Béatrix Beck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Béatrix Beck (Villars-sur-Ollon, 30 luglio 1914Saint-Clair-sur-Epte, 30 novembre 2008) è stata una scrittrice francese, d'origine belga.

Nata in Svizzera, nel cantone di Vaud, era figlia del poeta belga Christian Beck (a sua volta di origini lettone e italiana) e di madre irlandese.

Cresce in Francia dove completa gli studi; nel 1936 sposa Naum Szapiro, ebreo apolide. Rimasta vedova durante la guerra con una figlia (Bernadette Szapiro, che a sua volta diventerà scrittrice e pittrice) si dedica a saltuari piccoli lavori.

Nel 1948 pubblica il suo primo romanzo, Barny, e collabora con lo scrittore André Gide, amico di suo padre.

Continua la sua attività di scrittrice e uno dei suoi romanzi, Léon Morin, prêtre, con il Premio Goncourt nel 1952 le procura la notorietà e il benessere. Nel 1955 è naturalizzata francese.

Dopo la stesura di altri romanzi, nel 1966 parte per gli Stati Uniti dove insegna in California a Berkeley e in Virginia; poi è in Canada in varie università francofone.

Al suo ritorno in Francia, nel 1977, riprende l’attività di scrittrice. Nello stesso anno riceve il premio per la letteratura dall’Académie française.
Nel 2006 alcuni suoi romanzi vengono adattati a lavori teatrali.