Back in Black (singolo AC/DC)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Back in Black

Artista AC/DC
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1981
Durata 4 min : 15 s
Album di provenienza Back in Black
Genere Hard rock
Etichetta Atlantic Records
Produttore Mutt Lange
Registrazione primavera 1980
Formati 7"
Certificazioni
Dischi d'oro 1
Dischi di platino 2
AC/DC - cronologia
Singolo precedente
(1980)

Back in Black è un brano degli AC/DC, uscito nell'omonimo album (1980) e come singolo (1981).

Grande classico dell'hard rock, è stata riconosciuta al 4º posto nella lista stilata dall'emittente televisiva VH1 delle "40 migliori canzoni heavy metal della storia"[1], e figura (alla 187ª posizione) nella lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone.

Ha inoltre ricevuto una certificazione dalla RIAA per il superamento del milione di download della suoneria di "Back in Black" effettuati dalla rete [2].

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Scritta dal trio Malcolm Young/Angus Young/Brian Johnson, la canzone appare come sesta traccia dell'album Back in Black. Il pezzo si apre con uno dei riff di chitarra più celebri della storia del rock, costituito da tre semplici bicordi ripetuti (E5/D5/A5). La canzone viene in particolar modo apprezzata per la sua capacità, riconosciuta del resto alla musica degli AC/DC in generale, di esprimere una potenza ed un'energia enormi, cosa che gli ha permesso di divenire nell'immaginario collettivo uno dei più importanti simboli della musica hard rock.

Il singolo[modifica | modifica sorgente]

Il singolo di Back in Black raggiunse nel 1981 la posizione numero 37 nella classifica di "Billbord's Hot 100", e la numero 51 di "Billboard's Mainstream Rock Tracks".

Alcune cover[modifica | modifica sorgente]

Il brano, per via della sua immensa popolarità, è stato soggetto di numerose cover da parte di altri gruppi. Le più famose nel corso degli anni sono state:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lista "40 greatset metal songs" dal sito ufficiale VH1
  2. ^ Presentazione dei "Gold and Platinum Ringtone" dal sito ufficiale RIAA