Attilio Giovannini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Attilio Giovannini
GIOVANNINI.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Ritirato 1956
Carriera
Squadre di club1
1942-1943 Audace SME Audace SME  ? (?)
1945-1947 Bolzano Bolzano  ? (?)
1947-1948 Lucchese Lucchese 36 (0)
1948-1954 Inter Inter 191 (0)
1954-1956 Lazio Lazio 45 (0)
Nazionale
1949-1953 Italia Italia 13 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Attilio Giovannini (San Michele Extra, 30 luglio 1924) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Giovannini alla Lazio

Roccioso centromediano, cresce calcisticamente nell'Audace di San Michele Extra. Dopo una breve esperienza a Bolzano, si mette in evidenza nelle file della Lucchese, nella quale esordisce in serie A il 14 settembre 1947 nella sconfitta casalinga contro il Genoa per 3-0.

Presto viene acquistato dall'Inter, con cui gioca sei stagioni, nelle quali dimostra grandi doti di anticipo e soprattutto una capacità non comune nel tagliare fuori l'avversario dal gioco, qualità queste che ne fanno uno dei migliori difensori dell'epoca. Con la maglia nerozzurra gioca 191 incontri ufficiali, vincendo due scudetti e costituendo con Maino Neri e Fulvio Nesti, un'eccezionale linea mediana che proietterà tutti e tre in Nazionale.

Al termine della stagione 1953-1554, quella del secondo scudetto dell'era Foni, viene ceduto alla Lazio, cedendo il proprio posto all'emergente Giorgio Bernardin. In maglia biancoceleste non sempre riesce ad esprimersi su buoni livelli, portandolo a contestazioni con il pubblico, una delle quali, al termine di SPAL-Lazio del 2 gennaio 1955 (2-2), gli costa una denuncia a piede libero per atti contrari alla pubblica decenza[1]. Chiude la sua carriera al termine della stagione 1955-1556.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Conta 13 presenze in Nazionale, nella quale esordisce il 12 giugno 1949 a Budapest (Ungheria-Italia 1-1 ). Viene convocato per i Mondiali del 1950, dove gioca la prima gara perduta con la Svezia.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inter: 1952-1953, 1953-1954

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gazzetta dello Sport, 3 e 4 gennaio 1955

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]