Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II
Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II
Stato Italia Italia
Località Napoli
Indirizzo via Sergio Pansini
Sito web http://www.policlinico.unina.it/

L'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II", (più nota come Policlinico di Napoli oppure Secondo Policlinico per distinguerlo dal cosiddetto primo policlinico di Napoli ubicato nel centro storico della città), è un ospedale di Napoli.

Erroneamente si ritiene che la denominazione di Secondo Policlinico derivi dall'essere struttura universitaria della Seconda Università degli Studi di Napoli, mentre la Facoltà di Medicina e Chirurgia di quest'ultima, nonostante abbia alcuni spazi nel nuovo policlinico, è ubicata nel vecchio policlinico (oltre che a Caserta).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione, progettata da Carlo Cocchia e iniziata nei primi anni sessanta del XX secolo, terminò nel 1972.

Nel 1995 diventa "Azienda Universitaria Policlinico", e il 1º gennaio 2004 ha assunto l'attuale nome di Azienda Ospedaliera Universitaria in seguito a un protocollo d'intesa stipulato nel 2003 tra l'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e la Regione Campania.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il grande complesso, costituito da numerosi padiglioni e un grattacielo, è sito nella Zona ospedaliera, tra i quartieri Arenella e Chiaiano.

La struttura ospedaliera si estende per un totale 440.000 m² di superficie con 21 edifici a destinazione assistenziale, per un totale di 1000 posti letto per ricoveri ordinari e 200 posti letto per day hospital. Il totale di impiegati, tra medici, infermieri, tecnici, ausiliari e amministrativi è di circa 3400 unità.[1]

Si tratta di un complesso ospedaliero integrato con la Facoltà di Medicina e Chirurgia della "Federico II", le cui aule didattiche sono ubicate nel complesso stesso.
Presenta diverse eccellenze e primati, tra cui il primo intervento di asportazione di tumore al pancreas in via laparoscopica in una bimba (di appena due mesi) in Italia[2].

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La zona ospedaliera è servita dalle stazioni Policlinico e Rione Alto della linea 1 della metropolitana.

Sono presenti i normali bus di linea sia urbani che extraurbani.

La zona è altresì servita da uno svincolo della tangenziale di Napoli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Azienda in cifre
  2. ^ Napoli, tumore al pancreas asportato in via laparoscopica a una bimba di 2 mesi. Primo intervento in Italia da ilmattino.it, 3 febbraio 2013

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]