Azealia Banks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Azealia Banks
Azealia Banks agli NME Awards nella Brixton Academy nel febbraio 2012
Azealia Banks agli NME Awards nella Brixton Academy nel febbraio 2012
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative rap
Rhythm and blues
Periodo di attività 2009 – in attività
Etichetta XL Recordings, Interscope, Polydor
Album pubblicati 1
Sito web

Azealia Amanda Banks (New York City, 31 maggio 1991) è una rapper e cantautrice statunitense. È divenuta popolare nel 2011 quando è stata inserita al primo posto della classifica "Cool List" della rivista inglese NME. Il 5 dicembre 2011, la BBC ne annunciò la nomina per il Sound of 2012, dove arrivò terza.[1] Il singolo di debutto 212 è stato pubblicato il 6 dicembre 2011, entrando in diverse classifiche europee.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

1991-2009: Origini ed esordio discografico[modifica | modifica wikitesto]

Banks è nata nel maggio 1991. Sua madre la crebbe insieme alle due sorelle maggiori ad Harlem, dopo che il padre morì a causa di un tumore al pancreas quando lei aveva due anni. In giovane età si interessò al teatro musicale, alla recitazione ed al canto. A dieci anni iniziò ad esibirsi in un musical off-Broadway dal nome Tada! Youth Theater a Lower Manhattan. Ebbe ruoli da protagonista in tre produzioni (Rabbit Sense, Sleepover e Heroes). All'età di sedici anni, ha recitato in un musical noir-comedy, City of Angels. La Banks si è formata nel campo dello spettacolo presso la LaGuardia High School of Performing Arts a Manhattan, che ha poi abbandonato per dedicarsi alla musica.

Sotto lo pseudonimo di Miss Bank$, nel febbraio del 2009 pubblicò il suo primo brano Gimme a Chance su MySpace.[2] La canzone era accompagnata da Seventeen, un brano prodotto dal DJ americano Diplo che campionò una traccia dei Ladytron con lo stesso nome.[2] Più tardi quell'anno, firmò un contratto con l'etichetta discografica XL Recordings e cominciò a lavorare con il produttore Richard Russell; lasciò poi l'etichetta a causa di idee divergenti.[1][3]

2010-presente: Successo e Broke with Expensive Taste[modifica | modifica wikitesto]

"Richard Russell era figo, ma non appena non ho voluto usare le sue basi è diventato veramente acido".
Azealia Banks parla del suo abbandono dalla XL Recordings.[3]

Uscita dalla XL Recordings, Azealia cambiò il suo nome d'arte in Azealia Banks e si trasferì a Montréal, dove iniziò a registrare musica. Utilizzando YouTube come portale, caricò varie demo, tra cui L8R e una cover di Slow Hands degli Interpol. Nel settembre 2011, pubblicò in formato digitale gratuito il singolo di debutto 212; esso venne poi pubblicato ufficialmente il 6 dicembre 2011. Il brano ha ricevuto il plauso della critica, essendo selezionato come 'Canzone della settimana' dalla BBC Radio 1, e posizionandosi nono nella classifica delle migliori tracce del 2011 secondo Pitchfork Media. Nel dicembre 2011 ha partecipato alla canzone Shady Love, inserita nell'album Magic Hour della band americana Scissor Sisters, tuttavia è rimasta non accreditata. Il 16 gennaio 2012 ha pubblicato il brano NEEDSUMLUV (SXLND), prodotto da Machinedrum, in occasione di quello che sarebbe stato il trentatreesimo compleanno della cantante deceduta Aaliyah, la quale viene campionata nella canzone.[4] La settimana successiva divulga il brano Bambi, prodotto da Paul Epworth, scelto quale colonna sonora per una sfilata di Mugler a Parigi.[5]

Anche se priva di un'etichetta discografica, la Banks cominciò a lavorare con il produttore britannico Paul Epworth al suo album di debutto. Il suo primo EP1991, è stato pubblicato nel Regno Unito il 28 maggio e negli Stati Uniti il giorno successivo.[6] Nel maggio 2012 viene altresì annunciata la pubblicazione di un mixtape, prima denominato Fantastic poi Fantasea, avutasi l'11 luglio 2012.[7] L'11 maggio è stato pubblicato Jumanji, un brano facente parte dello stesso.[8] Una seconda traccia del mixtape, Aquababe, è stata resa disponibile online il 13 giugno,[9] mentre un terzo brano, Nathan, in collaborazione col rapper Styles P, il 30 giugno.[10][11]

Sempre nel 2012 viene annunciata una collaborazione con la cantante Lady Gaga. La canzone in questione, Ratchet, prodotta da Paul Blair, non viene inserita nel disco di quest'ultima ARTPOP, ma è stata presentata in versione stumentale durante il party di lancio del profumo FAME.

Nell'aprile 2013 viene pubblicato il singolo di lancio dell'album d'esordio, Yung Rapunxel. A maggio l'artista annuncia la pubblicazione del secondo singolo, ATM Jam, che vede la partecipazione di Pharrell Williams, il quale però non viene incluso nella tracklist definitiva a causa della tiepida ricezione. Dopo numerosi posticipi e conflitti, nel luglio 2014 la Banks scioglie il contratto che la legava alla casa discografica Interscope e pubblica in via indipendente due singoli, Heavy Metal and Reflective il 28 luglio e Chasing Time il 22 settembre. Essi precedono il rilascio dell'album Broke with Expensive Taste, che avviene, senza alcun preavviso, il 6 novembre[12], in collaborazione con l'agenzia di produzione Prospect Park.

Influenze musicali[modifica | modifica wikitesto]

La Banks cita come prime ispirazioni le canzoni di Beyoncé ed Aaliyah. Durante la sua adolescenza ascoltava gli Interpol, i Bloc Party e i Futureheads. Nomina anche Eve, Remy Ma, Lil' Kim, M.I.A. e Santigold come ulteriori artiste femminili che l'hanno ispirata.[13][14] Ha elogiato infine lo stile di Jay Z.[14]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Dettagli
1991

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Dettagli
Broke with Expensive Taste
  • Pubblicato: 6 novembre 2014

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Dettagli
Fantasea
  • Pubblicato: 4 luglio 2012[7]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Posizione massima Album
UK
[16]
IRE
[17]
NL
[18]
BEL
(Fia)[19]
BEL
(Val)[19]
2011 212 feat. Lazy Jay 12 7 17 17 34 1991

Come artista partecipante[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Anno Album
"Can't Stop Now"(Kicks Like a Mule Remix)
(Major Lazer con Azealia Banks)
2010 Lazers Never Die
"Blue Jeans"(Smims & Belle Remix)
(Lana Del Rey con Azealia Banks)
2012 N.D.

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Singolo Anno Regista Note
"L8R" 2011 BBGUN [20]
"212" (featuring Lazy Jay) Vincent Tsang [21]
"Liquorice" 2012 Rankin [11]
"Van Vogue" N.D. [22]
"1991" N.D.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BBC Sound of 2012 - Artist Profile > Azealia Banks, BBC. URL consultato il 30 maggio 2012.
  2. ^ a b (EN) Freeload: Miss Banks, “Seventeen” + ”Gimme A Chance”, Fader.com, 6 febbraio 2009. URL consultato il 2 giugno 2012.
  3. ^ a b (EN) Azealia Banks Has Pop At XL Recordings, the Quietus.com, 5 gennaio 2012. URL consultato il 2 giugno 2012.
  4. ^ (EN) NEW: AZEALIA BANKS – NEEDSUMLUV (SXLND), Crack in the road. URL consultato il 3 giugno 2012.
  5. ^ (EN) tom, Azealia Banks – “Bambi”, stereogum.com, 27 gennaio 2012. URL consultato il 3 giugno 2012.
  6. ^ (EN) Lewis Corner, Azealia Banks confirms '1991' EP tracklist, artwork, digital spy.com, 15 maggio 2012. URL consultato il 15 giugno 2012.
  7. ^ a b (EN) Lewis Corner, Azealia Banks renames new mixtape 'Fantasea', digital spy.com, 31 maggio 2012. URL consultato il 15 giugno 2012.
  8. ^ (EN) Lewis Corner, Azealia Banks debuts new track 'Jumanji' - listen, digital spy.com, 11 maggio 2012. URL consultato il 5 giugno 2012.
  9. ^ (EN) Lewis Corner, Azealia Banks releases new track 'Aquababe' - listen, digital spy.com, 13 giugno 2012. URL consultato il 15 giugno 2012.
  10. ^ (EN) Robbie Daw, Azealia Banks’ Catty “Nathan” Single Artwork, idolator.com, 29 giugno 2012. URL consultato il 7 luglio 2012.
  11. ^ a b (EN) Carrie Battan, Video: Azealia Banks: "Liquorice", Pitchfork.com, 14 giugno 2012. URL consultato il 15 giugno 2012.
  12. ^ Edoardo Bridda, Azealia Banks - Broke With Expansive Taste, sentireascoltare.com, 7 novembre 2014.
  13. ^ (EN) Becky Bain, Azealia Banks On Nicki Minaj And Her “Ugly Wigs And Ugly Costumes”, idolator.com, 13 marzo 2012. URL consultato il 30 maggio 2012.
  14. ^ a b (EN) Kevin Perry, GQ&A: Azealia Banks, GQ.uk, 22 novembre 2011. URL consultato il 30 maggio 2012.
  15. ^ (EN) Azealia Banks to release new mixtape this summer, NME, 10 maggio 2012. URL consultato il 30 maggio 2012.
  16. ^ (EN) 2012 Top 40 Official UK Singles Archive - 14th April 2012, the Official Charts. URL consultato il 30 maggio 2012.
  17. ^ (EN) TOP 50 SINGLES, WEEK ENDING 29 March 2012, GfK Chart Track. URL consultato il 30 maggio 2012.
  18. ^ (NL) AZEALIA BANKS FEAT. LAZY JAY - 212 (NUMMER) in Olanda, dutchcharts.nl. URL consultato il 30 maggio 2012.
  19. ^ a b (EN) AZEALIA BANKS FEAT. LAZY JAY - 212 in Fiandre, ultratop.be. URL consultato il 30 maggio 2012.
  20. ^ (EN) AzealiaBanks, Azealia Banks - L8R, youtube.com, 23 settembre 2010. URL consultato il 31 maggio 2012.
  21. ^ (EN) Music Video: Azealia Banks – 212, Highsnobiety.com, 22 settembre 2011. URL consultato il 31 maggio 2012.
  22. ^ (EN) @AZEALIABANKS, SHOOTING "VAN VOGUE" TOMORROW !!, twitter.com, 28 maggio 2012. URL consultato il 31 maggio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]