BRDC International Trophy 1978

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Campionato mondiale di Formula 1 1978.
Regno Unito XXX BRDC International Trophy
Gara non valida per il Campionato mondiale di Formula 1
Silverstone 1952.jpg
Data 19 marzo 1978
Circuito Circuito di Silverstone
Percorso 4,724 km
Circuito permanente
Distanza 40 giri, 188,950 km
Clima Pioggia
Risultati
Pole position Giro più veloce
Svezia Ronnie Peterson Brasile Emerson Fittipaldi
Lotus-Ford Cosworth in 1'16"07 Fittipaldi-Ford Cosworth in 1'38"63
(nel giro 28)
Podio
1. Finlandia Keke Rosberg
Theodore-Ford Cosworth
2. Brasile Emerson Fittipaldi
Fittipaldi-Ford Cosworth
3. Regno Unito Tony Trimmer
McLaren-Ford Cosworth


Il BRDC International Trophy 1978 (XXX BRDC International Trophy) fu una gara di Formula 1 non valida per il campionato del mondo. Si è corsa domenica 19 marzo 1978 sul Circuito di Silverstone. La gara è stata vinta dal finlandese Keke Rosberg su Theodore-Ford Cosworth; per il vincitore si trattò della prima vittoria in una gara di Formula 1. Per la Theodore fu l'unica come costruttore. Ha preceduto sul traguardo il brasiliano Emerson Fittipaldi su Fittipaldi-Ford Cosworth e il britannico Tony Trimmer su McLaren-Ford Cosworth. Fu l'unica gara non titolata disputata nel 1978.

Vigilia[modifica | modifica sorgente]

Aspetti tecnici[modifica | modifica sorgente]

Per la prima, e unica, volta venne utilizzato dalla Formula 1 il layout da 4.724 metri.[1]La pista era stata da poco riasfaltata.[2]

La Lotus portò all'esordio assoluto la 79, per il solo Mario Andretti. Anche la Shadow presentò per la prima volta la DN9. Alla gara partecipò la Theodore: talune fonti riportano la vettura come una Ralt, vista la collaborazione che la Theodore ottenne dal costruttore britannico.[3]

Aspetti sportivi[modifica | modifica sorgente]

La gara tornò a essere dedicata a vetture di Formula 1, dopo che nel 1977 era stata riservata a vetture di Formula 2, visto che, nella solita alternanza fra circuiti, nel 1978 era il turno del Circuito di Brands Hatch nell'ospitare il mondiale di Formula 1. Questa fu comunque l'ultima edizione della gara a essere corsa da vetture della massima serie.

La gara si posizionò tra il Gran Premio del Sudafrica e il Gran Premio di Long Beach e fu, di fatto, la prima gara di F1 svolta in Europa nella stagione 1978, anche se non valida per il campionato.

L'evento era dotato di un montepremi di 100.000 sterline.[2]

Piloti e team[modifica | modifica sorgente]

Solo la Lotus, la Shadow e la Hesketh presentarono due piloti: quest'ultima portò Divina Galica e Derek Daly (all'esordio assoluto in F1) e non Eddie Cheever, impiegato nel Gran Premio del Sudafrica. Tra le principali scuderie non parteciparono all'evento la Ferrari, la Ligier, la Williams e la Wolf.

I seguenti piloti e costruttori vennero iscritti alla gara:[4]

Team Telaio Gomme Nr. Pilota
Regno Unito Parmalat Racing Team Brabham BT46-Alfa Romeo[5] G 1 Austria Niki Lauda
Regno Unito Elf Team Tyrrell Tyrrell 008-Ford Cosworth DFV G 3 Francia Patrick Depailler
Regno Unito John Player Team Lotus Lotus 79-Ford Cosworth DFV G 5 Stati Uniti Mario Andretti
Lotus 78-Ford Cosworth DFV 6 Svezia Ronnie Peterson
Regno Unito Marlboro Team McLaren McLaren M26-Ford Cosworth DFV G 7 Regno Unito James Hunt
Brasile Fittipaldi Automotive Fittipaldi F5-Ford Cosworth DFV G 14 Brasile Emerson Fittipaldi
Regno Unito Shadow Cars Shadow DN9-Ford Cosworth DFV G 16 Germania Hans-Joachim Stuck
17 Svizzera Clay Regazzoni
Regno Unito Durex Team Surtees Surtees TS19-Ford Cosworth DFV G 18 Stati Uniti Rupert Keegan
Regno Unito Team Ensign Ensign N177-Ford Cosworth DFV G 22 Belgio Jacky Ickx
Italia Lamberto Leoni
Regno Unito Olympus Cameras Hesketh Racing Hesketh 308E-Ford Cosworth DFV G 24 Regno Unito Divina Galica
38 Irlanda Derek Daly
Spagna Team Villota McLaren M23-Ford Cosworth DFV G 28 Spagna Emilio de Villota
Regno Unito BS Fabrication McLaren M23-Ford Cosworth DFV G 30 Stati Uniti Brett Lunger
Francia Automobiles Martini Martini Mk23-Ford Cosworth DFV G 31 Francia René Arnoux
Flag of Hong Kong 1959.svg Theodore Racing Theodore TR1-Ford Cosworth DFV G 32 Finlandia Keke Rosberg
Regno Unito Melchester Racing McLaren M23-Ford Cosworth DFV G 40 Regno Unito Tony Trimmer
Germania ATS Wheels Racing ATS HS1-Ford Cosworth DFV G Germania Jochen Mass
Italia Team Merzario Merzario A1-Ford Cosworth DFV G Italia Arturo Merzario
March-Ford Cosworth DFV G Regno Unito Guy Edwards

Qualifiche[modifica | modifica sorgente]

Resoconto[modifica | modifica sorgente]

Le prove si disputarono con tempo sereno ma temperatura piuttosto bassa. Nella sessione del mattino il migliore fu Mario Andretti, che venne però battuto dal compagno di scuderia Ronnie Peterson e da Niki Lauda al pomeriggio. Ben otto piloti fecero segnare un tempo, in prova, più basso della pole ottenuta da James Hunt sul tracciato nel Gran Premio di Gran Bretagna 1977 in 1'18"61.[2]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Nella sessione di qualifica[6] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Griglia
1 6 Svezia Ronnie Peterson Regno Unito Lotus-Ford Cosworth 1'16"07 1[7]
2 1 Austria Niki Lauda Regno Unito Brabham-Alfa Romeo 1'16"43 NP[8]
3 5 Stati Uniti Mario Andretti Regno Unito Lotus-Ford Cosworth 1'16"85 3
4 7 Regno Unito James Hunt Regno Unito McLaren-Ford Cosworth 1'16"85 4
5 30 Stati Uniti Brett Lunger Regno Unito McLaren-Ford Cosworth 1'17"77 5
6 4 Francia Patrick Depailler Regno Unito Tyrrell-Ford Cosworth 1'17"98 6
7 16 Germania Hans-Joachim Stuck Regno Unito Shadow-Ford Cosworth 1'18"15 7
8 14 Brasile Emerson Fittipaldi Brasile Fittipaldi-Ford Cosworth 1'18"44 8
9 38 Irlanda Derek Daly Regno Unito Hesketh-Ford Cosworth 1'18"88 9
10 18 Regno Unito Rupert Keegan Regno Unito Surtees-Ford Cosworth 1'18"96 10
11 32 Finlandia Keke Rosberg Flag of Hong Kong 1959.svg Theodore-Ford Cosworth 1'19"03 11
12 28 Spagna Emilio de Villota Regno Unito McLaren-Ford Cosworth 1'19"36 12
13 22 Belgio Jacky Ickx Regno Unito Ensign-Ford Cosworth 1'20"00 13
14 31 Francia René Arnoux Francia Martini-Ford Cosworth 1'20"09 NP[9]
15 40 Regno Unito Tony Trimmer Regno Unito McLaren-Ford Cosworth 1'20"43 15
16 17 Svizzera Clay Regazzoni Regno Unito Shadow-Ford Cosworth 1'20"63 16
NQ 24 Regno Unito Divina Galica Regno Unito Hesketh-Ford Cosworth 1'23"07 17[10]

Gara[modifica | modifica sorgente]

Resoconto[modifica | modifica sorgente]

Le pessime condizioni atmosferiche costrinsero gli organizzatori a posticipare di un'ora e mezza l'avvio del gran premio. Non prese parte alla gara Niki Lauda che uscì di pista durante il giro di ricognizione e danneggiò la frizione della sua Brabham irreparabilmente. Anche Ronnie Peterson aveva danneggiato la sua vettura prima della gara, tanto da essere costretto a partire dalla corsia dei box, con la vettura di riserva. René Arnoux non prese parte alla gara per un problema tecnico alla sua vettura. Venne così ripescata Divina Galica.

Alla partenza il comando venne così preso da Mario Andretti, davanti a Hans-Joachim Stuck, mentre nelle retrovie sia James Hunt che Clay Regazzoni furono costretti al ritiro per delle uscite di pista. Andretti comandò la gara per soli tre giri, prima di essere costretto all'abbandono anche lui per un'uscita dal tracciato.

Stuck prese il comando fino a quando, al giro 14, venne penalizzato da problemi al motore. Passò così a condurre Derek Daly, alla sua prima esperienza in F1. Anche l'irlandese fu costretto all'errore dalla pioggia. Si trovò così in testa Keke Rosberg, seguito da Emerson Fittipaldi. Il brasiliano riuscì a portarsi vicino al pilota della Theodore Racing, ma senza riuscire a passarlo. Fu la prima vittoria in F1 per un pilota finlandese, anche se non titolata, e l'unica per la scuderia di Hong Kong, in quello che fu il suo esordio come costruttore.[11]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

I risultati del gran premio sono i seguenti[12]:

Pos No Pilota Team Giri Tempo/Ritiro Griglia
1 32 Finlandia Keke Rosberg Flag of Hong Kong 1959.svg Theodore-Ford Cosworth 40 1h12'49"02 11
2 15 Brasile Emerson Fittipaldi Brasile Fittipaldi-Ford Cosworth 40 +1"88 8
3 40 Regno Unito Tony Trimmer Regno Unito McLaren-Ford Cosworth 37 + 3 giri 15
4 30 Stati Uniti Brett Lunger Regno Unito McLaren-Ford Cosworth 37 + 3 giri 5
5 18 Regno Unito Rupert Keegan Regno Unito Surtees-Ford Cosworth 31 + 9 giri 10
NC 16 Germania Hans-Joachim Stuck Regno Unito Shadow-Ford Cosworth 25 + 15 giri 7
Rit 38 Irlanda Derek Daly Regno Unito Hesketh-Ford Cosworth 12 Incidente 9
Rit 24 Regno Unito Divina Galica Regno Unito Hesketh-Ford Cosworth 11 Incidente 17[10]
Rit 28 Spagna Emilio de Villota Regno Unito McLaren-Ford Cosworth 9 Frizione 12
Rit 3 Francia Patrick Depailler Regno Unito Tyrrell-Ford Cosworth 4 Incidente 6
Rit 5 Stati Uniti Mario Andretti Regno Unito Lotus-Ford Cosworth 2 Incidente 3
Rit 6 Svezia Ronnie Peterson Regno Unito Lotus-Ford Cosworth 2 Incidente 1[7]
Rit 22 Belgio Jacky Ickx Regno Unito Ensign-Ford Cosworth 1 Testacoda 13
Rit 39 Svizzera Clay Regazzoni Regno Unito Shadow-Ford Cosworth 0 Testacoda 16
Rit 7 Regno Unito James Hunt Regno Unito McLaren-Ford Cosworth 0 Testacoda 4
NP 1 Austria Niki Lauda Regno Unito Brabham-Alfa Romeo Incidente nelle prove 1
NP 31 Francia René Arnoux Francia Martini-Ford Cosworth Pressione dell'olio 12
NA Germania Jochen Mass Germania ATS-Ford Cosworth
NA Italia Lamberto Leoni Regno Unito Ensign-Ford Cosworth
NA Italia Arturo Merzario Italia Merzario-Ford Cosworth
NA Regno Unito Guy Edwards Regno Unito March-Ford Cosworth

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Silverstone (4724 m), chicanef1.com. URL consultato il 31-8-2012.
  2. ^ a b c Si corre a Silverstone (ma senza la Ferrari) in La Stampa, 19-3-1978, p. 17.
  3. ^ (EN) 1978 BRDC International Trophy, chicanef1.com. URL consultato il 31-8-2012.
  4. ^ (EN) International Trophy (Entry List), racingsportscars.com. URL consultato il 30-8-2012.
  5. ^ Altre fonti indicano l'utilizzo da parte di Niki Lauda una Brabham BT45(EN) 1978 BRDC International Trophy 1978 Entry List, chicanef1.com. URL consultato il 31-8-2012.
  6. ^ Sessione di qualifica
  7. ^ a b Ronnie Peterson partì della corsia dei box in quanto utilizzò la vettura di riserva dopo aver distrutto quella titolare.
  8. ^ Niki Lauda non partì per aver danneggiato la frizione nel giro di ricognizione.
  9. ^ René Arnoux non partì per un problema alla pressione dell'olio della sua vettura.
  10. ^ a b Divina Galica venne ripescata dopo i forfait di Niki Lauda e René Arnoux.
  11. ^ Carlo Ricono, Rosberg vince nel nubifragio in Stampa Sera, 20-3-1978, p. 21.
  12. ^ Risultati del gran premio
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1