Aviosuperficie Enrico Mattei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aviosuperficie Enrico Mattei
Descrizione
Nome impianto Aviosuperficie di Basilicata
"Enrico Mattei"
Tipo civile
Stato Italia Italia
Regione Basilicata Basilicata
Altitudine AMSL 55 m
Coordinate 40°25′57″N 16°33′16″E / 40.4325°N 16.554444°E40.4325; 16.554444Coordinate: 40°25′57″N 16°33′16″E / 40.4325°N 16.554444°E40.4325; 16.554444
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Aviosuperficie Enrico Mattei
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
13/31 1.440
bitume
Statistiche
Passeggeri in transito n.p.

[senza fonte]

L' Aviosuperficie di Basilicata Enrico Mattei è stata realizzata negli anni sessanta, durante l'industrializzazione della val Basento ed è rimasta inutilizzata per molto tempo.
Si tratta in realtà di una semplice pista di atterraggio che fu voluta da Enrico Mattei nella strategia di una sua maggiore personale rapidità di spostamento tra i siti ENI; non si dimentichi infatti che la struttura di cui trattasi sorse nel perimetro dello stabilimento Anic, di cui ne rappresentava pertinenza, assolutamente chiusa al resto del territorio. L'aviosuperficie è situata a Pisticci (Matera), a sud della Basilicata. È provvista di una pista lunga 1,4 chilometri che viene utilizzata soltanto da aerei di piccole dimensioni.
Nell'ottobre del 2007 è stato consegnato alla Regione Basilicata un progetto che prevede la costruzione di opere infrastrutturali e di potenziamento dei servizi per la realizzazione di un aeroporto civile regionale di terzo livello, per un investimento complessivo previsto di circa 8 milioni di euro.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ fonte: Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Matera

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]