italia[5] 3
Svizzera[1] 25
Regno Unito[6] 10
Stati Uniti[7] 36

Il video[modifica | modifica sorgente]

Il regista del video è stato David Fincher, che ha realizzato il video di Vogue (1990) e in seguito regista del film Seven. Nel video della canzone Madonna interpreta una giornalista dalla vita professionale agitata, dedita al fumo e all'alcol, che finisce assassinata da uno dei suoi amanti. Nel videoclip Christopher Walken interpreta il ruolo dell'angelo custode di Madonna. Il filmato è l'unico video della cantante nel quale Madonna appaia da morta (nella sequenza iniziale e finale). Il video di Bad Girl apre la raccolta video di Madonna: The Video Collection 93:99.

Esecuzioni dal vivo[modifica | modifica sorgente]

Madonna, che non ha mai cantato la canzone in alcuno dei suoi tour, presentò dal vivo il pezzo ad una puntata di uno show serale americano del 1993, il Saturday Night Live, dove cantò anche Fever. Dopo l'esecuzione di "Bad girl" Madonna, volle emulare la controversa esibizione di Sinead O'Connor, in cui strappò una foto del papa davanti a milioni di telespettatori dicendo "combattiamo il vero nemico", quindi la bad girl dopo avere detto la fatidica frase FIGHT THE REAL ENEMY strappò la foto di Joey Buttafuoco (all'epoca al centro dell'attenzione dei media per un famoso caso).

Cover[modifica | modifica sorgente]

Una cover del brano fu incisa da James Hardway con Amanda Ghost e Boy George per l'album-tributo a Madonna Virgin Voices: A Tribute to Madonna, volume one (1999)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Hit Parade, Madonna — Bad Girl (European Charts), hitparade.ch, 1993. URL consultato il 16 luglio 2008.
  2. ^ Volume 57, No. 11, March 27 1993
  3. ^ Charts-Surfer, German Singles Chart (Search), charts-surfer.de, 1993. URL consultato il 16 luglio 2008.
  4. ^ Irish Singles Chart (Search), irishcharts.ie, 25 febbraio 1993. URL consultato il 16 luglio 2008.
  5. ^ Madonna: Discografia Italiana, Federation of the Italian Music Industry, 1984-1999. URL consultato l'8 gennaio 2010.
  6. ^ everyHit.com - UK Top 40 Chart Archive, British Singles & Album Charts
  7. ^ Madonna - Awards : AllMusic
Madonna Portale Madonna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madonna