Audoeno di Rouen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Audoeno di Rouen
Vetrata della chiesa di Saint-Vincent-de-Paul a Clichy
Vetrata della chiesa di Saint-Vincent-de-Paul a Clichy
Vescovo
Nascita 609
Morte 684
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 24 agosto

Audoeno o Dadone di Rouen (in francese Ouen; Sancy-les-Cheminots, 609Clichy, 24 agosto 684) è stato un vescovo cattolico e santo franco, consigliere di diversi sovrani merovingi e vescovo di Rouen.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato da una nobile famiglia neustriana, venne educato nel monastero di San Medardo a Soissons ed ebbe modo di frequentare san Colombano e san Farone di Meaux. Ancor giovane, entrò a servizio dei re franchi sotto Clotario II, grazie al quale poté conoscere anche san Vandregisilo, san Romano, san Desiderio e san Sulpizio il Pio; il successore di Clotario, Dagoberto I, ne fece il suo Cancelliere, carica che mantenne anche sotto il figlio di Dagoberto, Clodoveo II. Divenne il principale consigliere di santa Batilde, moglie di Clodoveo e reggente per conto di Clotario III.

Ancora laico, nel 636 Audoeno fondò un'abbazia a Rebais di Regola colombaniana, su un terreno donatogli per tale scopo da Dagoberto I, e per popolarlo fece arrivare un gruppo di monaci da Luxeuil, una delle numerose abbazie fondate da san Colombano e divenuta "matrice" di tutte quelle franche.

L'abbazia di Rebais venne affidata a sant'Agilo che ne divenne il primo abate.

Nel 640 venne eletto vescovo di Rouen e il 13 maggio 641 ricevette l'ordinazione episcopale.

Nel 644 convocò il sinodo di Chalon-sur-Saône per lottare contro la simonia; incentivò le missioni per evangelizzare i pagani ancora presenti nella sua diocesi e favorì l'espandersi della vita monastica, consacrando le chiese delle abbazie colombaniane di Fontenelle, fondata dal suo vecchio amico san Vandregisilo, e di Jumièges, fondato da san Filiberto. Redasse anche una Vita di Sant'Eligio.

Morì nel 684 a Clichy, nei pressi di Parigi, e venne sepolto nel monastero di San Pietro (oggi Saint-Ouen) a Rouen.

Il culto[modifica | modifica sorgente]

Memoria liturgica il 24 agosto.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Sant'Audoeno in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.
Predecessore Vescovo di Rouen Successore BishopCoA PioM.svg
San Romano di Rouen
631 - 639
641 - 684 Sant'Ansberto
684 - 695

Controllo di autorità VIAF: 26659533