Baba Yaga (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Baba Yaga (gruppo vocale))
Baba Yaga
Paese d'origine Italia Italia
Genere Pop
Periodo di attività 1971-1980
Album pubblicati 1
Studio 1

Le Babayaga erano un gruppo musicale e corale attivo negli anni '70.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Storia del gruppo[modifica | modifica sorgente]

Nate come quartetto nel 1970, diventano un terzetto l'anno successivo; iniziano a lavorare come coriste alla RCA Italiana, cantando in moltissimi dischi di vari cantautori come Lucio Dalla, Mango, Francesco De Gregori, Renato Zero, Rino Gaetano, gli Oliver Onions (sono loro i cori nella celebre Dune Buggy, in Altrimenti ci arrabbiamo) e Claudio Baglioni.

Contemporaneamente iniziano anche un'attività autonoma, e nel 1972 pubblicano con la Apollo il loro primo 45 giri, Good morning love/The man and the sparrow, scritta dai due cantautori Maurizio Bigio e Stelio Gicca Palli.

Nel 1977 iniziano a lavorare con Gianni Boncompagni, che le presenta nella sua trasmissione televisiva Discoring: cambiando genere rispetto agli inizi, si dedicano alla discomusic, e riescono ad ottenere un buon successo dando la base vocale al gruppo Le Camomilla (che, in realtà, presta solo la sua immagine, fenomeno che verrà imitato da molti altri divi della disco).

Stessa cosa avviene con le Sorelle Bandiera: le voci in Fatti più in là e nelle altre canzoni pubblicate a nome del celebre trio en travesti ante litteram scoperto da Renzo Arbore sono infatti delle Baba Yaga.

Sempre Boncompagni fa loro incidere nel 1979 la sigla di Discoring, Che gatta!.

Nel 1980 il trio si scioglie, perché Patrizia Neri preferisce abbandonare l'ambiente musicale; la Sodani continua l'attività come solista e nel 1982 pubblica un Q disc omonimo, mentre Rita Mariano entra come corista nella formazione stabile del Teatro dell'Opera di Roma.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

33 giri[modifica | modifica sorgente]

45 giri[modifica | modifica sorgente]

Album di altri artisti in cui hanno cantato[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dati tratti da Viva Verdi, n° 5 del 2001, pag. 160

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Enciclopedia della canzone italiana, di Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), ed. Curcio, 1990; alla voce Baba Yaga, di Dario Salvatori, pag. 75
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica