Avvelenamento da ferro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Avvertenza
Le informazioni riportate hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà garanzia di validità dei contenuti: leggi le avvertenze.

L' Avvelenamento da ferro è una condizione clinica caratterizzata dall'assunzione acuta o cronica di ferro. Le manifestazioni tossiche iniziano raggiunta la dose di ferro elementale pari o superiore ai 20 mg/kg. Dosi superiori ai 50 mg/kg si accompagnano con manifestazioni tossiche severe. Generalmente si tratta di sali di ferro quali il solfato e il cloruro. Si manifesta anche un'encefalopatia da ferro se si utilizzano troppi preparati di tale minerale.

Sintomatologia[modifica | modifica sorgente]

I sintomi e i segni clinici iniziano raggiunta la soglia minima di avvelenamento, e si ravvisano sintomi a livello gastrointestinale. A dose ingerite maggiori si registra febbre, letargia, ipotensione, ittero, iperglicemia, coma, necrosi epatica, convulsioni. Il cloruro di ferro essendo corrosivo provoca anche diarrea ed emorragie

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Tale avvelenamento può avvenire tramite ingestione, inalazione o assorbimento del ferro.

Esami[modifica | modifica sorgente]

Utile si mostra la radiografia dove si può osservare l’ingestione di pillole del minerale, inoltre si utilizza il test con l’uso di deferoxamina per evincere grazie ad un cambiamento di colore delle urine, la presenza di ferrioxamina.

Terapie[modifica | modifica sorgente]

Il trattamento specifico si effettua con la gastrolusi, si utilizza anche la panirrigazione intestinale a cui deve eseguire un controllo per essere certi dell’eliminazione del ferro dal corpo. Se si sono ingerite delle pastiglie devono essere estratte tramite endoscopia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
  • Harrison, Principi di Medicina Interna (il manuale - 16ª edizione), New York - Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 88-386-2459-3.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina