August Wilson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

August Wilson, all'anagrafe Frederick August Kittel (Pittsburgh, 27 aprile 1945Seattle, 2 ottobre 2005), è stato un drammaturgo, scrittore e sceneggiatore statunitense.

Ha vinto due volte il Premio Pulitzer: nel 1985, per il dramma Fences, e nel 1990, per il dramma The Piano Lesson. È considerato il più importante drammaturgo afroamericano.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un panettiere tedesco e di una lavandaia afroamericana, Wilson abbandonò la scuola all'età di 16 anni e iniziò a fare vari lavori.

Alla fine degli anni sessanta fondò la compagnia teatrale Black Horizons. Nel 1979 scrisse il suo primo dramma, Jitney. Successivamente scrisse uno dei suoi più grandi successi, Ma Rainey’s Black Bottom, ambientato nel mondo del jazz. L'opera approdò a Broadway e fece conoscere definitivamente Wilson.

Seguirono altri otto drammi, tra cui Fences, che fruttò al drammaturgo il suo primo Pulitzer, e The Piano Lesson, suo secondo Pulitzer.

Per il cinema Wilson adattò il suo The Piano Lesson per un film Tv che riscosse un buon successo e fruttò a Charles S. Dutton una nomination al Golden Globe come miglior attore protagonista. Inoltre recitò la parte del narratore in The Naked Proof.

Wilson morì nel 2005, a 60 anni, a causa di un cancro al fegato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'America ha perso il suo più importante drammaturgo contemporaneo. URL consultato il 18 gennaio 2008.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 100245761 LCCN: n/84/182196