Azione Cattolica dei Ragazzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Azione Cattolica dei Ragazzi (abbreviata ACR) è un'articolazione dell'Azione Cattolica che traduce l'attenzione dell'Associazione verso i ragazzi dai 4 ai 14 anni, aiutandoli ad essere protagonisti del loro cammino di fede. È definita nell'articolo 16[1] dello statuto dell'Azione Cattolica Italiana.

Il responsabile nazionale attualmente è Teresa Borelli dell'arcidiocesi di Bari-Bitonto. L'Azione Cattolica opera a livello parrocchiale e diocesano ed è strutturata in gruppi guidati da educatori (giovani o adulti di Azione Cattolica) che seguono itinerari e proposte diversificate secondo quattro archi di età: 3-5 anni (piccolissimi), 6-8, 9-11, 12-14. Nella vita di gruppo i ragazzi sperimentano l'amicizia, l'accoglienza, l'ascolto dell'altro, l'incontro con le famiglie e con la comunità.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'Azione Cattolica si è sempre interessata della formazione dei bambini e dei ragazzi. Ma questi, nell'associazione, non avevano, strutturalmente, un ruolo: essi erano un'appendice dell'Unione donne, della Gioventù maschile e della Gioventù femminile di AC. L'Azione Cattolica dei Ragazzi nacque nel 1969 con il nuovo statuto dell'AC che prevedeva che i ragazzi dell'ACI si costituissero in un'articolazione distinta e ben caratterizzata, l'Azione Cattolica dei Ragazzi.

Il 19-21 marzo 1971 si svolse l'Assemblea nazionale ACR che pose le fondamenta per la realizzazione di una proposta formativa articolata di obiettivi e metodo per i bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni, rispettando le differenze presenti nelle varie fasce di età (piccolissimi, 6-8 anni; 9-11; 12-14). Il presidente nazionale dell'AC Vittorio Bachelet intervenne ai lavori dell'assemblea indicando la novità dell'ACR come “una pagina di speranza non solo nella vita dell’AC ma nella vita della Chiesa”.

Il lavoro di approfondimento e studio si concretizzò nel giugno del 1972 con la stesura del sussidio "Metodologia dell'ACR" presentato durante un convegno nazionale. Il sussidio fu il frutto di una mobilitazione di esperti e educatori, pedagogisti, pastoralisti e operatori ACR a livello nazionale, diocesano e parrocchiale.

L'anno successivo la Chiesa italiana si dava un nuovo piano pastorale nei termini di evangelizzazione e sacramenti. L'ACR trovò in questa nuova missione della Chiesa spunto e incentivo per esplicitare e qualificare ulteriormente il proprio contributo all'iniziazione cristiana dei ragazzi. Nel 1973 l'ACR compì un ulteriore riflessione promuovendo due convegni nazionali ACR a Napoli e a Rimini.

Il 1974 fu l'anno di nascita della catechesi esperienziale dell'ACR: un cammino capace di partire dalla vita dei ragazzi, per integrare l'esperienza di fede in tutte le espressioni del vissuto quotidiano. La nuova catechesi, che prediligeva il vissuto sull'astratto, poneva alcuni interrogativi e non poche difficoltà specie agli operatori della pastorale più adulti, perché abituati ad un metodo di catechesi più dottrinale.

Nello stesso anno l'ACR entra a far parte del MIDADE (Movimento internazionale di apostolato dei ragazzi).

Nel 1975 l'ACR pensò di potenziare la proposta di catechesi esperienziale dando vita all'Iniziativa Annuale. Distinta dalla catechesi, ma a questa intrecciata e da questa indipendente, è un itinerario a tappe che dona all'esperienza associativa ACR un ritmo missionario in cui poter parlare, agire e partecipare.

Alla formazione degli educatori, l'ACR dedicò un convegno nazionale nel 1978. Il convegno nazionale ACR del 1980 convocò educatori parrocchiali e responsabili diocesani: si stabilì un patto educativo di crescita reciproca tra educatori e ragazzi.

Nel 1981, dopo 5 anni di studio, di impegno e di servizio rivolto verso i più piccoli dell'associazione, l'Azione Cattolica dei Ragazzi rielaborò il testo base del 1972 presentando il progetto ACR, arricchito di novità e necessari approfondimenti: una catechesi più a misura di ragazzi e della loro realtà, una visibilità maggiore nell'ambiente parrocchiale e sociale e l'Iniziativa Annuale per aiutare i ragazzi ad aprirsi alla comunità per diventare missionari nel proprio ambiente (parrocchia, scuola, quartiere, territorio).

Struttura organizzativa[modifica | modifica sorgente]

  • Livello nazionale: un responsabile nazionale, un assistente, 4 consiglieri nazionali membri del consiglio nazionale dell'AC, un ufficio centrale con segretario.
  • Livello regionale: due incaricati ed un assistente.
  • Livello diocesano: un responsabile, un vice-responsabile, un assistente, 4 consiglieri diocesani membri del consiglio diocesano dell'AC, un'équipe diocesana, un'équipe diocesana dei ragazzi.
  • Livello parrocchiale: i gruppi ACR di bambini e ragazzi, un gruppo educatori ACR, un responsabile parrocchiale, il parroco (assistente).

Le riviste[modifica | modifica sorgente]

Al rinnovamento associativo dell'Azione Cattolica Italiana è seguito un nuovo progetto editoriale che ha coinvolto tutte le riviste associative. Attualmente i periodici per i bambini e i ragazzi aderenti all'ACR sono:

  • La Giostra: è una rivista mensile dedicata ai bambini dai 2 ai 6 anni, pensata per valorizzare la lettura quale occasione preziosa di relazione e di incontro tra il mondo dei bambini e quello degli adulti. Sensibilizza genitori, educatori e insegnanti a guardare con particolare interesse il momento del leggere "insieme con" i più piccoli, tempo speciale nel quale trova adeguata risposta il desiderio di compagnia del bambino.
  • Foglie.AC: è un giornale dedicato interamente ai bambini dai 7 ai 9 anni. In ogni numero i suoi piccoli lettori trovano storie avvincenti, fumetti colorati, curiosità da scoprire, giochi divertenti, idee da creare e costruire e molte altre sorprese. In compagnia dei fantastici componenti della “redazione sull'albero”, i bambini vivranno ogni pagina da protagonisti.
  • Ragazzi: è un giornale dedicato interamente ai ragazzi dai 10 ai 13 anni. Ricco di colori e fantasia, propone nelle sue diverse rubriche idee, storie, interviste e suggerimenti per accompagnare i ragazzi nel loro mondo e aiutarli a scoprire le loro qualità e capacità.

Responsabili Nazionali ACR[modifica | modifica sorgente]

  • (1970-1973) Giovanna Benevento
  • (1973-1976) Dino Boffo
  • (1976-1979) Beppe Mattei
  • (1979-1982) Piero Chinellato
  • (1982-1986) Antonio Tombolini
  • (1986-1992) Beatrice Draghetti
  • (1992-1998) Stefania Sbriscia
  • (1998-2005) Giuseppe Notarstefano
  • (2005-2011) Mirko Campoli
  • (2011-in carica) Teresa Borelli

Incontri Nazionali ACR[modifica | modifica sorgente]

  • (20 maggio 1978) “La pace nascerà: parola di ragazzi” – Aula Nervi, Città del Vaticano
  • (26 maggio 1979) “Ricevuto Passo” – Piazza San Pietro, Roma
  • (15 ottobre 1983) “C’è un piano… che forte!” – Piazza San Pietro, Roma
  • (28 maggio 1988) “Cammininfesta” – Basilica di San Pietro e aula Paolo VI, Roma
  • (21 settembre 1991) “E via via si fa armonia” – Piazza San Pietro, Roma
  • (18 ottobre 1997) “Insieme c’è più festa” – Villa Pamphili e piazza San Pietro, Roma
  • (4 settembre 2004) “Un sì grande come una casa!”Stadio Conero, Ancona
  • (30 ottobre 2010) “C'è di più”Piazza San Pietro, piazza del Popolo e piazza di Siena, Roma (insieme al settore Giovanissimi)

Iniziativa Annuale ACR[modifica | modifica sorgente]

  • (1976-1977) Ci riconosceranno allo spezzare del pane
  • (1977-1978) Ascoltiamo: tutto parla
  • (1978-1979) Ehi, ci siamo anche noi
  • (1979-1980) Sì, … ma insieme!
  • (1980-1981) Sotto il grigio toh, l’arcobaleno
  • (1981-1982) Venite nel mio campo c’è un tesoro
  • (1982-1983) Con te faremo cose grandi
  • (1983-1984) Dall’amicizia in poi
  • (1984-1985) Diamo corpo alle parole
  • (1985-1986) Canta con noi la tua gioia
  • (1986-1987) Costruisci con noi la tua gioia
  • (1987-1988) Diamo volto alla gioia
  • (1988-1989) Uno+uno+uno=Uno!
  • (1989-1990) Firma l'avventura
  • (1990-1991) Una tavola più grande
  • (1991-1992) Al passo con te
  • (1992-1993) Vorrei trovare parole nuove
  • (1993-1994) Centro anch'io
  • (1994-1995) Siamo amici che regalo
  • (1995-1996) Tutto ciò che c'è di grigio si colorerà
  • (1996-1997) Porte aperte per te
  • (1997-1998) Festa si farà
  • (1998-1999) Ho tempo per te
  • (1999-2000) Ti racconto una grande Gioia
  • (2000-2001) Ad occhi aperti
  • (2001-2002) Ragazzi che storia
  • (2002-2003) Mani per tutti... tutti per mano
  • (2003-2004) Tutta un'altra musica
  • (2004-2005) Oooh issa!
  • (2005-2006) 6 con noi
  • (2006-2007) Bello, vero?
  • (2007-2008) SuPerStrada con Te!
  • (2008-2009) ...mi basti Tu!
  • (2009-2010) Siamo in onda!
  • (2010-2011) Ciò che conta di più
  • (2011-2012) Punta in alto
  • (2012-2013) In cerca d'Autore
  • (2013-2014) Non c'è gioco senza te
  • (2014-2015) Tutto da scoprire

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Articolo 16. L’Azione cattolica dei ragazzi.
    1. L’Azione Cattolica Italiana, ad ogni livello, è aperta ai bambini ed ai ragazzi.
    2. L’Azione Cattolica Italiana attraverso l’Azione cattolica dei ragazzi:
    a) offre ad essi una organica esperienza di vita ecclesiale e di impegno missionario realizzata a misura delle varie età;
    b) attua il suo compito formativo e missionario attraverso la vita di gruppi differenziati secondo le esigenze;
    c) condivide con le famiglie e con la comunità ecclesiale l’impegno alla formazione umana e cristiana dei bambini e dei ragazzi, attraverso educatori, giovani e adulti di Azione Cattolica, specificamente preparati.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo