Avocettina infans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Anguilla avocettina
Avocettina infans.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Elopomorpha
Ordine Anguilliformes
Sottordine Congroidei
Famiglia Nemichthyidae
Genere Avocettina
Specie A. infans
Nomenclatura binomiale
Avocettina infans
Günther, 1878
Sinonimi

Avocettina elongata (Gill & Ryder, 1883)
Avocettina exophthalma Parr, 1932
Avocettina gilli (Bean, 1890)
Avocettinops normani Bertin, 1947
Avocettinops schmidti Roule & Bertin, 1924
Borodinula gilli (Bean, 1890)
Borodinula infans (Günther, 1878)
Labichthys elongatus Gill & Ryder, 1883
Labichthys gilli Bean, 1890
Leptocephalus oxycephalus Pappenheim, 1914
Nemichthys infans Günther, 1878

Avocettina infans, conosciuta comunemente come Anguilla avocettina, è un pesce d'acqua salata appartenente alla famigllia Nemichthyidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È diffusa in tutti mari temperati, tropicali e subtropicali (ad eccezione del Mar Mediterraneo e del Pacifico Orientale. Abita le acque comprese tra i 50 e i 4.800 m di profondità.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

L'anguilla avocettina presenta un corpo allungato ed estremamente sottile, terminante con una coda a frusta. A poca distanza dal mento parte la pinna anale, che segue tutto il corpo e termina fondendosi con la pinna caudale, di cui costituisce l'unico lobo, quello inferiore. La pinna dorsale è composta solamente da raggi sottili continui, non uniti da alcuna membrana.
La sua caratteristica più evidente è l'apparato boccale, simile al becco di un'avocetta, composto da due mascelle allungate e sottili arricciate verso l'esterno impedendo la chiusura completa della bocca.
La livrea è semplice: presenta un colore uniforme nero o bruno scuro.
Gli esemplari giovanili sono identici, ma allo sviluppo sessuale il dimorfismo è evidente: gli esemplari maschili presentano mascelle accorciate e sdentate, tanto da trarre in inganno i primi biologi e naturalisti, che classificarono i due sessi come specie separate.
Raggiunge una lunghezza massima di 75 cm.

Etologia[modifica | modifica sorgente]

Gli unici esemplari esaminati stati tutti catturati durante spedizioni scientifiche, pertanto no si conosce ancora molto del suo ciclo vitale. Lo stesso vale per le altre 8 specie dei Nemichthyidae.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La fecondazione è esterna, sono animali ovipari.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

La sua dieta comprende quasi esclusivamente piccoli crostacei.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci