Azula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Azula
Azula.jpg
Universo Avatar - La Leggenda di Aang
Lingua orig. Inglese
Autori
1ª app. in Libro Primo - Acqua, episodio 20 (L'assedio del Nord - Parte 2)
Interpretata da Summer Bishil
Voce italiana * Domitilla D'Amico (serie animata)
Specie umana
Sesso Femmina
Abilità
Parenti

La principessa Azula è un personaggio della serie a cartoni animati Avatar - La leggenda di Aang; nuova erede del trono della Nazione del Fuoco, dopo l'esilio del fratello Zuko, Azula si presenta come uno dei personaggi più crudeli e spietati della serie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Azula fin dall'infanzia si dimostra una straordinaria dominatrice del fuoco. Principessa della Nazione del Fuoco, figlia di Ozai e sorella di Zuko, la bambina ha un carattere spietato e privo di scrupoli. Vive con gioia il complotto di corte che porta alla morte del vecchio Azulon, complotto che termina con l'elezione prematura di Ozai a nuovo Signore del Fuoco.

Da sempre la preferita di Ozai, Azula presto si sostituisce a Zuko nei ruoli militari. A quattordici/quindici anni diventa la temutissima comandante del progetto imperialistico della Nazione del Fuoco. In più occasioni tenta di catturare (o uccidere) Aang e i suoi amici, suo zio Iroh e il fratello Zuko (con quest'ultimo stringerà una sorta di tregua alla fine della seconda stagione).

Azula è la responsabile della sconfitta del Regno della Terra, e in seguito appoggia fino in fondo il progetto del padre per conquistare in maniera assoluta il Regno. Prima della partenza dell'esercito, Ozai le cede il suo titolo di Signore del Fuoco. Subito dopo questo avvenimento, Azula diventa estremamente paranoica, tanto che esilia tutta la sua corte con la scusa di essere inadempiente. Successivamente, Zuko ritorna nella capitale insieme a Katara, e sfida la sorella ad un duello Agni Kai, che lei accetta. Zuko e Azula si affrontano in uno scontro praticamente alla pari nella corte del palazzo, fino a quando Azula scaglia un fulmine contro Katara, prontamente respinto da Zuko, che però viene ferito nel tentativo. Azula quindi si scaglia violentemente contro Katara, la quale le tiene testa e infine riesce ad imprigionarla in un blocco di ghiaccio e a bloccarle le mani, sconfiggendola definitivamente.

Azula ha un carattere alquanto particolare: si dimostra sempre molto fredda e calcolatrice, assolutamente spietata e pronta a tutto pur di raggiungere i suoi obbiettivi; cerca inoltre di essere sempre perfetta in tutto quello che fa, al punto da infuriarsi se si vede anche solo con un capello fuori posto. Inoltre Azula è un abile manipolatrice, capace di far infuriare anche l'uomo più controllato e razionale come Sokka ed è anche molto abile nel mentire: Toph stessa ha molta difficoltà nel cercare di capire se lei mente o no. Verso la fine della serie, dopo la sua nomina a Signore del Fuoco, Azula cambia totalmente personalità: diventa estremamente paranoica, ossessionata dalla paura di essere assassinata (teme di fare la stessa fine del nonno Azulon) e tradita dalle persone in cui ha fiducia (come hanno fatto le sue amiche Mei e Ty Lee alla Roccia Bollente per far fuggire Zuko, Sokka, Suki e Hakoda), tanto che arriva ad esiliare le sue guardie personali per motivi irrilevanti. Durante il suo duello finale con Zuko e Katara combatte in maniera del tutto incontrollata, e non si accorge della trappola finale di Katara, che in condizioni normali avrebbe notato immediatamente.

Azula è in assoluto uno dei personaggi più potenti della serie: solo Aang, Iroh oltre Katara e Zuko (questi ultimi durante il passaggio della cometa di Sozin) riescono veramente a tenerle testa. Aang viene praticamente ucciso da Azula mentre si trova nello Stato dell'Avatar, ma viene riportato miracolosamente in vita da Katara; Iroh una volta viene colpito quasi a morte da un fulmine scagliato dalla ragazza ma sopravvive. Katara è l'unica che sia riuscita a scontrarsi con lei senza subire danni ed è riuscita a sconfiggerla definitivamente nel suo periodo di massimo potenziale, durante il passaggio della cometa di Sozin.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Azula è una letale dominatrice del fuoco; produce e controlla fiammate di ogni forma e dimensione. Le sue fiamme hanno la caratteristica di essere azzurre. Azula è anche l'unica dominatrice, oltre al nonno Azulon, al padre Ozai e allo zio Iroh, a saper esercitare l'elettrocinesi, che le consente di scagliare fulmini. Il suo stile di combattimento corpo a corpo è il Shequan, che la ragazza associa ad una agilità e dei riflessi sovrumani. Tuttavia, a seguito del tradimento delle sue amiche Mai e Ty Lee, Azula perde tutte le proprie certezze e passa un periodo di graduale perdita di senno che influisce pesantemente sulle sue abilità di dominatrice portandola ad essere in svantaggio nell'Agni-Kai contro suo fratello Zuko. Infatti poiché le abilità di un dominatore rispecchiano molto il suo stato emotivo, se prima la sua freddezza rendeva il suo dominio forte ed equilibrato, poi la sua follia lo rendeva selvaggio e troppo basato sulla forza. Tuttavia la sua instabilità mentale non le impedisce di scagliare fulmini, per i quali è necessario possedere equilibrio interiore.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Azula compare brevemente nel film L'ultimo dominatore dell'aria, interpretata dall'attrice di origini arabe Summer Bishil.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Animazione