Avi Shlaim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Avi Shlaim (Baghdad, 1945) è uno storico israeliano naturalizzato britannico.

È un componente della controversa scuola dei Nuovi Storici, impegnati a rivisitare, in base alla documentazione ora accessibile degli archivi israeliani, la storia d'Israele e le cause fondamentali dell'autoproclamazione nel 1948 dello Stato d'Israele.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Shlaim ha studiato Storia nell'Università di Cambridge, quindi ha insegnato Relazioni Internazionali nell'Università di Reading.

Dal 1987 è professore nel St Anthony College dell'Università di Oxford.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Collusion Across Jordan (che ottenne nel 1988 il premio della "Political Studies Association" di WJM Mackenzie)
  • The Politics of Partition (1990 e 1998)
  • War and Peace in the Middle East: A Concise History (1995)
  • The Cold War and the Middle East (co-editor, 1997)
  • The Iron Wall: Israel and the Arab World (2001) tradotto in francese dalle edizioni Buchet Chaste col titolo Le mur de fer nel 2008. Tradotto in italiano, nel 2003, dalla Casa editrice il Ponte con il titolo "Il muro di ferro. Israele e il mondo arabo".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85640791 LCCN: n/81/131634