Attrazione sessuale genetica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'attrazione sessuale genetica (dall'inglese Genetic Sexual Attraction, GSA) è il fenomeno di attrazione sessuale tra consanguinei che si incontrano per la prima volta da adulti.[1]

Storia e definizione[modifica | modifica sorgente]

Il termine venne coniato negli Stati Uniti d'America negli anni ottanta da Barbara Gonyo, fondatrice del Truth Seekers In Adoption, un gruppo di supporto con sede a Chicago per adottati e i loro affidatari.[2]

Si presuppone che l'attrazione sessuale genetica insorga come conseguenza di una riunione di parenti (con legami di sangue) in età adulta, avvenimento tipico dei casi di adozione. Sebbene sia una rara conseguenza di tali riunioni, dato il loro aumento negli anni recenti, è cresciuto il numero di persone affette da questa patologia.[3] Se si evolve in una relazione sessuale si sfocia nell'incesto, un rapporto che può essere angoscioso per le persone coinvolte e le rispettive famiglie.

È raro riscontrare casi di GSA tra persone cresciute insieme già dalla prima infanzia a causa dell'imprinting sessuale invertito, il quale desensibilizza la futura attrazione sessuale reciproca; si è ipotizzato che tale effetto si sia evoluto per ostacolare la consaguineità (e il conseguente indebolimento dei legami sociali tra famiglie e tribù).

Cause[modifica | modifica sorgente]

Diversi fattori potrebbero contribuire allo sviluppo della GSA: gli individui mediamente classificano un viso somigliante al proprio come più attraente ed affidabile[4] e i caratteri ereditari infatti producono diverse somiglianze fisiche tra parenti stretti; tuttavia Bereczkei (2004) attribuisce le cause della GSA in parte all'imprinting in età infantile da parte del genitore di sesso opposto, interessi in comune e personalità simili sono normalmente considerate come desiderabili in un partner.

L'ereditarietà di fattori come la personalità (nature vs nurture) sono motivo di grande dibattito nella comunità scientifica, anche se tendono a essere più marcati in parenti stretti e, nei casi di attrazione genitore-figlio, presenti in un figlio nato da una relazione occasionale; questa tipologia di riunione produce nelle persone coinvolte intense emozioni.[5]

Esempi[modifica | modifica sorgente]

Un fratello e una sorella in Germania, gli Stübings, combatterono la legge sull'incesto della loro nazione per essere riconosciuti come coppia. Crebbero separatamente e si incontrarono da adulti, dalla loro relazione in seguito sono nati quattro figli. Il loro appello venne respinto nel 2008.[6][7]

Kathryn Harrison pubblicò negli anni novanta Il bacio (The Kiss: A Memoir, Random House, 1997); memorie della sua incestuosa relazione di quattro anni con il padre che non vedeva da vent'anni.[8]

Una coppia in Sudafrica che stava insieme da 5 anni era in attesa di un figlio quando scoprirono di essere fratello e sorella poco prima del loro matrimonio. Crebbero separatemente e si incontrarono da adulti al college.[9]

Nella narrativa[modifica | modifica sorgente]

  • L'argomento è trattato in Edipo re, il capolavoro di Sofocle realizzato nel 429 a.C..
  • Nel romanzo Ada o ardore di Vladimir Vladimirovič Nabokov si racconta la storia di una relazione tra fratello e sorella che credevano di essere cugini (le relazioni tra cugini di primo grado sono normalmente accettate e comuni in molte aree)
  • In Fortune e sfortune della famosa Moll Flanders la protagonista inconsapevolemente sposa suo fratello.
  • Nel romanzo Fiori senza sole (Flowers in the Attic, 1979) e Garden of Shadows di Virginia Andrews, si racconta un'incenstuosa relazione tra fratello e sorella con il loro successivo matrimonio.
  • Nel Silmarillion di J.R.R. Tolkien, il protagonista de I figli di Húrin, incontra sua sorella Nienor dopo essere stati separati quando erano ancora piccoli. I due non riconoscendosi e, attratti l'uno dall'altra, si sposano.
  • nella saga de Le cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin , i fratelli Cersei e Jamie hanno una relazione segreta da cui nascono tre figli .

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.bbcamerica.com/content/334/index.jsp BBC America: Brothers and Sisters in Love
  2. ^ Alix Kirsta, Genetic sexual attraction in The Guardian, 17 maggio 2003.
  3. ^ Bob McKeown, Aziza Sindhu, Part 2: Genetic Sexual Attraction - Part One in The Current, CBC Radio, 7 maggio 2009.
  4. ^ DOI: 10.1007/s12144-999-1020-4
  5. ^ Maggie Burbank, Brother and Sister, and Lovers in ABC News, 19 febbraio 2007. URL consultato il 5 ottobre 2010.
  6. ^ Kate Connolly, "Brother and sister fight Germany's incest laws", The Guardian, 27 February 2007. Accessed 20 May 2008.
  7. ^ Dietmar Hipp: "Dangerous Love: German High Court Takes a Look at Incest". Der Spiegel, 11 March 2008.
  8. ^ Kathryn Harrison, The Kiss, Avon Books, Inc., 1997, ISBN 0-380-73147-9.
  9. ^ STEWART MACLEAN, "Engaged couple discover they are brother and sister when their parents meet just before wedding", Daily Mail, 3rd November 2011. Accessed 9th November 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]