Augustin-Jean Fresnel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Augustin Fresnel

Augustin-Jean Fresnel (Broglie, 10 maggio 1788Ville-d'Avray, 14 luglio 1827) è stato un fisico francese che eseguì importanti ricerche in campo ottico, in particolare nell'ottica fisica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un architetto, studiò all'Ecole Polytecnique di Parigi per poi laurearsi in ingegneria. Dopo la laurea, trovò lavoro presso il governo come ingegnere civile, costruendo strade e ponti nelle provincie francesi. In questo periodo, ancora lontano dal mondo scientifico, Fresnel iniziò ad occuparsi della natura della luce.

A lui si deve la formulazione dei cosiddetti integrali di Fresnel, strumenti matematici attraverso i quali riuscì ad elaborare una teoria che spiegasse tutti i fenomeni ottici: riflessione, rifrazione, interferenza e diffrazione.

Nonostante buone parte del suo lavoro fosse stato anticipato in modo indipendente dall'inglese Thomas Young, tra il 1815 e il 1819 decise comunque di pubblicare i suoi studi presso l'Accademia delle Scienze di Parigi, di cui successivamente divenne membro.

Nel 1818 partecipò ad un concorso promosso dall'Accademia delle Scienze per un saggio riguardante uno studio teorico e sperimentale sulla luce. In quel periodo l'argomento era piuttosto rilevante, soprattutto a motivo della disputa che risaliva ai tempi di Newton sulla natura corpuscolare od ondulatoria della luce.

Alla presentazione degli studi di Fresnel, che si basavano sulla teoria ondulatoria della luce, il fisico nonché giudice della gara Poisson, sostenitore della teoria corpuscolare, spiegò che per assurdo seguendo tali studi sarebbe dovuta osservarsi una macchia luminosa (la "macchia di Poisson") nel centro dell'ombra di un disco circolare illuminato da una sorgente puntiforme; fatto che venne tuttavia sperimentalmente provato, confermando quindi il lavoro dello stesso Fresnel a cui venne attribuito il premio.

Inventò una nuova forma di lente, la lente di Fresnel nata per alleggerire i fari, da applicare dove serve una lente superficialmente ampia ma relativamente sottile.

Per i suoi meriti, divenne membro della Royal Society di Londra che lo premiò con la Medaglia Rumford nel 1824.

A Fresnel sono stati dedicati il Promontorio Fresnel, la Rimae Fresnel sulla Luna e la Rue Fresnel a Parigi.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Emilio Segrè, Che cos'è la luce? in Personaggi e scoperte della fisica classica, Milano, Mondadori, 1996.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 50026777 LCCN: nr/94/24803