Azatioprina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Azatioprina
Azathioprine Structural Formulae.png
Azathioprine 3d structure.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C9H7N7O2S1
Massa molecolare (u) 277.263 g/mol
Numero CAS [446-86-6]
Codice ATC L04AX01
PubChem 2265
DrugBank APRD00811
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione 238–245 °C
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
orale (in fase iniziale endovenosa)
Dati farmacocinetici
Biodisponibilità 60±31%
Legame proteico 20–30%
Emivita 26–80 minuti (azatioprina) 3–5 ore (farmaco e metaboliti)
Escrezione Renale, 98% come metaboliti
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine irritante

pericolo

Frasi H 302 - 315 - 319 - 335 - 350
Consigli P 201 - 261 - 305+351+338 - 308+313 [1]

L’azatioprina[2] è il nome di un principio attivo specificamente indicato per il trattamento di varie malattie autoimmuni. Esso ha sia azione antinfiammatoria, che immunosoppressiva.

Dal punto di vista farmacodinamico, l'azatioprina è un antimetabolita purinico con spiccati effetti soppressivi sui linfociti stimolati dall'antigene e quindi per l'azione di questo stimolo attivamente proliferanti. È attiva in generale su tutti i tipi cellulari dei linfociti che hanno un elevato indice mitotico.

Usi clinici[modifica | modifica wikitesto]

È indicata in combinazione ad altri agenti immunosoppressivi (ad esempio in associazione a ciclosporina o prednisone) per la profilassi del rigetto di trapianti d'organo[3][4][5][6] (come nel trapianto di rene, fegato, cuore, polmone o pancreas) e nella terapia della GVHD.[7][8][9] Azatioprina viene utilizzata sia da sola, sia in combinazione con steroidi oppure altri farmaci e procedure nella terapia di forme gravi o resistenti ai cortisonici delle seguenti patologie:

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il farmaco è controindicato nei soggetti con ipersensibilità nota al principio attivo, alla 6-mercaptopurina (un metabolita dell’azatioprina) oppure ad uno qualsiasi degli eccipienti. È inoltre controindicata in caso di infezioni gravi, nei soggetti con grave compromissione della funzionalità epatica, o del midollo osseo, nei soggetti recentemente sottoposti a vaccinazione con un qualsiasi vaccino vivo, in particolare BCG, vaccino del vaiolo, vaccino della febbre gialla, in gravidanza e nelle donne che allattano al seno.

Effetti collaterali ed indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

Gli effetti collaterali più comuni legati all'uso di azotioprina sono[61][62][63][64][65][66][67]:

La depressione del midollo osseo è dose correlata e si può manifestare con leucopenia o, meno spesso, trombocitopenia o anemia macrocitica e anche l'anemia megaloblastica. Azatioprina è anche associata con lo sviluppo di danni epatici. Raramente, ma potenzialmente fatale si sono verificati casi di malattia epatica veno-occlusiva.

Altri effetti collaterali associati all'uso di azatioprina comprendono: disturbi gastrointestinali, alopecia reversibile, e sintomi quali eruzioni cutanee, dolori muscolari ed articolari, febbre, brividi, polmonite, pancreatite, tachicardia, disfunzione renale, ed ipotensione, alcuni di questi o tutti possono essere presenti nei casi di reazioni di ipersensibilità. Le soluzioni iniettive sono irritanti.

Manipolazione del farmaco[modifica | modifica wikitesto]

L'azatioprina è un farmaco potenzialmente mutageno e cancerogeno. La sua manipolazione richiede adeguate precauzioni in particolare se chi manipola è o potrebbe essere in stato di gravidanza. Nel caso le compresse rivestite di azatioprina dovessero essere divise a metà (ad esempio in caso di sospensione graduale del farmaco) evitare il contatto della pelle con la polvere o con l'area di rottura.[69]

Dosi terapeutiche[modifica | modifica wikitesto]

Le compresse di azatioprina debbono essere assunte durante i pasti con almeno 200 ml (un bicchiere) di liquido .

  • Prevenzione per il rigetto a seguito di trapianto di organo e conseguente Graft versus host disease associata a trasfusione: il dosaggio giornaliero, somministrabile dal primo giorno di terapia, può essere fino a 5 mg/kg di peso corporeo. In seguito si osservano le condizioni della persona per determinare la dose di mantenimento, in genere compresa tra 1 e 4 mg/kg/die. Il dosaggio di mantenimento va modificato in particolare sulla base delle condizioni cliniche ed della tolleranza ematologica.
  • Altre condizioni (malattia di Crohn, colite ulcerosa, epatite cronica): la dose iniziale varia tra 1 e 3 mg/kg/die e può essere modificata in base alla risposta individuale ed alla tolleranza ematologica. Spesso la risposta clinica può non evidenziarsi per molte settimane.

Nel momento in cui si evidenzia deve essere presa in considerazione la possibilità di ridurre il dosaggio di mantenimento alla dose minima efficace. Se invece non si registra miglioramento clinico entro 3-6 mesi, è necessario prendere in considerazione la sospensione della terapia.

Come già accennato in talune condizioni possono essere necessarie settimane o mesi prima di osservare l'effetto terapeutico dell’azatioprina. Il trattamento può comunque essere continuato per periodi prolungati, sempre che il paziente sia in grado di tollerarlo. Nella artrite reumatoide ed in alcune malattie ematologiche il trattamento può essere sospeso dopo un certo periodo senza particolari problemi. L'interruzione della terapia deve sempre avvenire in modo molto graduale e sotto attento monitoraggio.

Interazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Allopurinolo, oxipurinolo, tiopurinolo: questi farmaci hanno una azione di inibizione sul metabolismo dell’azatioprina, determinano il blocco dell’enzima xantinaossidasi. In caso di cosomministrazione è necessario ridurre il dosaggio dell’azatioprina del 75% (si deve quindi ridurre la dose di quest’ultima ad un quarto di quella normalmente raccomandata).
  • Succinilcolina, tubocurarina, pancuronio: la contemporanea somministrazione dell’azatioprina con questi farmaci richiede cautela. I miorilassanti non depolarizzanti sono farmaci che bloccano la trasmissione neuromuscolare e pertanto trovano impiego in anestesia per l'esecuzione di interventi chirurgici. Azatioprina potenzia il blocco neuromuscolare prodotto da queste molecole.
  • Anticoagulanti cumarinici: nei pazienti in terapia con anticoagulanti cumarinici, la somministrazione di azatioprina richiede cautela ed un attento monitoraggio della coagulabilità del sangue.
  • Vaccini inattivi, tossoidi: nei soggetti in trattamento con azatioprina la somministrazione di vaccini inattivati o tossoidi, richiede un attento controllo della risposta immunitaria mediante la determinazione del titolo degli anticorpi. Ci si deve infatti attendere una risposta anticorpale.

Sovradosaggio[modifica | modifica wikitesto]

In caso di sovradosaggio è molto probabile la comparsa di soppressione midollare, che raggiunge in picco fra il 9º e il 19º giorno dall’assunzione. Ulcerazione della gola, febbre ed infezioni rappresentano i principali segni di soppressione midollare. È inoltre possibile che si verifichino ematomi, sanguinamento e astenia marcata. In genere a partire dal 12º giorno dopo il sovradosaggio si registrano i primi miglioramenti. Sfortunatamente non esiste un antidoto specifico per l’azatioprina. Il monitoraggio dei parametri ematologici e della funzionalità epatica deve essere eseguito fino al ripristino di valori normali. Azatioprina è dializzabile.

Gravidanza e allattamento[modifica | modifica wikitesto]

Azatioprina non deve essere utilizzata nelle donne gravide senza una accurata valutazione del rapporto rischi-benefici. È quindi opportuno adottare, durante la terapia con azatioprina, valide misure di contraccezione, da proseguire fino a 12 settimane dopo l’interruzione della cura. Nelle pazienti che assumono azatioprina sarebbe opportuno non usare dispositivi intrauterini. Il rischio infatti di infezioni in sede, causata dalla presenza del dispositivo, può risultare decisamente elevato a causa della terapia immunosoppressiva in atto. Le donne in gravidanza che assumono azatioprina devono essere attentamente monitorate per gli effetti indesiderati del farmaco sul sangue e, in caso di comparsa di riduzione dei globuli bianchi (leucopenia), si deve provvedere ad una riduzione della posologia dell’azatioprina. Basse concentrazioni di azatioprina e dei suoi metaboliti sono state osservate nel liquido amniotico e nel sangue fetale. Nei neonati esposti all’azatioprina in gravidanza sono stati riportati piastrinopenia e leucopenia.[70][71][72] La somministrazione di azatioprina in associazione a prednisone e prednisolone durante la gestazione è stata associata ad una temporanea diminuzione della funzione immunitaria, a ritardo della crescita intrauterina e a parto prematuro. Le conseguenze a lungo termine dell’esposizione in utero all'azatioprina non sono note, ma molti bambini esposti al farmaco durante la gravidanza hanno raggiunto l'età di 10 anni senza alcun problema clinico segnalato.

Le donne in terapia con azatioprina non devono allattare al seno. La 6-mercaptopurina, il metabolita attivo dell'azatioprina, è stata identificata nel colostro (la secrezione giallo sierosa che sostituisce il latte materno nei primi giorni dopo il parto) e nel latte di donne in trattamento con il farmaco.

Avvertenze[modifica | modifica wikitesto]

Pazienti con deficit dell’enzima tiopurina S-metiltransferasi (TPMT): l’enzima TPMT è essenziale per il metabolismo dell’azatioprina e di altri due farmaci, la 6-mercaptopurina e la 6-tioguanina (farmaci tiopurinici antitumorali). In caso di bassa o assente attività dell’enzima TPMT l’azatioprina non viene metabolizzata completamente e questo può indurre un aumento della sua tossicità midollare (riduzione dei globuli bianchi e delle piastrine, anemia). L’attività in vivo dell’enzima TPMT è caratterizzata da una variabilità interindividuale e interetnica causata principalmente da polimorfismo genetico del gene che codifica l’enzima TPMT, per cui possono essere distinti individui con attività enzimatica rapida, intermedia e lenta. La conseguenza di questa variabilità è che i pazienti sottoposti al trattamento con queste sostanze variano di molto nella loro capacità di metabolizzare i farmaci a base di tiopurina, fra cui l’azatioprina, andando incontro ad un eccesso di effetti collaterali (metabolizzatori lenti) o ad una minore efficacia terapeutica (metabolizzatori rapidi).[73][74][75] Alcuni farmaci inoltre possono influenzare l’attività enzimatica di TPMT, fra questi ci sono i derivati aminosalicilici, compresa la sulfasalazina. Quando l’azatioprina è somministrata a pazienti in terapia con sulfasalazina, mesalazina o olsalazina potrebbe verificarsi un aumento della tossicità del farmaco immunomodulante per inibizione del suo metabolismo, mediato dall’enzima TPMT. Prima di iniziare la cura con azatioprina sarebbe auspicabile individuare a quale categoria di “metabolizzatori TMPT” appartenga il paziente per individuare un possibile deficit di TPMT. Il rischio è maggiore per la mutazione omozigote, minore per l’eterozigote (una mutazione è omozigote quando interessa entrambi gli alleli del gene che codifica per l’enzima; è eterozigote quando interessa uno solo dei due alleli)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 10.10.2012
  2. ^ AZATIOPRINA WELLCOME. URL consultato il 6 luglio 2010.
  3. ^ E. Tepperman, D. Ramzy; J. Prodger; R. Sheshgiri; M. Badiwala; H. Ross; V. Raoa, Surgical biology for the clinician: vascular effects of immunosuppression. in Can J Surg, vol. 53, nº 1, febbraio 2010, pp. 57-63, PMID 20100415.
  4. ^ R. Marcén, Immunosuppressive drugs in kidney transplantation: impact on patient survival, and incidence of cardiovascular disease, malignancy and infection. in Drugs, vol. 69, nº 16, novembre 2009, pp. 2227-43, DOI:10.2165/11319260-000000000-00000, PMID 19852526.
  5. ^ C. Monchaud, P. Marquet, Pharmacokinetic optimization of immunosuppressive therapy in thoracic transplantation: part I. in Clin Pharmacokinet, vol. 48, nº 7, 2009, pp. 419-62, DOI:10.2165/11317230-000000000-00000, PMID 19691367.
  6. ^ G. Germani, M. Pleguezuelo; F. Villamil; S. Vaghjiani; E. Tsochatzis; L. Andreana; AK. Burroughs, Azathioprine in liver transplantation: a reevaluation of its use and a comparison with mycophenolate mofetil. in Am J Transplant, vol. 9, nº 8, agosto 2009, pp. 1725-31, DOI:10.1111/j.1600-6143.2009.02705.x, PMID 19538488.
  7. ^ KM. Sullivan, RP. Witherspoon; R. Storb; HJ. Deeg; S. Dahlberg; JE. Sanders; FR. Appelbaum; KC. Doney; P. Weiden; C. Anasetti, Alternating-day cyclosporine and prednisone for treatment of high-risk chronic graft-v-host disease. in Blood, vol. 72, nº 2, agosto 1988, pp. 555-61, PMID 3042042.
  8. ^ KM. Sullivan, RP. Witherspoon; R. Storb; P. Weiden; N. Flournoy; S. Dahlberg; HJ. Deeg; JE. Sanders; KC. Doney; FR. Appelbaum, Prednisone and azathioprine compared with prednisone and placebo for treatment of chronic graft-v-host disease: prognostic influence of prolonged thrombocytopenia after allogeneic marrow transplantation. in Blood, vol. 72, nº 2, agosto 1988, pp. 546-54, PMID 3042041.
  9. ^ RE. Curtis, C. Metayer; JD. Rizzo; G. Socié; KA. Sobocinski; ME. Flowers; WD. Travis; LB. Travis; MM. Horowitz; HJ. Deeg, Impact of chronic GVHD therapy on the development of squamous-cell cancers after hematopoietic stem-cell transplantation: an international case-control study. in Blood, vol. 105, nº 10, maggio 2005, pp. 3802-11, DOI:10.1182/blood-2004-09-3411, PMID 15687239.
  10. ^ AH. Heurkens, ML. Westedt; FC. Breedveld, Prednisone plus azathioprine treatment in patients with rheumatoid arthritis complicated by vasculitis. in Arch Intern Med, vol. 151, nº 11, novembre 1991, pp. 2249-54, PMID 1953230.
  11. ^ Casetta, I.; Iuliano, G.; Filippini, G., Azathioprine for multiple sclerosis in Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry, vol. 80, nº 2, 2009, pp. 131-132, PMID 19151017.
  12. ^ BB. Tan, JT. Lear; DJ. Gawkrodger; JS. English, Azathioprine in dermatology: a survey of current practice in the U.K. in Br J Dermatol, vol. 136, nº 3, marzo 1997, pp. 351-5, PMID 9115914.
  13. ^ H. Yazici, H. Pazarli; CG. Barnes; Y. Tüzün; Y. Ozyazgan; A. Silman; S. Serdaroğlu; V. Oğuz; S. Yurdakul; GE. Lovatt, A controlled trial of azathioprine in Behçet's syndrome. in N Engl J Med, vol. 322, nº 5, febbraio 1990, pp. 281-5, PMID 2404204.
  14. ^ I. Kaufman, D. Schwartz; D. Caspi; D. Paran, Sjögren's syndrome - not just Sicca: renal involvement in Sjögren's syndrome. in Scand J Rheumatol, vol. 37, nº 3, pp. 213-8, DOI:10.1080/03009740701867323, PMID 18465457.
  15. ^ RJ. Hawley, WT. Hendricks, Treatment of Sjögren syndrome myelopathy with azathioprine and steroids. in Arch Neurol, vol. 59, nº 5, maggio 2002, pp. 875; author reply 876, PMID 12020280.
  16. ^ U. Sjögren, H. Thysell; T. Lindholm, Bone marrow morphology in patients in long-term treatment with azathioprine. in Scand J Haematol, vol. 26, nº 3, marzo 1981, pp. 182-6, PMID 6112792.
  17. ^ R. Laraki, D. Chauveau; LH. Noel; O. Hermine, [Membranous glomerulonephritis during primary Gougerot-Sjögren syndrome] in Presse Med, vol. 34, nº 15, settembre 2005, pp. 1069-72, PMID 16334882.
  18. ^ RK. Hoyles, RW. Ellis; J. Wellsbury; B. Lees; P. Newlands; NS. Goh; C. Roberts; S. Desai; AL. Herrick; NJ. McHugh; NM. Foley, A multicenter, prospective, randomized, double-blind, placebo-controlled trial of corticosteroids and intravenous cyclophosphamide followed by oral azathioprine for the treatment of pulmonary fibrosis in scleroderma. in Arthritis Rheum, vol. 54, nº 12, dicembre 2006, pp. 3962-70, DOI:10.1002/art.22204, PMID 17133610.
  19. ^ N. Blank, R. Max; HM. Lorenz, The role of DMARDs in systemic sclerosis therapy. in Rheumatology (Oxford), 45 Suppl 3, ottobre 2006, pp. iii42-4, DOI:10.1093/rheumatology/kel289, PMID 16987834.
  20. ^ A. Bérezné, B. Ranque; D. Valeyre; M. Brauner; Y. Allanore; D. Launay; V. Le Guern; JE. Kahn; LJ. Couderc; J. Constans; P. Cohen, Therapeutic strategy combining intravenous cyclophosphamide followed by oral azathioprine to treat worsening interstitial lung disease associated with systemic sclerosis: a retrospective multicenter open-label study. in J Rheumatol, vol. 35, nº 6, giugno 2008, pp. 1064-72, PMID 18464307.
  21. ^ N. Hunzelmann, P. Moinzadeh; E. Genth; T. Krieg; W. Lehmacher; I. Melchers; M. Meurer; U. Müller-Ladner; TM. Olski; C. Pfeiffer; G. Riemekasten, High frequency of corticosteroid and immunosuppressive therapy in patients with systemic sclerosis despite limited evidence for efficacy. in Arthritis Res Ther, vol. 11, nº 2, 2009, pp. R30, DOI:10.1186/ar2634, PMID 19261182.
  22. ^ A. Prasse, J. Müller-Quernheim, [Sarcoidosis] in Internist (Berl), vol. 50, nº 5, maggio 2009, pp. 581-90, DOI:10.1007/s00108-009-2382-2, PMID 19367373.
  23. ^ H. Nunes, Y. Uzunhan; D. Bonnet; D. Valeyre, [Sarcoidosis treatment] in Rev Prat, vol. 58, nº 10, maggio 2008, pp. 1099-104, PMID 18652410.
  24. ^ RP. Baughman, U. Costabel; RM. du Bois, Treatment of sarcoidosis. in Clin Chest Med, vol. 29, nº 3, settembre 2008, pp. 533-48, ix-x, DOI:10.1016/j.ccm.2008.03.012, PMID 18539243.
  25. ^ T. Poonawalla, MI. Colome-Grimmer; B. Kelly, Ulcerative sarcoidosis in the legs with granulomatous vasculitis. in Clin Exp Dermatol, vol. 33, nº 3, maggio 2008, pp. 282-6, DOI:10.1111/j.1365-2230.2007.02643.x, PMID 18201258.
  26. ^ RP. Baughman, EE. Lower, Novel therapies for sarcoidosis. in Semin Respir Crit Care Med, vol. 28, nº 1, febbraio 2007, pp. 128-33, DOI:10.1055/s-2007-970338, PMID 17330197.
  27. ^ G. Chaidemenos, Z. Apalla; T. Koussidou; I. Papagarifallou; D. Ioannides, High dose oral prednisone vs. prednisone plus azathioprine for the treatment of oral pemphigus: a retrospective, bi-centre, comparative study. in J Eur Acad Dermatol Venereol, giugno 2010, DOI:10.1111/j.1468-3083.2010.03753.x, PMID 20569289.
  28. ^ DF. Mutasim, Autoimmune bullous dermatoses in the elderly: an update on pathophysiology, diagnosis and management. in Drugs Aging, vol. 27, nº 1, 2010, pp. 1-19, DOI:10.2165/11318600-000000000-00000, PMID 20030429.
  29. ^ MD. Mignogna, G. Fortuna; S. Leuci, Oral pemphigus. in Minerva Stomatol, vol. 58, nº 10, ottobre 2009, pp. 501-18, PMID 19893475.
  30. ^ SL. Fernando, AJ. Broadfoot, Treatment options for pemphigus foliaceus. in G Ital Dermatol Venereol, vol. 144, nº 4, agosto 2009, pp. 363-77, PMID 19755942.
  31. ^ JC. Roujeau, S. Ingen-Housz-Oro; C. Leroux; P. Joly, Treatment of bullous pemphigoid and pemphigus. The French experience, 2009 update. in G Ital Dermatol Venereol, vol. 144, nº 4, agosto 2009, pp. 333-8, PMID 19755939.
  32. ^ C. Roeder, PV. Driesch, Psoriatic erythroderma and bullous pemphigoid treated successfully with acitretin and azathioprine. in Eur J Dermatol, vol. 9, nº 7, pp. 537-9, PMID 10523731.
  33. ^ AM. Krensky, C. Clayberger, HLA-derived peptides as novel immunosuppressives. in Nephrol Dial Transplant, vol. 12, nº 5, maggio 1997, pp. 865-8, PMID 9175033.
  34. ^ G. Jones, M. Crotty; P. Brooks, Psoriatic arthritis: a quantitative overview of therapeutic options. The Psoriatic Arthritis Meta-Analysis Study Group. in Br J Rheumatol, vol. 36, nº 1, gennaio 1997, pp. 95-9, PMID 9117186.
  35. ^ Guidelines for management of patients with psoriasis. Workshop of the Research Unit of the Royal College of Physicians of London; Department of Dermatology, University of Glasgow; British Association of Dermatologists. in BMJ, vol. 303, nº 6806, ottobre 1991, pp. 829-35, PMID 1932977.
  36. ^ PL. Lakatos, Z. Czegledi; T. Szamosi; J. Banai; G. David; F. Zsigmond; T. Pandur; Z. Erdelyi; O. Gemela; J. Papp; L. Lakatos, Perianal disease, small bowel disease, smoking, prior steroid or early azathioprine/biological therapy are predictors of disease behavior change in patients with Crohn's disease. in World J Gastroenterol, vol. 15, nº 28, luglio 2009, pp. 3504-10, PMID 19630105.
  37. ^ a b J. Martín De Carpi, V. Varea, [Response to stopping azathioprine in Crohn's patients on combined treatment with infliximab] in An Pediatr (Barc), vol. 70, nº 3, marzo 2009, pp. 271-7, DOI:10.1016/j.anpedi.2008.09.014, PMID 19409244.
  38. ^ a b AL. Pinto, LA. Chebli; MS. Ribeiro; FH. Pace; JP. Moraes; FJ. do Amaral; PD. Gaburri; AF. Meirelles de Souza; JM. Chebli, Azathioprine therapy in steroid-dependent patients with Crohn disease: results of a 10-year longitudinal follow-up study. in Med Sci Monit, vol. 15, nº 5, maggio 2009, pp. PI19-26, PMID 19396048.
  39. ^ S. Leite, JM. Ribeiro; SC. Lima; S. Barroso; J. Cotter, [Azathioprine in inflammatory bowel disease] in Acta Med Port, vol. 22, nº 1, pp. 33-40, PMID 19341591.
  40. ^ AP. Rozin, T. Hasin; K. Toledano; L. Guralnik; A. Balbir-Gurman, Seronegative polyarthritis as severe systemic disease. in Neth J Med, vol. 68, nº 6, giugno 2010, pp. 236-41, PMID 20558853.
  41. ^ GE. Norby, K. Lerang; H. Holdaas; JT. Gran; EH. Strøm; B. Draganov; I. Os; A. Hartmann; IM. Gilboe, [Lupus-nephritis--diagnosis and treatment] in Tidsskr Nor Laegeforen, vol. 130, nº 11, giugno 2010, pp. 1140-4, DOI:10.4045/tidsskr.09.0583, PMID 20531500.
  42. ^ C. Ponticelli, RJ. Glassock; G. Moroni, Induction and maintenance therapy in proliferative lupus nephritis. in J Nephrol, vol. 23, nº 1, pp. 9-16, PMID 20091481.
  43. ^ Y. Kawasaki, Mizoribine: a new approach in the treatment of renal disease. in Clin Dev Immunol, vol. 2009, 2009, p. 681482, DOI:10.1155/2009/681482, PMID 20052390.
  44. ^ NE. van der Laan-Baalbergen, SA. Mollema; H. Kritikos; A. Schoe; TW. Huizinga; JJ. Bax; DT. Boumpas; JM. van Laar, Heart failure as presenting manifestation of cardiac involvement in systemic lupus erythematosus. in Neth J Med, vol. 67, nº 9, ottobre 2009, pp. 295-301, PMID 19841486.
  45. ^ HI. Fallatah, HO. Akbar; YA. Qari, Autoimmune hepatitis: Single-center experience of clinical presentation, response to treatment and prognosis in Saudi Arabia. in Saudi J Gastroenterol, vol. 16, nº 2, pp. 95-9, DOI:10.4103/1319-3767.61235, PMID 20339178.
  46. ^ AJ. Czaja, Difficult treatment decisions in autoimmune hepatitis. in World J Gastroenterol, vol. 16, nº 8, febbraio 2010, pp. 934-47, PMID 20180231.
  47. ^ JS. Kil, JH. Lee; AR. Han; JY. Kang; HJ. Won; HY. Jung; HM. Lim; GY. Gwak; MS. Choi; KC. Koh; SW. Paik, Long-term treatment outcomes for autoimmune hepatitis in Korea. in J Korean Med Sci, vol. 25, nº 1, gennaio 2010, pp. 54-60, DOI:10.3346/jkms.2010.25.1.54, PMID 20052348.
  48. ^ MH. Bluth, S. Kohlhoff; KB. Norowitz; JI. Silverberg; S. Chice; M. Nowakowski; HG. Durkin; TA. Smith-Norowitz, Immune responses in autoimmune hepatitis: effect of prednisone and azathioprine treatment: case report. in Int J Med Sci, vol. 6, nº 4, 2009, pp. 177-83, PMID 19584951.
  49. ^ CJ. Goddard, PJ. August; PJ. Whorwell, Alopecia totalis in a patient with Crohn's disease and its treatment with azathioprine. in Postgrad Med J, vol. 65, nº 761, marzo 1989, pp. 188-9, PMID 2813243.
  50. ^ S. Durán, M. Apte; GS. Alarcón; MC. Marion; JC. Edberg; RP. Kimberly; J. Zhang; CD. Langefeld; LM. Vilá; JD. Reveille, Features associated with, and the impact of, hemolytic anemia in patients with systemic lupus erythematosus: LX, results from a multiethnic cohort. in Arthritis Rheum, vol. 59, nº 9, settembre 2008, pp. 1332-40, DOI:10.1002/art.24020, PMID 18759263.
  51. ^ G. Riechsteiner, R. Speich; U. Schanz; EW. Russi; W. Weder; A. Boehler, Haemolytic anaemia after lung transplantation: an immune-mediated phenomenon? in Swiss Med Wkly, vol. 133, 9-10, marzo 2003, pp. 143-7, DOI:10.2003/09/smw-10123, PMID 12707841.
  52. ^ European best practice guidelines for renal transplantation. Section IV: Long-term management of the transplant recipient. IV.9.1. Haematological complications. Anaemia. in Nephrol Dial Transplant, 17 Suppl 4, 2002, pp. 48-9, PMID 12091647.
  53. ^ NE. Rinkardt, SA. Kruth, Azathioprine-induced bone marrow toxicity in four dogs. in Can Vet J, vol. 37, nº 10, ottobre 1996, pp. 612-3, PMID 8896876.
  54. ^ SK. Vesely, JJ. Perdue; MA. Rizvi; DR. Terrell; JN. George, Management of adult patients with persistent idiopathic thrombocytopenic purpura following splenectomy: a systematic review. in Ann Intern Med, vol. 140, nº 2, gennaio 2004, pp. 112-20, PMID 14734334.
  55. ^ DS. Allan, MJ. Kovacs; WF. Clark, Frequently relapsing thrombotic thrombocytopenic purpura treated with cytotoxic immunosuppressive therapy. in Haematologica, vol. 86, nº 8, agosto 2001, pp. 844-50, PMID 11522541.
  56. ^ P. Berchtold, R. McMillan, Therapy of chronic idiopathic thrombocytopenic purpura in adults. in Blood, vol. 74, nº 7, novembre 1989, pp. 2309-17, PMID 2478227.
  57. ^ I. Naitoh, T. Nakazawa; H. Ohara; H. Sano; T. Ando; K. Hayashi; H. Tanaka; F. Okumura; K. Miyabe; M. Yoshida; S. Takahashi, Autoimmune pancreatitis associated with various extrapancreatic lesions during a long-term clinical course successfully treated with azathioprine and corticosteroid maintenance therapy. in Intern Med, vol. 48, nº 23, 2009, pp. 2003-7, PMID 19952482.
  58. ^ T. Itoh, K. Nibe; A. Kojimoto; M. Mikawa; K. Mikawa; K. Uchida; H. Shii, Erythema multiforme possibly triggered by food substances in a dog. in J Vet Med Sci, vol. 68, nº 8, agosto 2006, pp. 869-71, PMID 16953090.
  59. ^ P. Sen, SH. Chua, A case of recurrent erythema multiforme and its therapeutic complications. in Ann Acad Med Singapore, vol. 33, nº 6, novembre 2004, pp. 793-6, PMID 15608841.
  60. ^ G. Roustan, C. Salas; C. Barbadillo; E. Sánchez Yus; J. Mulero; A. Simón, Lupus erythematosus with an erythema multiforme-like eruption. in Eur J Dermatol, vol. 10, nº 6, agosto 2000, pp. 459-62, PMID 10980468.
  61. ^ DH. Lawson, GE. Lovatt; CS. Gurton; RC. Hennings, Adverse effects of azathioprine. in Adverse Drug React Acute Poisoning Rev, vol. 3, nº 3, 1984, pp. 161-71, PMID 6397980.
  62. ^ E. Prefontaine, JK. Macdonald; LR. Sutherland, Azathioprine or 6-mercaptopurine for induction of remission in Crohn's disease. in Cochrane Database Syst Rev, nº 4, 2009, pp. CD000545, DOI:10.1002/14651858.CD000545.pub2, PMID 19821270.
  63. ^ E. Prefontaine, LR. Sutherland; JK. Macdonald; M. Cepoiu, Azathioprine or 6-mercaptopurine for maintenance of remission in Crohn's disease. in Cochrane Database Syst Rev, nº 1, 2009, pp. CD000067, DOI:10.1002/14651858.CD000067.pub2, PMID 19160175.
  64. ^ IK. Hart, S. Sathasivam; T. Sharshar, Immunosuppressive agents for myasthenia gravis. in Cochrane Database Syst Rev, nº 4, 2007, pp. CD005224, DOI:10.1002/14651858.CD005224.pub2, PMID 17943844.
  65. ^ I. Casetta, G. Iuliano; G. Filippini, Azathioprine for multiple sclerosis. in Cochrane Database Syst Rev, nº 4, 2007, pp. CD003982, DOI:10.1002/14651858.CD003982.pub2, PMID 17943809.
  66. ^ Y. Gong, E. Christensen; C. Gluud, Azathioprine for primary biliary cirrhosis. in Cochrane Database Syst Rev, nº 3, 2007, pp. CD006000, DOI:10.1002/14651858.CD006000.pub2, PMID 17636817.
  67. ^ Y. Masunaga, K. Ohno; R. Ogawa; M. Hashiguchi; H. Echizen; H. Ogata, Meta-analysis of risk of malignancy with immunosuppressive drugs in inflammatory bowel disease. in Ann Pharmacother, vol. 41, nº 1, gennaio 2007, pp. 21-8, DOI:10.1345/aph.1H219, PMID 17200426.
  68. ^ VK. Gombar, K. Enslein; BW. Blake; K. Einstein, Carcinogenicity of azathioprine: an S-AR investigation. in Mutat Res, vol. 302, nº 1, maggio 1993, pp. 7-12, PMID 7683109.
  69. ^ Azathioprine sodium injection, powder, lyophilized, for solution [Bedford Laboratories]. URL consultato il 1º giugno 2013.
  70. ^ A. Anstey, L. Lennard; SC. Mayou; JD. Kirby, Pancytopenia related to azathioprine--an enzyme deficiency caused by a common genetic polymorphism: a review. in J R Soc Med, vol. 85, nº 12, dicembre 1992, pp. 752-6, PMID 1494166.
  71. ^ S. Saarikoski, M. Seppälä, Immunosuppression during pregnancy: transmission of azathioprine and its metabolites from the mother to the fetus. in Am J Obstet Gynecol, vol. 115, nº 8, aprile 1973, pp. 1100-6, PMID 4348000.
  72. ^ DB. DeWitte, MK. Buick; SE. Cyran; MJ. Maisels, Neonatal pancytopenia and severe combined immunodeficiency associated with antenatal administration of azathioprine and prednisone. in J Pediatr, vol. 105, nº 4, ottobre 1984, pp. 625-8, PMID 6481541.
  73. ^ Francesco Del Zotti, Ottimizzazione della terapia con azatioprina. in M.D. Medicinae Doctor, vol. 19, nº 1, gennaio 2012, pp. 46-47.
  74. ^ AJ. Black, HL. McLeod; HA. Capell; RH. Powrie; LK. Matowe; SC. Pritchard; ES. Collie-Duguid; DM. Reid, Thiopurine methyltransferase genotype predicts therapy-limiting severe toxicity from azathioprine. in Ann Intern Med, vol. 129, nº 9, novembre 1998, pp. 716-8, PMID 9841604.
  75. ^ K. Payne, W. Newman; E. Fargher; K. Tricker; IN. Bruce; WE. Ollier, TPMT testing in rheumatology: any better than routine monitoring? in Rheumatology (Oxford), vol. 46, nº 5, maggio 2007, pp. 727-9, DOI:10.1093/rheumatology/kel427, PMID 17255139.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F.Rossi V.Cuomo C.Ricciardi Farmacologia - principi di base ed applicazioni terapeutiche Ed. Minerva Medica, Torino 2005.
  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.
  • Paolo Romanelli, Kerdel Franciso A, Trent Jennifer T, Manuale di terapia dermatologica, Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 88-386-3913-2.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina