BAC 167 Strikemaster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BAC 167 Strikemaster
BAC Strikemaster di un privato
BAC Strikemaster di un privato
Descrizione
Tipo aereo da addestramento
aereo da attacco al suolo
Equipaggio 1-2
Costruttore Regno Unito BAC
Data primo volo 26 ottobre 1967
Utilizzatore principale Arabia Saudita RSAF
Esemplari 146
Sviluppato dal BAC Jet Provost
Dimensioni e pesi
Lunghezza 10,27 m (33 ftin)
Apertura alare 11,23 m (36 ft 10 in)
Altezza 3,34 m (10 ft 11½ in)
Superficie alare 19,85 (213,7 ft²)
Peso a vuoto 2 810 kg (6 195 lb)
Peso carico 4 219 kg (9 303 lb)
Peso max al decollo 5 215 kg (11 500 lb)
Propulsione
Motore un turbogetto Rolls-Royce Viper Mk.535
Spinta 15,2 kN (3 140 lbf)
Prestazioni
Velocità max 774 km/h (481 mph, 418 kt)
VNE 834 km/h (518 mph, 450 kt)
Velocità di stallo 158 km/h (98 mph, 85,5 kt) (flaps down)
Velocità di salita 87,5 m/s
Autonomia 2 224 km (1 382 mi, 1 200 nm) con 3 000 lb (1 360 kg) di carico bellico, lo-lo-lo profile
Raggio di azione 233 km (145 mi, 126 nm) al peso massimo al decollo
Tangenza 12 200 m (40 000 ft)
Armamento
Mitragliatrici 2 calibro 7,62 mm
Bombe fino a 3 000 lb (1 364 kg) di carico bellico
Piloni 4
Note dati riferiti alla versione Strikemaster Mk 88

i dati sono estratti da Jane's All The World's Aircraft 1976–77[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il BAC 167 Strikemaster era un monomotore a getto da addestramento ed attacco al suolo ad ala dritta prodotto dall'azienda britannica British Aircraft Corporation alla fine degli anni sessanta.

Ottenne un buon successo commerciale venendo impiegato da diverse forze aeree, soprattutto nell'area mediorientale, rimanendo operativo fino agli anni ottanta. Attualmente alcuni esemplari acquistati da privati vengono tenuti ancora in condizioni di volo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Lo Strikemaster era l'estrema evoluzione dell'originario Percival Provost, un aereo da addestramento basico ad elica e motore a pistoni prodotto negli anni cinquanta. Dal Provost se ne sviluppò una variante dotata di motore a reazione, il BAC Jet Provost, dal quale a sua volta trae origine. Il progetto originale prevedeva di proporlo nel ruolo di aereo antiguerriglia ma lo sviluppo si concentrò sulla versione da addestramento ed attacco al suolo in quanto maggiormente richiesta dal mercato bellico.

Lo Strikemaster è essenzialmente la versione armata del Provost T Mk 5, sviluppata e migliorata grazie ad un irrobustimento della cellula, necessaria per l'adozione di una motorizzazione più potente, ed una serie di modifiche che riguardavano un'avionica più recente, l'adozione di piloni alari, nuovi seggiolini eiettabili, un carrello d'atterraggio di minori dimensioni e un aggiornamento al sistema di rifornimento. Con l'aggiornamento venne quindi trasformato da semplice aereo da addestramento in un velivolo leggero da attacco al suolo.

Venne portato in volo per la prima volta il 26 ottobre 1967.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Lo Strikemaster venne impiegato da diverse forze aeree come addestratore avanzato, in America latina, Africa, Medio Oriente, Asia e Nuova Zelanda. Venne anche usato in azioni belliche da Ecuador, Oman e Yemen.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei Strikemaster utilizzato dalla Botswana Defence Force Air Wing.
Una formazione di Strikemaster del No. 14 Squadron RNZAF.
Arabia Saudita Arabia Saudita
operò con la versione Strikemaster Mk 80/80A.
Botswana Botswana
operò con 11 esemplari, nove Mk 83 ex Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Kuwaytiyya (Kuwait) più due Mk 87 ex Kenya Air Force, in servizio dal 1988 al 1997.
Ecuador Ecuador
operò con i Strikemaster Mk 89/89A.
Kenya Kenya
operò con la versione Strikemaster Mk 87.
Kuwait Kuwait
operò con la versione Strikemaster Mk 83.
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Oman Oman
operò con la versione Strikemaster Mk 82/82A.
Singapore Singapore
operò con la versione Strikemaster Mk 84, tutti ritirati nel 1984.
Sudan Sudan
operò con la versione Strikemaster Mk 90.
Yemen del Sud Yemen del Sud
operò con la versione Strikemaster Mk 81.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Taylor 1976, pp. 172–173.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Taylor, John W.R. "Hunting Jet Provost and BAC 167." Combat Aircraft of the World from 1909 to the present. New York: G.P. Putnam's Sons, 1969. ISBN 0-425-03633-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]