Avahi mooreorum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lemure lanoso di Moore
Missing.png
Avahi mooreorum
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Lemuroidea
Famiglia Indriidae
Genere Avahi
Specie A. mooreorum
Nomenclatura binomiale
Avahi mooreorum
Lei, 2008

Il lemure lanoso di Moore (Avahi mooreorum Lei, 2008) è un lemure della famiglia degli Indriidae. Come tutti i lemuri, è endemico del Madagascar.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Avahi mooreorum è molto simile ad A. laniger da cui è stato differenziato grazie a studi di sequenziamento del DNA mitocondriale. È leggermente più piccolo (0,92 kg di peso medio contro 1,13 kg).
La pelliccia presenta diverse sfumature dal marrone chiaro al marrone scuro sul dorso, mentre è grigiastra sul ventre. Sotto la mandibola è presente una macchia di pelo biancastro. Anche la superficie posteriore delle zampe posteriori è biancastra, caratteristica comune ad altre specie del genere Avahi.
La coda è color nocciola alla base e tende al marrone-rossartro verso la punta.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Come tutti i congeneri A. mooreorum è vegetariano e si nutre in particolare di foglie, germogli ed talora anche fiori.


Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

L'unica popolazione nota di questa specie si trova all'interno del Parco nazionale di Masoala, nel Madagascar nord-orientale (Provincia di Antsiranana).

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La specie è stata scoperta recentemente e mancano dati certi sulla entità della popolazione o sulla sua presenza al di fuori del Parco di Masoala.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Andriaholinirina, N., Baden, A., Blanco, M., Chikhi, L., Cooke, A., Davies, N., Dolch, R., Donati, G., Ganzhorn, J., Golden, C., Groeneveld, L.F., Hapke, A., Irwin, M., Johnson, S., Kappeler, P., King, T., Lewis, R., Louis, E.E., Markolf, M., Mass, V., Mittermeier, R.A., Nichols, R., Patel, E., Rabarivola, C.J., Raharivololona, B., Rajaobelina, S., Rakotoarisoa, G., Rakotomanga, B., Rakotonanahary, J., Rakotondrainibe, H., Rakotondratsimba, G., Rakotondratsimba, M., Rakotonirina, L., Ralainasolo, F.B., Ralison, J., Ramahaleo, T., Ranaivoarisoa, J.F., Randrianahaleo, S.I., Randrianambinina, B., Randrianarimanana, L., Randrianasolo, H., Randriatahina, G., Rasamimananana, H., Rasolofoharivelo, T., Rasoloharijaona, S., Ratelolahy, F., Ratsimbazafy, J., Ratsimbazafy, N., Razafindraibe, H., Razafindramanana, J., Rowe, N., Salmona, J., Seiler, M., Volampeno, S., Wright, P., Youssouf, J., Zaonarivelo, J. & Zaramody, A., Avahi mooreorum in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Lei R., Engberg S.E., Andriantompohavana R., McGuire S.M., Mittermeier R.A., Zaonarivelo J.R., Brenneman R.A. & Louis E.E., Jr, Nocturnal Lemur Diversity at Masoala National Park in Special Publications of the Museum of Texas Tech University, 2008; 53: 1-48.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]